Scrutatio

Tuesday, 27 February 2024 - San Gabriele dell'Addolorata ( Letture di oggi)

Matthæum 14


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 In illo tempore audivit He rodes tetrarcha famam Iesu1 In quel tempo il tetrarca Erode ebbe notizia della fama di Gesù.
2 et ait puerissuis: “ Hic est Ioannes Baptista; ipse surrexit a mortuis, et ideo virtutesoperantur in eo ”.2 Egli disse ai suoi cortigiani: "Costui è Giovanni il Battista risuscitato dai morti; per ciò la potenza dei miracoli opera in lui".

3 Herodes enim tenuit Ioannem et alligavit eum et posuit incarcere propter Herodiadem uxorem Philippi fratris sui.3 Erode aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione per causa di Erodìade, moglie di Filippo suo fratello.
4 Dicebat enim illiIoannes: “ Non licet tibi habere eam ”.4 Giovanni infatti gli diceva: "Non ti è lecito tenerla!".
5 Et volens illum occidere, timuitpopulum, quia sicut prophetam eum habebant.
5 Benché Erode volesse farlo morire, temeva il popolo perché lo considerava un profeta.
6 Die autem natalis Herodis saltavit filia Herodiadis in medio et placuitHerodi,6 Venuto il compleanno di Erode, la figlia di Erodìade danzò in pubblico e piacque tanto a Erode
7 unde cum iuramento pollicitus est ei dare, quodcumque postulasset.7 che egli le promise con giuramento di darle tutto quello che avesse domandato.
8 At illa, praemonita a matre sua: “ Da mihi, inquit, hic in disco caput IoannisBaptistae ”.8 Ed essa, istigata dalla madre, disse: "Dammi qui, su un vassoio, la testa di Giovanni il Battista".
9 Et contristatus rex propter iuramentum et eos, qui pariterrecumbebant, iussit dari9 Il re ne fu contristato, ma a causa del giuramento e dei commensali ordinò che le fosse data
10 misitque et decollavit Ioannem in carcere;10 e mandò a decapitare Giovanni nel carcere.
11 etallatum est caput eius in disco et datum est puellae, et tulit matri suae.11 La sua testa venne portata su un vassoio e fu data alla fanciulla, ed ella la portò a sua madre.
12 Etaccedentes discipuli eius tulerunt corpus et sepelierunt illud et venientesnuntiaverunt Iesu.
12 I suoi discepoli andarono a prendere il cadavere, lo seppellirono e andarono a informarne Gesù.

13 Quod cum audisset Iesus, secessit inde in navicula in locum desertum seorsum;et cum audissent, turbae secutae sunt eum pedestres de civitatibus.13 Udito ciò, Gesù partì di là su una barca e si ritirò in disparte in un luogo deserto. Ma la folla, saputolo, lo seguì a piedi dalle città.
14 Et exiensvidit turbam multam et misertus est eorum et curavit languidos eorum.14 Egli, sceso dalla barca, vide una grande folla e sentì compassione per loro e guarì i loro malati.
15 Vespereautem facto, accesserunt ad eum discipuli dicentes: “ Desertus est locus, ethora iam praeteriit; dimitte turbas, ut euntes in castella emant sibi escas ”.15 Sul far della sera, gli si accostarono i discepoli e gli dissero: "Il luogo è deserto ed è ormai tardi; congeda la folla perché vada nei villaggi a comprarsi da mangiare".
16 Iesus autem dixit eis: “ Non habent necesse ire; date illis vos manducare”.16 Ma Gesù rispose: "Non occorre che vadano; date loro voi stessi da mangiare".
17 Illi autem dicunt ei: “ Non habemus hic nisi quinque panes et duospisces ”.17 Gli risposero: "Non abbiamo che cinque pani e due pesci!".
18 Qui ait: “ Afferte illos mihi huc ”.18 Ed egli disse: "Portatemeli qua".
19 Et cum iussissetturbas discumbere supra fenum, acceptis quinque panibus et duobus piscibus,aspiciens in caelum benedixit et fregit et dedit discipulis panes, discipuliautem turbis.19 E dopo aver ordinato alla folla di sedersi sull'erba, prese i cinque pani e i due pesci e, alzati gli occhi al cielo, pronunziò la benedizione, spezzò i pani e li diede ai discepoli e i discepoli li distribuirono alla folla.
20 Et manducaverunt omnes et saturati sunt; et tulerunt reliquiasfragmentorum duodecim cophinos plenos.20 Tutti mangiarono e furono saziati; e portarono via dodici ceste piene di pezzi avanzati.
21 Manducantium autem fuit numerus ferequinque milia virorum, exceptis mulieribus et parvulis.
21 Quelli che avevano mangiato erano circa cinquemila uomini, senza contare le donne e i bambini.

