1Paolo e Silvano e Timòteo alla Chiesa dei Tessalonicesi che è in Dio Padre e nel Signore Gesù Cristo: a voi, grazia e pace.
2Rendiamo sempre grazie a Dio per tutti voi, ricordandovi nelle nostre preghiere 3e tenendo continuamente presenti l’operosità della vostra fede, la fatica della vostra carità e la fermezza della vostra speranza nel Signore nostro Gesù Cristo, davanti a Dio e Padre nostro. 4Sappiamo bene, fratelli amati da Dio, che siete stati scelti da lui. 5Il nostro Vangelo, infatti, non si diffuse fra voi soltanto per mezzo della parola, ma anche con la potenza dello Spirito Santo e con profonda convinzione: ben sapete come ci siamo comportati in mezzo a voi per il vostro bene.
6E voi avete seguito il nostro esempio e quello del Signore, avendo accolto la Parola in mezzo a grandi prove, con la gioia dello Spirito Santo, 7così da diventare modello per tutti i credenti della Macedonia e dell’Acaia. 8Infatti per mezzo vostro la parola del Signore risuona non soltanto in Macedonia e in Acaia, ma la vostra fede in Dio si è diffusa dappertutto, tanto che non abbiamo bisogno di parlarne. 9Sono essi infatti a raccontare come noi siamo venuti in mezzo a voi e come vi siete convertiti dagli idoli a Dio, per servire il Dio vivo e vero 10e attendere dai cieli il suo Figlio, che egli ha risuscitato dai morti, Gesù, il quale ci libera dall’ira che viene.


Note:

1Ts 1,1:grazia a voi e pace: i codici S, A, B, ecc., alla fine del v aggiungono: «da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo» (cf. 2Ts 1,2).

1Ts 1,3:Paolo vede queste tre disposizioni cristiane (1Cor 13,13+) in azione nella vita della chiesa e sottolinea per ciascuna di esse una qualità appropriata a condizioni difficili.

1Ts 1,5:vangelo: il codice C legge: «vangelo di Dio», mentre il codice sinaitico ha: «del nostro Dio». - Il «vangelo» non è solo la predicazione, è tutta la nuova economia della salvezza (Gal 1,7+), di cui lo Spirito assicura la efficacia.

1Ts 1,8:Con qualche esagerazione, l'apostolo intende dire che la vita dei cristiani, se conforme al vangelo, assicura per se stessa la diffusione della fede: essa è una forma della parola di Dio.

1Ts 1,9-10:Questi vv sembrano riprendere, in un compendio molto denso, le parole ripetute nella predicazione. Due dati centrali caratterizzavano il vangelo predicato da Paolo: una vigorosa affermazione del monoteismo (Mc 12,19+; 1Cor 8,4-6; 1Cor 10,7; 1Cor 10,14; Gal 4,8-9 ; ecc.) e una cristologia che insisteva sulla venuta del Signore resuscitato (cf. 1Cor 1,7; 1Cor 15,23+). - Notare il titolo suo Figlio applicato a Gesù fin da questa prima lettera di Paolo.

1Ts 1,7:insieme a noi: Paolo ama sottolineare che la sua sorte è legata a quella delle sue chiese (cf. 1Ts 2-3; 1Cor 4,8; Fil 1,30 , ecc.).

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online