Scrutatio

Friday, 1 March 2024 - San Felice III ( Letture di oggi)

Vangelo secondo Matteo 23


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Tunc Iesus locutus est ad turbas et ad discipulos suos1 Allora Gesù si rivolse alla folla e ai suoi discepoli dicendo:
2 dicens: “Super cathedram Moysis sederunt scribae et pharisaei.2 "Sulla cattedra di Mosè si sono seduti gli scribi e i farisei.
3 Omnia ergo, quaecumquedixerint vobis, facite et servate; secundum opera vero eorum nolite facere:dicunt enim et non faciunt.3 Quanto vi dicono, fatelo e osservatelo, ma non fate secondo le loro opere, perché dicono e non fanno.
4 Alligant autem onera gravia et importabilia etimponunt in umeros hominum, ipsi autem digito suo nolunt ea movere.4 Legano infatti pesanti fardelli e li impongono sulle spalle della gente, ma loro non vogliono muoverli neppure con un dito.
5 Omnia veroopera sua faciunt, ut videantur ab hominibus: dilatant enim phylacteria sua etmagnificant fimbrias,5 Tutte le loro opere le fanno per essere ammirati dagli uomini: allargano i loro filattéri e allungano le frange;
6 amant autem primum recubitum in cenis et primascathedras in synagogis6 amano posti d'onore nei conviti, i primi seggi nelle sinagoghe
7 et salutationes in foro et vocari ab hominibus Rabbi.7 e i saluti nelle piazze, come anche sentirsi chiamare "rabbì" dalla gente.
8 Vos autem nolite vocari Rabbi; unus enim est Magister vester, omnes autem vosfratres estis.8 Ma voi non fatevi chiamare "rabbì", perché uno solo è il vostro maestro e voi siete tutti fratelli.
9 Et Patrem nolite vocare vobis super terram, unus enim est Patervester, caelestis.9 E non chiamate nessuno "padre" sulla terra, perché uno solo è il Padre vostro, quello del cielo.
10 Nec vocemini Magistri, quia Magister vester unus est,Christus.10 E non fatevi chiamare "maestri", perché uno solo è il vostro Maestro, il Cristo.
11 Qui maior est vestrum, erit minister vester.11 Il più grande tra voi sia vostro servo;
12 Qui autem seexaltaverit, humiliabitur; et, qui se humiliaverit, exaltabitur.
12 chi invece si innalzerà sarà abbassato e chi si abbasserà sarà innalzato.

