Scrutatio

Wenesday, 6 December 2023 - San Nicola ( Letture di oggi)

Isaia 55


font font righe continue righe continue righe continue righe continue font font
font

1O voi tutti assetati, venite all’acqua,
voi che non avete denaro, venite,
comprate e mangiate; venite, comprate
senza denaro, senza pagare, vino e latte.
2Perché spendete denaro per ciò che non è pane,
il vostro guadagno per ciò che non sazia?
Su, ascoltatemi e mangerete cose buone
e gusterete cibi succulenti.
3Porgete l’orecchio e venite a me,
ascoltate e vivrete.
Io stabilirò per voi un’alleanza eterna,
i favori assicurati a Davide.
4Ecco, l’ho costituito testimone fra i popoli,
principe e sovrano sulle nazioni.
5Ecco, tu chiamerai gente che non conoscevi;
accorreranno a te nazioni che non ti conoscevano
a causa del Signore, tuo Dio,
del Santo d’Israele, che ti onora.
6Cercate il Signore, mentre si fa trovare,
invocatelo, mentre è vicino.
7L’empio abbandoni la sua via
e l’uomo iniquo i suoi pensieri;
ritorni al Signore che avrà misericordia di lui
e al nostro Dio che largamente perdona.
8Perché i miei pensieri non sono i vostri pensieri,
le vostre vie non sono le mie vie. Oracolo del Signore.
9Quanto il cielo sovrasta la terra,
tanto le mie vie sovrastano le vostre vie,
i miei pensieri sovrastano i vostri pensieri.
10Come infatti la pioggia e la neve scendono dal cielo
e non vi ritornano senza avere irrigato la terra,
senza averla fecondata e fatta germogliare,
perché dia il seme a chi semina
e il pane a chi mangia,
11così sarà della mia parola uscita dalla mia bocca:
non ritornerà a me senza effetto,
senza aver operato ciò che desidero
e senza aver compiuto ciò per cui l’ho mandata.
12Voi dunque partirete con gioia,
sarete ricondotti in pace.
I monti e i colli davanti a voi eromperanno in grida di gioia
e tutti gli alberi dei campi batteranno le mani.
13Invece di spini cresceranno cipressi,
invece di ortiche cresceranno mirti;
ciò sarà a gloria del Signore,
un segno eterno che non sarà distrutto.

Note:

Is 55,1-11:Ultima esortazione a partecipare ai beni della nuova alleanza (vv 1-5) e a convertirsi mentre c'è ancora tempo (vv 6-11). I vv 1-2 richiamano l'invito al banchetto della sapienza (Pr 9,1-6).

Is 55,3:Su questa alleanza eterna (Is 59,21; Is 61,8), che è anche la nuova alleanza, vedere Ger 31,31+ . Il richiamo delle promesse fatte a Davide (2Sam 7,5-16) è unico nel Deutero-Isaia, che non pensa mai a una restaurazione della monarchia.

Is 55,11:La parola di Jahve è simile a un messaggero che ritorna solo dopo aver compiuto la sua missione. Essa è personificata, come altrove la sapienza (Pr 8,22+; Sap 7,22+) o lo Spirito (Is 11,2+).

Is 55,12-13:Conclusione di tutto il libro della Consolazione. E' la ripresa del tema del nuovo esodo: gioia del ritorno e trasformazione del deserto in terra fertile (cf. Is 43,19; Is 44,3-4 , ecc.).