Scrutatio

Saturday, 20 July 2024 - Sant'Apollinare di Ravenna ( Letture di oggi)

Vangelo secondo Marco 1


font

Predicazione di Giovanni Battista.

1- Principio del Vangelo di Gesù Cristo, figlio di Dio.2Com'è scritto nel profeta Isaia: «Ecco, io mando il mio angelo dinanzi a te, a preparti la via.3Voce di uno che grida nel deserto: - Preparate la via del Signore, raddrizzate i suoi sentieri-».4Appare Giovanni a battezzare nel deserto e a predicare un battesimo di penintenza per la remissione dei peccati.5Tutto il paese della Giudea e tutti gli abitanti di Gerusalemme accorrevano a lui e, confessando i loro peccati, ricevevano da lui il battesimo nel fiume Giordano.6Ora Giovanni aveva vesti di pelo di cammello, con una cintura di cuoio intorno ai fianchi e si nutriva di locuste e di miele selvatico. E predicava dicendo:7«Viene dopo di me colui che è più forte di me, al quale io non son degno di chinarmi a sciogliere il legaccio dei calzari.8Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».

Battesimo e tentazione di Gesù

9In quei giorni Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato da Giovanni nel Giordano;10e tosto, mentre egli usciva dall'acqua, vide spalancarsi i cieli e lo Spirito scendere sopra di lui quasi colomba.11E dal cielo una voce si fece udire: «Tu sei il mio Figliuolo diletto, in te ho posto le mie compiacenze».12E subito dopo lo Spirito lo spinse nel deserto,13ove rimase per quaranta giorni e quaranta notti, tentato da Satana; egli stava con le fiere e gli angeli lo servivano.

I primi apostoli

14Dopo che Giovanni fu messo in prigione, Gesù venne in Galilea, predicando il Vangelo del regno di Dio.15Egli diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; fate penitenza e credete al Vangelo».16Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di lui, mentre gettavano in mare le reti, poichè erano pescatori.17Gesù disse loro: «Venite dietro a me e vi farò pescatori di uomini».18Ed essi, lasciate prontamente le reti, lo seguirono.19Andato un po' avanti, vide Giacomo di Zebedeo e Giovanni fratello di lui, mentre anch'essi nella barca rassettavan le reti;20subito li chiamò, ed essi, lasciato nella barca il padre loro Zebedeo coi garzoni, gli andarono dietro.

Guarigione d'un indemoniato a Cafarnao

21Vennero in Cafarnao; e subito, in giorno di sabato, Gesù entrato nella sinagoga si mise ad insegnare.22E la gente si meravigliava della sua dottrina, perchè egli insegnava come persona che ne avesse autorità e non come gli Scribi.23In quel mentre c'era nella lor sinagoga un uomo posseduto da uno spirito immondo, il quale si mise24a gridare: «Che c'è tra noi e te, Gesù Nazareno? Tu sei venuto per perderci. Io so chi tu sei: il Santo di Dio!».25Ma Gesù lo sgridò dicendo: «Taci ed esci da costui».26E lo spirito immondo, dopo averlo malmenato violentemente uscì da lui urlando forte.27Tutti restarono così sbigottiti da domandarsi tra loro: «Che cos'è mai ciò? Quale nuova dottrina è questa? Egli comanda con autorità anche agli spiriti immondi e questi gli ubbidiscono».28E la sua fama si sparse rapidamente in tutta la Galilea.

La suocera di Pietro e altri infermi guariti

29Appena usciti dalla sinagoga, andaron con Giacomo e Giovanni nella casa di Simone d'Andrea,30ove la suocera di Simone era a letto con febbre. Subito gli parlano di lei,31ond'egli avvicinatala, la prese per la mano e la fece alzare; e tosto la febbre la lasciò ed ella si mise a servirli.32Giunta la sera, e tramontato il sole gli menaron tutti i malati e gli indemoniati;33e tutta la città si era affollata alla porta.34Ed egli ne curò molti ch'eran colpiti da diverse malattie e scacciò molti demoni, ma non permetteva a questi di dire di conoscerlo.35E alzatosi assai di buon mattino, uscì per andare in un luogo solitario a pregare.36Simone e quelli ch'eran con lui si diedero a cercarlo37e, trovatolo, gli dissero: «Tutti ti cercano».38Rispose loro: «Andiamo altrove, per i villaggi e le città vicine, affinchè predichi anche là; poichè per questo io son venuto».39E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demoni.

Il lebbroso guarito

40Venne a pregarlo un lebbroso, il quale buttatosi in ginocchio gli disse: «Se tu vuoi, puoi mondarmi».41Mosso a pietà, Gesù stese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio; sii mondato».42E a quelle parole la lebbra sparì da lui e fu mondato.43Gesù dopo avergli fatte severe ammonizioni, lo mandò via subito,44dicendogli: «Bada di non dir nulla a nessuno, ma va', mostrati al sacerdote e offri per la tua purificazione quanto ha ordinato Mosè in testimonianza per loro».45Ma colui, appena partito, cominciò a parlarne e a divulgare il fatto; tanto che Gesù non poteva più entrare palesemente in alcuna città, ma se ne stava fuori in luoghi appartati e la gente accorreva a lui da ogni parte.