BIBBIA CEI 2008BIBBIA MARTINI
1 Tutti gli Israeliti si raccolsero intorno a Davide a Ebron e gli dissero: «Ecco, noi siamo tue ossa e tua carne.1 Indi si raunò tutto Israele presso a David in Hebron, e gli dissero: Noi siam tue ossa, e tua carne.
2 Già prima, quando regnava Saul, tu conducevi e riconducevi Israele. Il Signore, tuo Dio, ti ha detto: “Tu pascerai il mio popolo Israele; tu sarai capo del mio popolo Israele”».2 E anche per lo passato quando regnava Saul, eri tu, cne conducevi in campo, e riconducevi a casa Israele: perocché a te disse il Signore Dio tuo: Tu pascerai il popol mio d'Israele, e sarai suo principe.
3 Vennero dunque tutti gli anziani d’Israele dal re a Ebron, Davide concluse con loro un’alleanza a Ebron davanti al Signore, ed essi unsero Davide re d’Israele, secondo la parola pronunciata dal Signore per mezzo di Samuele.
3 Andarono adunque tutti i seniori d'Israele davanti al re in Hebron, e David fece con essi alleanza dinanzi al Signore: e lo unsero in re d'Israele, secondo la parola detta dal Signore perbocca di Samuele.
4 Davide con tutto Israele andò a Gerusalemme, cioè Gebus, dove c’erano i Gebusei, abitanti della regione.4 E Davidde se n'andò con tutto Israele a Gerusalemme: questa è Jebus, dove erano li Jebusei abitatori di quel paese.
5 Gli abitanti di Gebus dissero a Davide: «Tu qui non entrerai». Ma Davide espugnò la rocca di Sion, cioè la Città di Davide.5 E questi abitanti di Jebus dissero a Davidde: Non entrerai qua dentro. Ma David prese la fortezza di Sion,che fu poi la Città di David.
6 Davide aveva detto: «Chi colpirà per primo i Gebusei diventerà capo e principe». Salì per primo Ioab, figlio di Seruià, che divenne così capo.6 Or egli avea detto: Chi sarà il primo a vincere li Jebusei, egli sarà principe, e capitano. E Gioab figliuolo di Sarvia salì il primo, e fu fatto principe.
7 Davide si stabilì nella rocca, che perciò fu chiamata Città di Davide.7 E Davidde abitò nella fortezza, e per ciò ella fu chiamata Città di David:
8 Egli fortificò la città tutt’intorno, dal Millo per tutto il suo perimetro; Ioab restaurò il resto della città.8 Ed egli riedificò la città in tutto il suo giro da Mello sino all'altra estremità; e Gioab rifabbricò il resto della città.
9 Davide andava crescendo sempre più in potenza e il Signore degli eserciti era con lui.
9 E Davidde andava facendo progressi, e prendeva vigore, e il Signor degli eserciti era con lui.
10 Questi sono i capi dei prodi di Davide, che si erano affermati con il valore nel suo regno e che, insieme con tutto Israele, lo avevano costituito re, secondo la parola del Signore nei riguardi d’Israele.10 Questi sono i principali tra gli uomini forti di David, i quali gli diedero aiuto, perch'ei divenisse re di tutto Israele secondo la parola annunziata dal Signore ad Israele.
11 Ecco l’elenco dei prodi di Davide: Iasobàm, figlio di un Acmonita, capo dei Tre. Egli, impugnando la lancia contro trecento uomini, li trafisse in un solo scontro.11 E questo è il novero dei forti di Davidde: Jesbaam figliuolo di Hachamoni capo di trenta: egli imbrandì la lancia contro trecento persone, che egli ferì in una sola volta.
12 Dopo di lui veniva Eleàzaro, figlio di Dodo, l’Acochita; era uno dei tre prodi.12 E dopo di lui Eleazar (figliuolo del suo zio paterno), Ahohite, che era uno dei tre possenti.
13 Egli fu con Davide a Pas-Dammìm. I Filistei vi si erano riuniti per combattere; c’era un campo pieno d’orzo e il popolo fuggì dinanzi ai Filistei.13 Questi si trovò con Davidde a Phesdomìm, quando i Filistei si raunarono colà per venire a battaglia: e i campi di quel paese erano tutti seminati di orzo, e il popolo avea voltate le spalle a' Filistei.