13 Vae autem vobis, scribae et pharisaei hypocritae, quia clauditis regnumcaelorum ante homines! Vos
enim non intratis nec introeuntes sinitis intrare.
13 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; perché così voi non vi entrate, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrarci
14
14 .
15 Vae vobis, scribae etpharisaei hypocritae, quia circuitis mare et aridam, ut faciatis unumproselytum, et cum fuerit factus, facitis eum filium gehennae duplo quam vos!
15 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo proselito e, ottenutolo, lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.
16 Vae vobis, duces caeci, qui dicitis: “Quicumque iuraverit per templum,nihil est; quicumque autem iuraverit in auro templi, debet”.16 Guai a voi, guide cieche, che dite: Se si giura per il tempio non vale, ma se si giura per l'oro del tempio si è obbligati.
17 Stulti etcaeci! Quid enim maius est: aurum an templum, quod sanctificat aurum?17 Stolti e ciechi: che cosa è più grande, l'oro o il tempio che rende sacro l'oro?
18 Et: “Quicumqueiuraverit in altari, nihil est; quicumque autem iuraverit in dono, quod estsuper illud, debet”.18 E dite ancora: Se si giura per l'altare non vale, ma se si giura per l'offerta che vi sta sopra, si resta obbligati.
19 Caeci! Quid enim maius est: donum an altare, quodsanctificat donum?19 Ciechi! Che cosa è più grande, l'offerta o l'altare che rende sacra l'offerta?
20 Qui ergo iuraverit in altari, iurat in eo et in omnibus,quae super illud sunt;20 Ebbene, chi giura per l'altare, giura per l'altare e per quanto vi sta sopra;
21 et, qui iuraverit in templo, iurat in illo et in eo,qui inhabitat in ipso;21 e chi giura per il tempio, giura per il tempio e per Colui che l'abita.
22 et, qui iuraverit in caelo, iurat in throno Dei et ineo, qui sedet super eum.
22 E chi giura per il cielo, giura per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso.
23 Vae vobis, scribae et pharisaei hypocritae, quia decimatis mentam et anethumet cyminum et reliquistis, quae graviora sunt legis: iudicium et misericordiamet fidem! Haec oportuit facere et illa non omittere.23 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pagate la decima della menta, dell'anèto e del cumìno, e trasgredite le prescrizioni più gravi della legge: la giustizia, la misericordia e la fedeltà. Queste cose bisognava praticare, senza omettere quelle.
24 Duces caeci, excolantesculicem, camelum autem glutientes.
24 Guide cieche, che filtrate il moscerino e ingoiate il cammello!
25 Vae vobis, scribae et pharisaei hypocritae, quia mundatis, quod de foris estcalicis et paropsidis, intus autem pleni sunt rapina et immunditia!25 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno del bicchiere e del piatto mentre all'interno sono pieni di rapina e d'intemperanza.
26 Pharisaeecaece, munda prius, quod intus est calicis, ut fiat et id, quod de foris eiusest, mundum.
26 Fariseo cieco, pulisci prima l'interno del bicchiere, perché anche l'esterno diventi netto!
27 Vae vobis, scribae et pharisaei hypocritae, quia similes estis sepulcrisdealbatis, quae a foris quidem parent speciosa, intus vero plena sunt ossibusmortuorum et omni spurcitia!27 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che rassomigliate a sepolcri imbiancati: essi all'esterno son belli a vedersi, ma dentro sono pieni di ossa di morti e di ogni putridume.
28 Sic et vos a foris quidem paretis hominibusiusti, intus autem pleni estis hypocrisi et iniquitate.
28 Così anche voi apparite giusti all'esterno davanti agli uomini, ma dentro siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.
29 Vae vobis, scribae et pharisaei hypocritae, qui aedificatis sepulcraprophetarum et ornatis monumenta iustorum29 Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che innalzate i sepolcri ai profeti e adornate le tombe dei giusti,
30 et dicitis: “Si fuissemus indiebus patrum nostrorum, non essemus socii eorum in sanguine prophetarum”!30 e dite: Se fossimo vissuti al tempo dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro per versare il sangue dei profeti;
31 Itaque testimonio estis vobismetipsis quia filii estis eorum, qui prophetasocciderunt.31 e così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli degli uccisori dei profeti.
32 Et vos implete mensuram patrum vestrorum.32 Ebbene, colmate la misura dei vostri padri!

33 Serpentes, geniminaviperarum, quomodo fugietis a iudicio gehennae?33 Serpenti, razza di vipere, come potrete scampare dalla condanna della Geenna?
34 Ideo ecce ego mitto ad vosprophetas et sapientes et scribas; ex illis occidetis et crucifigetis et ex eisflagellabitis in synagogis vestris et persequemini de civitate in civitatem,34 Perciò ecco, io vi mando profeti, sapienti e scribi; di questi alcuni ne ucciderete e crocifiggerete, altri ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città;
35 ut veniat super vos omnis sanguis iustus, qui effusus est super terram asanguine Abel iusti usque ad sanguinem Zachariae filii Barachiae, quemoccidistis inter templum et altare.35 perché ricada su di voi tutto il sangue innocente versato sopra la terra, dal sangue del giusto Abele fino al sangue di Zaccaria, figlio di Barachìa, che avete ucciso tra il santuario e l'altare.
36 Amen dico vobis: Venient haec omnia supergenerationem istam.
36 In verità vi dico: tutte queste cose ricadranno su questa generazione.

37 Ierusalem, Ierusalem, quae occidis prophetas et lapidas eos, qui ad te missisunt, quotiens volui congregare filios tuos, quemadmodum gallina congregatpullos suos sub alas, et noluistis!37 Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono inviati, quante volte ho voluto raccogliere i tuoi figli, come una gallina raccoglie i pulcini sotto le ali, e voi non avete voluto!
38 Ecce relinquitur vobis domus vestradeserta!38 Ecco: 'la vostra casa vi sarà lasciata deserta!'
39 Dico enim vobis: Non me videbitis amodo, donec dicatis:"Benedictus, qui venit in nomine Dominil" ”.
39 Vi dico infatti che non mi vedrete più finché non direte: 'Benedetto colui che viene nel nome del Signore!'".