1Questa è la discendenza dei figli di Noè: Sem, Cam e Iafet, ai quali nacquero figli dopo il diluvio.
2I figli di Iafet: Gomer, Magòg, Madai, Iavan, Tubal, Mesec e Tiras. 3I figli di Gomer: Aschenàz, Rifat e Togarmà. 4I figli di Iavan: Elisa, Tarsis, i Chittìm e i Dodanìm. 5Da costoro derivarono le genti disperse per le isole, nei loro territori, ciascuna secondo la propria lingua e secondo le loro famiglie, nelle rispettive nazioni.
6I figli di Cam: Etiopia, Egitto, Put e Canaan. 7I figli di Etiopia: Seba, Avìla, Sabta, Raamà e Sabtecà. I figli di Raamà: Saba e Dedan. 8Etiopia generò Nimrod: costui cominciò a essere potente sulla terra. 9Egli era valente nella caccia davanti al Signore, perciò si dice: «Come Nimrod, valente cacciatore davanti al Signore». 10L’inizio del suo regno fu Babele, Uruc, Accad e Calne, nella regione di Sinar. 11Da quella terra si portò ad Assur e costruì Ninive, Recobòt-Ir e Calach, 12e Resen tra Ninive e Calach; quella è la grande città. 13Egitto generò quelli di Lud, Anam, Laab, Naftuch, 14Patros, Casluch e Caftor, da dove uscirono i Filistei. 15Canaan generò Sidone, suo primogenito, e Chet 16e il Gebuseo, l’Amorreo, il Gergeseo, 17l’Eveo, l’Archeo e il Sineo, 18l’Arvadeo, il Semareo e il Camateo. In seguito si dispersero le famiglie dei Cananei. 19Il confine dei Cananei andava da Sidone in direzione di Gerar fino a Gaza, poi in direzione di Sòdoma, Gomorra, Adma e Seboìm fino a Lesa. 20Questi furono i figli di Cam secondo le loro famiglie e le loro lingue, nei loro territori e nelle rispettive nazioni.
21Anche a Sem, fratello maggiore di Iafet e capostipite di tutti i figli di Eber, nacque una discendenza. 22I figli di Sem: Elam, Assur, Arpacsàd, Lud e Aram. 23I figli di Aram: Us, Ul, Gheter e Mas. 24Arpacsàd generò Selach e Selach generò Eber. 25A Eber nacquero due figli: uno si chiamò Peleg, perché ai suoi tempi fu divisa la terra, e il fratello si chiamò Ioktan. 26Ioktan generò Almodàd, Selef, Asarmàvet, Ierach, 27Adoràm, Uzal, Dikla, 28Obal, Abimaèl, Saba, 29Ofir, Avìla e Iobab. Tutti questi furono i figli di Ioktan; 30la loro sede era sulle montagne dell’oriente, da Mesa in direzione di Sefar. 31Questi furono i figli di Sem secondo le loro famiglie e le loro lingue, nei loro territori, secondo le rispettive nazioni.
32Queste furono le famiglie dei figli di Noè secondo le loro genealogie, nelle rispettive nazioni. Da costoro si dispersero le nazioni sulla terra dopo il diluvio.


Note:

Gen 10:Sotto la forma di un quadro genealogico, questo c presenta una tavola dei popoli, raggruppati meno secondo le loro affinità etniche che secondo i loro rapporti storici e geografici: i figli di Iafet popolano l'Asia Minore e le isole del Mediterraneo: i figli di Cam i paesi del sud: Egitto, Etiopia, Arabia; e Canaan è unito a loro in ricordo della dominazione egiziana su questo paese: tra questi due gruppi sono i figli di Sem: elamiti, assiri, aramei, e gli antenati degli ebrei. Il quadro è sacerdotale, salvo elementi jahvisti (vv 18-19.21.24-30) che vi apportano alcune modifiche. Riassumendo le cognizioni sul mondo abitato che si potevano avere in Israele, nei secoli VIII-VII a.C., il testo afferma l'unità della specie umana, divisa in gruppi a partire da un ceppo comune. Questa dispersione si presenta (Gen 10,32) come compimento della benedizione di Gen 9,1 . Il racconto jahvista della torre di Babele (Gen 11,1-9) darà una risonanza meno favorevole; ma tali sono gli aspetti complementari di una storia del mondo alla quale concorrono la potenza di Dio e la malizia degli uomini.

Gen 10,5:Le isole e le coste del Mediterraneo. Dopo nazioni, BJ in base ai vv 20 e 31 inserisce: «tali furono i figli di Iafet» parole omesse dal TM.

Gen 10,8:Nimrod: figura popolare (il v 9 enunzia un proverbio) dietro la quale si nasconde un eroe della Mesopotamia, la cui identificazione è incerta.

Gen 10,10:Accad: città situata presso il sito di Babilonia; il suo nome serve a designare la parte nord della bassa Mesopotamia, in opposizione al paese di Sumer, più a sud, e più generalmente (sempre in opposizione ai sumeri) la lingua e i popoli semitici di questa regione. - e Calne: con il TM. Città sconosciuta. BJ congettura: «città che sono tutte», wekullanah.

Gen 10,12:quella è la grande città: se questa glossa si riferisce a Kalah, può datare dal IX sec. a.C., quando Kalah, l'attuale Nimrud, è divenuta capitale dell'Assiria. Se essa si riferisce a Ninive, è posteriore a Sennàcherib che vi stabilì la sua capitale.

Gen 10,14:Caftor, da dove uscirono i filistei: il testo rigetta «e di Caftor» dopo «filistei», ma da Caftor i filistei erano originari (cf. Gs 13,2+).

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online