1Dopo la morte di Mosè, servo del Signore, il Signore disse a Giosuè, figlio di Nun, aiutante di Mosè: 2«Mosè, mio servo, è morto. Ora, dunque, attraversa questo Giordano tu e tutto questo popolo, verso la terra che io do loro, agli Israeliti. 3Ogni luogo su cui si poserà la pianta dei vostri piedi, ve l’ho assegnato, come ho promesso a Mosè. 4Dal deserto e da questo Libano fino al grande fiume, l’Eufrate, tutta la terra degli Ittiti, fino al Mare Grande, dove tramonta il sole: tali saranno i vostri confini. 5Nessuno potrà resistere a te per tutti i giorni della tua vita; come sono stato con Mosè, così sarò con te: non ti lascerò né ti abbandonerò.
6Sii coraggioso e forte, poiché tu dovrai assegnare a questo popolo la terra che ho giurato ai loro padri di dare loro. 7Tu dunque sii forte e molto coraggioso, per osservare e mettere in pratica tutta la legge che ti ha prescritto Mosè, mio servo. Non deviare da essa né a destra né a sinistra, e così avrai successo in ogni tua impresa. 8Non si allontani dalla tua bocca il libro di questa legge, ma meditalo giorno e notte, per osservare e mettere in pratica tutto quanto vi è scritto; così porterai a buon fine il tuo cammino e avrai successo. 9Non ti ho forse comandato: “Sii forte e coraggioso”? Non aver paura e non spaventarti, perché il Signore, tuo Dio, è con te, dovunque tu vada».
10Allora Giosuè comandò agli scribi del popolo: 11«Passate in mezzo all’accampamento e comandate al popolo: “Fatevi provviste di viveri, poiché fra tre giorni voi attraverserete questo Giordano, per entrare a prendere possesso della terra che il Signore, vostro Dio, vi dà in proprietà”».
12A quelli di Ruben e di Gad e alla metà della tribù di Manasse Giosuè disse: 13«Ricordatevi delle cose che vi ha ordinato Mosè, servo del Signore, dicendo: “Il Signore, vostro Dio, vi concede riposo e vi dà questa terra”. 14Le vostre mogli, i vostri bambini e il vostro bestiame staranno nella terra che Mosè vi ha assegnato al di là del Giordano; ma voi, prodi guerrieri, attraverserete ben armati davanti ai vostri fratelli e li aiuterete, 15fino a quando il Signore non concederà riposo ai vostri fratelli, come a voi, e anch’essi prenderanno possesso della terra che il Signore, vostro Dio, assegna loro. Allora ritornerete, per possederla, nella terra della vostra eredità, che Mosè, servo del Signore, vi ha dato oltre il Giordano, a oriente».
16Essi risposero a Giosuè: «Faremo quanto ci ordini e andremo dovunque ci mandi. 17Come abbiamo obbedito in tutto a Mosè, così obbediremo a te; purché il Signore, tuo Dio, sia con te com’è stato con Mosè. 18Chiunque si ribellerà contro di te e non obbedirà a tutti gli ordini che ci darai, sarà messo a morte. Tu dunque sii forte e coraggioso».


Note:

Gs 1,1:dopo la morte di Mosè: così questo libro si presenta come la continuazione del Dt. E in realtà, è con lo stile e con le idee del Dt che racconterà l'ingresso e l'insediamento nella terra promessa, utilizzando antiche tradizioni, soprattutto quelle che si riferiscono alle tribù della Palestina centrale. - servo di Mosè: questo termine si ispira a «ministro» della volg.; BJ, seguendo TM e LXX, preferisce «ausiliare», mesharet, che è il titolo abitualmente dato a Giosuè (cf. Es 24,13; Es 33,11; Nm 11,28), più onorifico di 'ebed, servitore (salvo che nell'espressione «servo di Jahve»); questo termine è usato anche per indicare le funzioni regali (1Cr 27,1) o liturgiche. Sul nome «Giosuè», sul suo ruolo nell'esplorazione della terra promessa, sulla sua fedeltà e la sua designazione a successore di Mosè, cf. Es 17,9; Es 24,13; Es 33,11; Nm 11,28; Nm 13,8; Nm 13,16; Nm 14,5s; Nm 14,30; Nm 14,38; Nm 27,15-23; Dt 3,21; Dt 3,28; Dt 31,7-8; Dt 31,14; Dt 31,23; Dt 34,9 . Nei LXX e nella volg., è chiamato «figlio di Nave», a causa di un errore dei primi manoscritti dei LXX, che hanno NAUH al posto di NAUN.

Gs 1,4:I confini del territorio da conquistare (cf. Gen 15,18; Dt 1,7; Dt 11,24 ; vedi anche Gdc 20,1+) sono i confini ideali della terra promessa; superano di molto quelli del territorio che sarà diviso nei cc 13-19. - Tutto il paese degli Hittiti: omesso dai LXX, è probabilmente una glossa d'origine sacerdotale.

Gs 1,10:Scribi sono gli agenti reclutatori o gli ufficiali di amministrazione (cf. Dt 20,5; Dt 20,8). Questo nome designa anche i funzionari di giustizia, cancellieri di tribunale o commissari aggiunti al giudice (cf. Dt 16,18; 1Cr 23,4).

Gs 1,14:Secondo il libro di Giosuè, contrariamente al libro dei Giudici, la conquista deve essere il frutto di tutto il popolo e non il risultato degli sforzi isolati delle tribù, compiuti in luoghi diversi.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online