Scrutatio

Thursday, 18 April 2024 - San Galdino ( Letture di oggi)

Salmi 84


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Magistro chori. Secundum " Torcularia ".
Filiorum Core. Psalmus.

1 'Al maestro del coro. Su "I torchi...". Dei figli di Core. Salmo.'
2 Quam dilecta tabernacula tua, Domine virtutum!
2 Quanto sono amabili le tue dimore,
Signore degli eserciti!
3 Concupiscit et deficit anima mea in atria Domini.
Cor meum et caro mea exsultaverunt in Deum vivum.
3 L'anima mia languisce
e brama gli atri del Signore.
Il mio cuore e la mia carne
esultano nel Dio vivente.
4 Etenim passer invenit sibi domum,
et turtur nidum sibi, ubi ponat pullos suos:
altaria tua, Domine virtutum, rex meus et Deus meus.
4 Anche il passero trova la casa,
la rondine il nido,
dove porre i suoi piccoli,
presso i tuoi altari,
Signore degli eserciti, mio re e mio Dio.

5 Beati, qui habitant in domo tua:
in perpetuum laudabunt te.
5 Beato chi abita la tua casa:
sempre canta le tue lodi!
6 Beatus vir, cuius est auxilium abs te,
ascensiones in corde suo disposuit.
6 Beato chi trova in te la sua forza
e decide nel suo cuore il santo viaggio.

7 Transeuntes per vallem sitientem
in fontem ponent eam,
etenim benedictionibus vestiet eam pluvia matutina.
7 Passando per la valle del pianto
la cambia in una sorgente,
anche la prima pioggia
l'ammanta di benedizioni.
8 Ibunt de virtute in virtutem,
videbitur Deus deorum in Sion.
8 Cresce lungo il cammino il suo vigore,
finché compare davanti a Dio in Sion.

9 Domine, Deus virtutum, exaudi orationem meam;
auribus percipe, Deus Iacob.
9 Signore, Dio degli eserciti, ascolta la mia preghiera,
porgi l'orecchio, Dio di Giacobbe.
10 Protector noster aspice, Deus,
et respice in faciem christi tui.
10 Vedi, Dio, nostro scudo,
guarda il volto del tuo consacrato.
11 Quia melior est dies una in atriis tuis super milia,
elegi ad limen esse in domo Dei mei
magis quam habitare in tabernaculis peccatorum.
11 Per me un giorno nei tuoi atri
è più che mille altrove,
stare sulla soglia della casa del mio Dio
è meglio che abitare nelle tende degli empi.

12 Quia sol et scutum est Dominus Deus,
gratiam et gloriam dabit Dominus;
non privabit bonis eos,
qui ambulant in innocentia.
12 Poiché sole e scudo è il Signore Dio;
il Signore concede grazia e gloria,
non rifiuta il bene
a chi cammina con rettitudine.
13 Domine virtutum, beatus homo, qui sperat in te.
13 Signore degli eserciti,
beato l'uomo che in te confida.