14 Egli allora si appostò in mezzo al campo, lo difese e sconfisse i Filistei, e il Signore operò una grande salvezza.
14 Ma questi tennero fermo in mezzo ai campi, e li difesero: e avendo posti in rotta i Filistei, il Signore fece un benefizio grande al suo popolo.
15 Tre dei Trenta capi scesero sulla roccia presso Davide, nella caverna di Adullàm; il campo dei Filistei era posto nella valle dei Refaìm.15 Questi tre dei trenta campioni andarono a quel masso, dove stava Davidde presso alla caverna di Odollam, quando i Filistei aveano gli alloggiamenti nella valle di Raphaim.
16 Davide era allora nel rifugio e c’era una postazione di Filistei a Betlemme.16 E David era in quel suo posto: e una stazione di Filistei era in Bethlehem.
17 Davide ebbe un desiderio e disse: «Se qualcuno mi desse da bere l’acqua del pozzo che è vicino alla porta di Betlemme!».17 Davidde adunque mostrando il suo desiderio, disse: Oh chi mi desse dell'acqua della cisterna di Bethlehem, che è vicino alla porta!
18 I tre irruppero nel campo filisteo, attinsero l’acqua dal pozzo di Betlemme, vicino alla porta, la presero e la presentarono a Davide, il quale però non ne volle bere, ma la sparse in onore del Signore,18 Allora questi tre passarono per mezzo al campo de' Filistei, e attinser l'acqua della cisterna di Bethlehem, che era vicino alla porta, e la portarono a David, porchè ne bevesse: ed egli nol volle fare, ma la offerse al Signore,
19 dicendo: «Non sia mai, mio Dio, che io faccia una cosa simile! Dovrei bere il sangue di quegli uomini insieme con la loro vita? Difatti l’hanno portata a rischio della propria vita». Non la volle bere. Tali gesta compirono quei tre prodi.
19 Dicendo: Lungi da me il far cosa tale nel cospetto del mio Dio, che io beva il sangue di uomini tali, i quali ponendo a risico la loro vita mi han portata quest' acqua. Per questo egli non volle bere. Questa cosa fecero quei tre fortissimi uomini.
20 Abisài, fratello di Ioab, fu il capo dei Trenta. Egli impugnando la lancia contro trecento uomini li trafisse; si fece un nome fra i Trenta.20 Parimente Abisai fratello di Gioab era il primo di un ternario. Egli pure combattè colla sua lancia trecento uomini, e gli uccise; ed egli era famosissimo tra quei tre.
21 Fu stimato doppiamente fra i Trenta e divenne loro comandante, ma non giunse alla pari dei Tre.21 E il più glorioso, e capo di quei tre secondi; ma egli non agguagliò i tre primi.
22 Poi veniva Benaià, figlio di Ioiadà, uomo valoroso, di molte prodezze, originario di Kabseèl. Egli uccise i due figli di Arièl, di Moab; inoltre, sceso in una cisterna in un giorno di neve, vi abbatté un leone.22 Banaia di Cabseel figliuolo di Joiada uomo fortissimo, che avea fatto molte imprese: egli uccise i due arieli di Moab: ed egli pure calò in una cisterna, e in mezzo ad essa uccise un leone in tempo di nevata.
23 Uccise anche un Egiziano, alto cinque cubiti, il quale aveva in mano una lancia come un cilindro da tessitore; gli andò incontro con un bastone, strappò di mano all’Egiziano la lancia e lo uccise con la sua stessa lancia.
23 Egli pure uccise un Egiziano di statura di cinque cubiti, che aveva una lancia simile a un subbio da tessitori: ed egli andò contro di lui con un bastone, e gli strappò di mano la lancia, e con questa sua lancia l'uccise.
