Scrutatio

Tuesday, 27 February 2024 - San Gabriele dell'Addolorata ( Letture di oggi)

Matthæum 24


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Et egressus Iesus de templo ibat, et accesserunt discipuli eius, utostenderent ei aedificationes templi;1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio.
2 ipse autem respondens dixit eis: “ Nonvidetis haec omnia? Amen dico vobis: Non relinquetur hic lapis super lapidem,qui non destruetur ”.2 Gesù disse loro: "Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata".
3 Sedente autem eo super montem Oliveti, accesserunt adeum discipuli secreto dicentes: “ Dic nobis: Quando haec erunt, et quod signumadventus tui et consummationis saeculi? ”.
3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: "Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo".

4 Et respondens Iesus dixit eis: “ Videte, ne quis vos seducat.4 Gesù rispose: "Guardate che nessuno vi inganni;
5 Multi enimvenient in nomine meo dicentes: “Ego sum Christus”, et multos seducent.5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno.
6 Audituri enim estis proelia et opiniones proeliorum. Videte, ne turbemini;oportet enim fieri, sed nondum est finis.6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine.
7 Consurget enim gens in gentem, etregnum in regnum, et erunt fames et terrae motus per loca;7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi;
8 haec autem omniainitia sunt dolorum.8 ma tutto questo è solo l'inizio dei dolori.
9 Tunc tradent vos in tribulationem et occident vos, eteritis odio omnibus gentibus propter nomen meum.9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome.
10 Et tunc scandalizabunturmulti et invicem tradent et odio habebunt invicem;10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda.
11 et multi pseudoprophetaesurgent et seducent multos.11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti;
12 Et, quoniam abundavit iniquitas, refrigescetcaritas multorum;12 per il dilagare dell'iniquità, l'amore di molti si raffredderà.
13 qui autem permanserit usque in finem, hic salvus erit.13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato.
14 Et praedicabitur hoc evangelium regni in universo orbe in testimonium omnibusgentibus; et tunc veniet consummatio.14 Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.

15 Cum ergo videritis abominationemdesolationis, quae dicta est a Daniele propheta, stantem in loco sancto, quilegit, intellegat:15 Quando dunque vedrete 'l'abominio della desolazione', di cui parlò il profeta Daniele, stare 'nel luogo santo' - chi legge comprenda -,
16 tunc qui in Iudaea sunt, fugiant ad montes;16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti,
17 qui intecto, non descendat tollere aliquid de domo sua;17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa,
18 et, qui in agro, nonrevertatur tollere pallium suum.18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello.
19 Vae autem praegnantibus et nutrientibus inillis diebus!
19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni.
20 Orate autem, ut non fiat fuga vestra hieme vel sabbato:20 Pregate perché la vostra fuga non accada d'inverno o di sabato.
21 erit enim tunctribulatio magna, qualis non fuit ab initio mundi usque modo neque fiet.21 Poiché vi sarà allora 'una tribolazione' grande, 'quale mai avvenne dall'inizio del mondo fino a ora', né mai più ci sarà.
22 Etnisi breviati fuissent dies illi, non fieret salva omnis caro; sed propterelectos breviabuntur dies illi.22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati.
23 Tunc si quis vobis dixerit: “Ecce hicChristus” aut: “Hic”, nolite credere.23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete.
24 Surgent enim pseudochristi etpseudoprophetae et dabunt signa magna et prodigia, ita ut in errorem inducantur,si fieri potest, etiam electi.24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti.
25 Ecce praedixi vobis.25 Ecco, io ve l'ho predetto.

26 Si ergo dixerintvobis: “Ecce in deserto est”, nolite exire; “Ecce in penetralibus”,nolite credere;26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete.
27 sicut enim fulgur exit ab oriente et paret usque inoccidentem, ita erit adventus Filii hominis.27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo.
28 Ubicumque fuerit corpus, illuccongregabuntur aquilae.
28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.

29 Statim autem post tribulationem dierum illorum, sol obscurabitur, et luna nondabit lumen suum, et stellae cadent de caelo, et virtutes caelorumcommovebuntur.29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni,

'il sole si oscurerà,
la luna non darà più la sua luce,
gli astri cadranno' dal cielo
'e le potenze dei cieli' saranno sconvolte.

30 Et tunc parebit signum Filii hominis in caelo, et tuncplangent omnes tribus terrae et videbunt Filium hominis venientem in nubibuscaeli cum virtute et gloria multa;30 Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell'uomo e 'allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra', e vedranno 'il Figlio dell'uomo venire sopra le nubi del cielo' con grande potenza e gloria.
31 et mittet angelos suos cum tuba magna, etcongregabunt electos eius a quattuor ventis, a summis caelorum usque ad terminoseorum.
31 Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all'altro dei cieli.

32 Ab arbore autem fici discite parabolam: cum iam ramus eius tener fuerit, etfolia nata, scitis quia prope est aestas.32 Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l'estate è vicina.
33 Ita et vos, cum videritis haecomnia, scitote quia prope est in ianuis.33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte.
34 Amen dico vobis: Non praeteribithaec generatio, donec omnia haec fiant.34 In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada.
35 Caelum et terra transibunt, verbavero mea non praeteribunt.
35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
36 De die autem illa et hora nemo scit, neque angeli caelorum neque Filius, nisiPater solus.36 Quanto a quel giorno e a quell'ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.

37 Sicut enim dies Noe, ita erit adventus Filii hominis.37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell'uomo.
38 Sicutenim erant in diebus ante diluvium comedentes et bibentes, nubentes et nuptumtradentes, usque ad eum diem, quo introivit in arcam Noe,38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell'arca,
39 et non cognoverunt,donec venit diluvium et tulit omnes, ita erit et adventus Filii hominis.39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell'uomo.
40 Tuncduo erunt in agro: unus assumitur, et unus relinquitur;40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l'altro lasciato.
41 duae molentes inmola: una assumitur, et una relinquitur.
41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l'altra lasciata.
42 Vigilate ergo, quia nescitis qua die Dominus vester venturus sit.42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà.
43 Illudautem scitote quoniam si sciret pater familias qua hora fur venturus esset,vigilaret utique et non sineret perfodi domum suam.43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa.
44 Ideo et vos estoteparati, quia, qua nescitis hora, Filius hominis venturus est.44 Perciò anche voi state pronti, perché nell'ora che non immaginate, il Figlio dell'uomo verrà.

45 Quis putas estfidelis servus et prudens, quem constituit dominus supra familiam suam, ut detillis cibum in tempore?45 Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l'incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto?
46 Beatus ille servus, quem cum venerit dominus eius,invenerit sic facientem.46 Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così!
47 Amen dico vobis quoniam super omnia bona suaconstituet eum.47 In verità vi dico: gli affiderà l'amministrazione di tutti i suoi beni.
48 Si autem dixerit malus servus ille in corde suo: “Moramfacit dominus meus venire”,48 Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire,
49 et coeperit percutere conservos suos, manducetautem et bibat cum ebriis,49 e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi,
50 veniet dominus servi illius in die, qua nonsperat, et in hora, qua ignorat,50 arriverà il padrone quando il servo non se l'aspetta e nell'ora che non sa,
51 et dividet eum partemque eius ponet cumhypocritis; illic erit fletus et stridor dentium.
51 lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti.