1Ecco i figli d’Israele, secondo il loro numero, i capi di casato, i comandanti di migliaia e di centinaia, i loro scribi al servizio del re, secondo le loro classi, delle quali una entrava e l’altra usciva, ogni mese, per tutti i mesi dell’anno. Ogni classe comprendeva ventiquattromila uomini.
2Alla prima classe, in funzione nel primo mese, presiedeva Iasobàm, figlio di Zabdièl; la sua classe era di ventiquattromila. 3Egli era dei discendenti di Peres ed era il capo di tutti i comandanti dell’esercito, per il primo mese.
4Alla classe del secondo mese presiedeva Dodài di Acòach; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
5Al terzo gruppo, per il terzo mese, presiedeva Benaià, figlio di Ioiadà, sommo sacerdote; la sua classe era di ventiquattromila uomini. 6Questo Benaià era un prode dei Trenta e aveva il comando dei Trenta e della sua classe. Suo figlio era Ammizabàd.
7Quarto, per il quarto mese, era Asaèl, fratello di Ioab, e, dopo di lui, Zebadia, suo figlio; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
8Quinto, per il quinto mese, era il comandante Samut, di Zerach; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
9Sesto, per il sesto mese, era Ira, figlio di Ikkes, di Tekòa; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
10Settimo, per il settimo mese, era Cheles, di Pelon, dei discendenti di Èfraim; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
11Ottavo, per l’ottavo mese, era Sibbecài, di Cusa, lo Zerachita; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
12Nono, per il nono mese, era Abièzer, di Anatòt, il Beniaminita; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
13Decimo, per il decimo mese, era Marài, di Netofà, lo Zerachita; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
14Undicesimo, per l’undicesimo mese, era Benaià, di Piratòn, dei discendenti di Èfraim; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
15Dodicesimo, per il dodicesimo mese, era Cheldài, di Netofà, della stirpe di Otnièl; la sua classe era di ventiquattromila uomini.
16Riguardo alle tribù d’Israele: della tribù di Ruben era condottiero Elièzer, figlio di Zikrì; di quella di Simeone, Sefatia, figlio di Maacà; 17di quella di Levi, Casabia, figlio di Kemuèl; degli Arònnidi, Sadoc; 18di quella di Giuda, Eliu, dei fratelli di Davide; di quella di Ìssacar, Omri, figlio di Michele; 19di quella di Zàbulon, Ismaia, figlio di Abdia; di quella di Nèftali, Ierimòt, figlio di Azrièl; 20degli Efraimiti, Osea, figlio di Azazia; di una metà della tribù di Manasse, Gioele, figlio di Pedaià; 21dell’altra metà della tribù di Manasse in Gàlaad, Iddo, figlio di Zaccaria; di quella di Beniamino, Iaasièl, figlio di Abner; 22di quella di Dan, Azarèl, figlio di Ierocàm. Questi erano i capi delle tribù d’Israele.
23Davide non fece il censimento di quelli al di sotto dei vent’anni, perché il Signore aveva detto che avrebbe moltiplicato Israele come le stelle del cielo. 24Ioab, figlio di Seruià, aveva cominciato il censimento, ma non lo terminò; proprio per questo si scatenò l’ira su Israele. Questo censimento non fu registrato nel libro delle Cronache del re Davide.
25Sovrintendenti: ai tesori del re, Azmàvet, figlio di Adièl; ai tesori che erano nella campagna, nelle città, nei villaggi e nelle torri, Giònata, figlio di Ozia; 26agli operai agricoli, per la lavorazione del suolo, Ezrì, figlio di Chelub; 27alle vigne, Simei, di Rama; ai prodotti delle vigne depositati nelle cantine, Zabdì, di Sefam; 28agli oliveti e ai sicomòri nella Sefela, Baal-Canan, di Gheder; ai depositi di olio, Ioas; 29agli armenti che pascolavano nella pianura di Saron, il Saronita Sitrài; agli armenti nelle valli, Safat, figlio di Adlài; 30ai cammelli, Obil, l’Ismaelita; alle asine, Iecdia, di Meronòt; 31alle pecore, Iaziz, l’Agareno. Tutti costoro erano sovrintendenti ai beni del re Davide.
32Giònata, zio di Davide, era consigliere; uomo intelligente e scriba, egli insieme con Iechièl, figlio di Acmonì, si occupava dei figli del re. 33Achitòfel era consigliere del re; Cusài, l’Arkita, era amico del re. 34Ad Achitòfel successero Ioiadà, figlio di Benaià, ed Ebiatàr. Comandante dell’esercito del re era Ioab.


Note:

1Cr 27:Questo c assomma quattro liste diverse: 1. i responsabili del servizio mensile (vv 1-15); 2. i responsabili delle tribù d'Israele (vv 16-24); 3. i responsabili dei beni del re (vv 25-31); 4. i consiglieri reali (vv 32-34). - Quanto alla prima lista, è possibile che già Davide abbia pensato a una organizzazione amministrativa, ma quella qui descritta sembra ispirarsi alle dodici prefetture di Salomone, le quali assicuravano, ciascuna per un mese, il mantenimento del re insieme alla sua gente e alle sue truppe (cf. 1Re 5,7-8). D'altra parte, la ripartizione in classi fa pensare a una organizzazione militare e i nomi dei responsabili sono stati presi tra quelli dei prodi di Davide. Forse si tratta dei contingenti dell'esercito di coscrizione che, sul finire della monarchia, assicuravano, mese per mese, il servizio di guarnigione.

1Cr 27,4:Dodo di Acoch: il TM aggiunge: «e la sua classe e Miklot, il capo»; om. dal greco.

1Cr 27,8:di Zerach: conget., hazarehi (cf. vv 11 e 13); il TM legge hajizerah.

1Cr 27,16:E' probabile che Davide abbia mantenuto l'organizzazione tribale, ma questa lista è artificiale: essa segue l'ordine dei figli di Giacobbe dato in 1Cr 2,12 ; conserva Ruben, Simeone e Levi, che non sono più al tempo di Davide tribù autonome e, avendo diviso Giuseppe in tre parti (Efraim e le due mezze tribù di Manasse), omette Gad e Aser per non superare il numero di dodici.

1Cr 27,23-24:Questi due vv si riferiscono al c 21 e sembrano destinati a spiegare perché le cifre di 1Cr 21 siano inferiori a quelle di 2Sam 24,9 .

1Cr 27,25:Si tratta degli amministratori dei possedimenti reali che esistevano già sotto Davide (cf. 1Cr 28,1). Questa lista non è stata inventata; lo si arguisce anche dai nomi propri non israeliti che essa contiene, ma non possiamo verificarne i dettagli né la data.

1Cr 27,34:A eccezione di Ioab, la lista non corrisponde a quelle dei grandi ufficiali di Davide fornite in 1Cr 18,14-17; 2Sam 8,15-16; 2Sam 20,23-25 . Abbiamo qui i consiglieri privati del re. Questa lista può dipendere da una fonte antica attendibile, databile alla fine del regno di Davide. Ebiatàr deve essere il sacerdote di questo nome (1Sam 22,20s) ma il suo carattere sacerdotale non è precisato a causa della preponderanza acquisita dalla famiglia del suo concorrente, Zadok.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online