22 Et statim iussit discipulos ascendere in naviculam et praecedere eum transfretum, donec dimitteret turbas.22 Subito dopo ordinò ai discepoli di salire sulla barca e di precederlo sull'altra sponda, mentre egli avrebbe congedato la folla.
23 Et dimissis turbis, ascendit in montem solusorare. Vespere autem facto, solus erat ibi.
23 Congedata la folla, salì sul monte, solo, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava ancora solo lassù.
24 Navicula autem iam multis stadiis a terra distabat, fluctibus iactata; eratenim contrarius ventus.24 La barca intanto distava già qualche miglio da terra ed era agitata dalle onde, a causa del vento contrario.
25 Quarta autem vigilia noctis venit ad eos ambulanssupra mare.25 Verso la fine della notte egli venne verso di loro camminando sul mare.
26 Discipuli autem, videntes eum supra mare ambulantem, turbati suntdicentes: “ Phantasma est ”, et prae timore clamaverunt.26 I discepoli, a vederlo camminare sul mare, furono turbati e dissero: "È un fantasma" e si misero a gridare dalla paura.
27 Statimque Iesuslocutus est eis dicens: “ Habete fiduciam, ego sum; nolite timere! ”.27 Ma subito Gesù parlò loro: "Coraggio, sono io, non abbiate paura".
28 Respondens autem ei Petrus dixit: “ Domine, si tu es, iube me venire ad tesuper aquas ”.28 Pietro gli disse: "Signore, se sei tu, comanda che io venga da te sulle acque".
29 At ipse ait: “ Veni! ”. Et descendens Petrus de naviculaambulavit super aquas et venit ad Iesum.29 Ed egli disse: "Vieni!". Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù.
30 Videns vero ventum validum timuitet, cum coepisset mergi, clamavit dicens: “ Domine, salvum me fac! ”.30 Ma per la violenza del vento, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: "Signore, salvami!".
31 Continuo autem Iesus extendens manum apprehendit eum et ait illi: “ Modicaefidei, quare dubitasti? ”.31 E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?".
32 Et cum ascendissent in naviculam, cessavitventus.32 Appena saliti sulla barca, il vento cessò.
33 Qui autem in navicula erant, adoraverunt eum dicentes: “ VereFilius Dei es! ”.
33 Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti, esclamando: "Tu sei veramente il Figlio di Dio!".

34 Et cum transfretassent, venerunt in terram Gennesaret.34 Compiuta la traversata, approdarono a Genèsaret.
35 Et cum cognovissenteum viri loci illius, miserunt in universam regionem illam et obtulerunt eiomnes male habentes,35 E la gente del luogo, riconosciuto Gesù, diffuse la notizia in tutta la regione; gli portarono tutti i malati,
36 et rogabant eum, ut vel fimbriam vestimenti eiustangerent; et, quicumque tetigerunt, salvi facti sunt.
36 e lo pregavano di poter toccare almeno l'orlo del suo mantello. E quanti lo toccavano guarivano.