24 Questo fece Benaià, figlio di Ioiadà, e si fece un nome fra i trenta prodi.24 Queste cose fece Banaia figliuolo di Joiada, il quale era il più famoso dei tre campioni,
25 Fu glorioso fra i Trenta, ma non giunse alla pari dei Tre. Davide lo mise a capo del suo corpo di guardia.
25 Il primo di trenta; ma non agguagliava i tre primi: e Davidde lo fece suo confidente.
26 Ecco i prodi valorosi: Asaèl, fratello di Ioab, Elcanàn, figlio di Dodo, di Betlemme,26 Nell'esercito poi i più valorosi erano Asael fratello di Gioab, ed Elcanan figliuolo di suo zio paterno, che era di Bethlehem;
27 Sammòt di Carod, Cheles di Pelet,27 Sammoth di Arori, Helles di Phalon;
28 Ira, figlio di Ikkes, di Tekòa, Abièzer di Anatòt,28 Ira figliuolo di Acces di Tiiecua, Abiezer di Anathoth;
29 Sibbecài di Cusa, Ilài di Acòach,29 Sobbochai di Husath, Ilai di Ahoh;
30 Marài di Netofà, Cheled, figlio di Baanà, di Netofà,30 Maharai di Netophath. Heded figliuolo di Baana di Netophath;
31 Itài, figlio di Ribài, di Gàbaa dei figli di Beniamino, Benaià di Piratòn,31 Ethai figliuolo di Ribai di Gabaath della tribù di Beniamin, Banaia di Pharathon;
32 Curài di Nacalè-Gaas, Abièl di Arbàt,32 Hurai del torrente di Gaas, Abiel di Arbath, Azmoth di Bauram, Eliaba di Salabon.
33 Azmàvet di Bacurìm, Eliacbà di Saalbòn,33 De' figliuoli di Assem Gezonita, Jonathan figliuolo di Sago di Arari;
34 Iasen di Gun, Giònata, figlio di Saghè, di Arar,34 Ahiam figliuolo di Sachar di Arari;
35 Achiam, figlio di Sacar, di Arar, Elifèlet, figlio di Ur,35 Eliphal figliuolo di Ur;
36 Chefer di Mecherà, Achia di Pelon,36 Hepher di Mecherath, Ahia di Phelon;
37 Chesrò di Carmel, Naarài, figlio di Ezbài,37 Hesro del Carmelo, Naarai figliuolo di Asbai;
38 Gioele, fratello di Natan, Mibcar, figlio di Agrì,38 Joel fratello di Nathan, Mibahar figliuolo di Agarai;
39 Selek l’Ammonita, Nacrài di Beeròt, scudiero di Ioab, figlio di Seruià,39 Selec di Ammoni, Naarai di Beroth, scudiere di Gioab figliuolo di Sarvia;
40 Ira di Ieter, Gareb di Ieter,40 Ira di Jether, Oared di Jether;
41 Uria l’Ittita, Zabad, figlio di Aclài,41 Uria Hetheo, Zabad figliuolo di Oholi;
42 Adinà, figlio di Siza il Rubenita, capo dei Rubeniti, e con lui altri trenta,42 Adina figliuolo di Ziza della tribù di Ruben, capo dei Rubeniti, e con lui altri trenta:
43 Canan, figlio di Maacà, Giòsafat di Meten,43 Hanan figliuolo di Maacha, e Josaphat di Mathana;
44 Ozia di Astaròt, Sama e Ieièl, figli di Cotam di Aroèr,44 Ozia di Astaroth, Samma, e Jehiel figliuoli di Hotham di Arori;
45 Iediaèl, figlio di Simrì, e Ioca, suo fratello, di Tisì,45 Jedihel figliuolo di Samri, e Joha suo fratello di Thosa;
46 Elièl di Macavìm, Ieribài e Osea, figli di Elnàam, Itma il Moabita,46 Eliei di Mahumi, e Jeribai, e Josaia figliuoli di Elnaem, e Jethma di Moab, Eliei, e Obed, e Jasiel di Masobia.

Note:
Gen Es Lv Nm Dt Gs Gdc Rt 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Ne Tb Gdt Est 1Mac 2Mac Gb Sal Pr Qo Ct Sap Sir Is Ger Lam Bar Ez Dn Os Gl Am Abd Gn Mi Na Ab Sof Ag Zc Ml Mt Mc Lc Gv At Rm 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tt Fm Eb Gc 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd Ap