1Fortunato il marito di una brava moglie,
il numero dei suoi giorni sarà doppio.
2Una donna valorosa è la gioia del marito,
egli passerà in pace i suoi anni.
3Una brava moglie è davvero una fortuna,
viene assegnata a chi teme il Signore.
4Ricco o povero, il suo cuore è contento,
in ogni circostanza il suo volto è gioioso.
5Di tre cose il mio cuore ha paura,
e per la quarta sono spaventato:
una calunnia diffusa in città, un tumulto di popolo
e una falsa accusa, sono cose peggiori della morte;
6ma crepacuore e lutto è una donna gelosa di un’altra,
il flagello della sua lingua fa presa su tutti.
7Giogo di buoi sconnesso è una cattiva moglie,
chi la prende è come chi afferra uno scorpione.
8Motivo di grande sdegno è una donna che si ubriaca,
non riuscirà a nascondere la sua vergogna.
9Una donna sensuale ha lo sguardo eccitato,
la si riconosce dalle sue occhiate.
10Fa’ buona guardia a una figlia sfrenata,
perché non ne approfitti, se trova indulgenza.
11Guàrdati dalla donna che ha lo sguardo impudente,
non meravigliarti se poi ti fa del male.
12Come un viandante assetato apre la bocca
e beve qualsiasi acqua a lui vicina,
così ella siede davanti a ogni palo
e apre a qualsiasi freccia la faretra.
13La grazia di una donna allieta il marito,
il suo senno gli rinvigorisce le ossa.
14È un dono del Signore una donna silenziosa,
non c’è prezzo per una donna educata.
15Grazia su grazia è una donna pudica,
non si può valutare il pregio di una donna riservata.
16Il sole risplende nel più alto dei cieli,
la bellezza di una brava moglie nell’ornamento della casa.
17Lampada che brilla sul sacro candelabro,
così è la bellezza di un volto su una robusta statura.
18Colonne d’oro su base d’argento
sono gambe graziose su solidi piedi.
19Figlio, conserva sano il fiore dell’età
e non affidare la tua forza a donne straniere.
20Cerca nella pianura un campo fertile
per gettarvi il tuo seme, attendendo la progenie.
21Così i frutti che lascerai,
fieri della loro nobiltà, prospereranno.
22La donna pagata vale uno sputo,
se è sposata, è torre di morte per quanti la usano.
23La moglie empia l’avrà in sorte il peccatore,
quella pia sarà data a chi teme il Signore.
24La donna impudica cerca sempre il disonore,
una figlia pudica è riservata anche con il marito.
25La donna sfrontata viene stimata come un cane,
quella che ha pudore teme il Signore.
26La donna che onora il marito a tutti appare saggia,
quella orgogliosa che lo umilia sarà empia per tutti.
Felice il marito di una brava moglie,
il numero dei suoi giorni sarà raddoppiato.
27La donna che grida ed è chiacchierona
è come tromba di guerra che suona la carica.
L’uomo che si trova in simili condizioni
passa la vita tra rumori di guerra.
28Due cose rattristano il mio cuore,
e una terza mi provoca collera:
un guerriero che languisce nella miseria,
uomini saggi trattati con disprezzo
e chi passa dalla giustizia al peccato:
il Signore lo tiene pronto per la spada.
29È difficile che il commerciante sia esente da colpe
e il rivenditore sia indenne da peccato.


Note:

Sir 26,5:per la quarta sono spaventato: con mss greci, lat., cf. sir.; il textus receptus ha: «e di fronte a una quarta io supplico» o «e a una quarta sono stato consegnato».

Sir 26,6:Con gr., BJ con sir. traduce: «e tutto questo è il flagello della lingua».

Sir 26,7:Giogo di buoi sconnesso: che sfrega e scivola sul collo degli animali, procurando dolori e ferite.

Sir 26,17:Probabile allusione al candelabro dalle sette braccia (1Mac 4,49; 1Mac 4,50).

Sir 26,18:su solidi piedi: con il codice sinaitico, cf. lat.; il gr. ha: «sul seno d'una (donna) forte»; - greco 248 e sir. aggiungono: «[19]Figlio mio, conserva sano il fiore dell'età e non affidare la tua forza a stranieri (cf. Pr 5,9-10). [20]Dopo aver cercato il campo più fertile del paese seminavi il tuo grano, confidando nella nobiltà della tua razza. [21]Così i polloni che lascerai dietro di te s'inorgogliranno, sicuri della loro nobiltà. [22]Una donna a nolo non vale uno sputo, una donna legittima è solida come una torre (di morto?). [23]Una donna empia sarà data in eredità al peccatore, una donna pia a chi teme il Signore. [24]Una donna spudorata non si compiace che del disonore, una donna pura è delicata perfino con il marito. [25]Una donna sfrontata non è più rispettata d'un cane, ma quella modesta teme il Signore. [26]La donna che onora il proprio sposo passa per saggia agli occhi di tutti, ma quella che lo disonora è ritenuta empia nel suo orgoglio. Felice il marito di una donna eccellente perché il numero dei suoi giorni sarà raddoppiato (= Sir 26,1). [27]La donna che strilla e chiacchierona è una tromba che suona la carica; ogni uomo in queste condizioni passa la vita nei rumori della guerra».

Sir 26,19-20:Questi vv, in BJ e gr. figurano come 28 e 29.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online