Scrutatio

Saturday, 20 July 2024 - Sant'Apollinare di Ravenna ( Letture di oggi)

Esdra 1


font

Comincia il ritorno degli Ebrei dalla cattività.

1- L'anno primo di Ciro re dei Persiani, affinchè s'adempisse la parola che Dio aveva detto per bocca di Geremia, il Signore toccò il cuore di Ciro re de' Persiani, il quale diè voce per tutto il suo regno, anche con un rescritto, dicendo:2«Così dice Ciro re dei Persiani: - Il Signore, l'Iddio dei cieli, m'ha dato tutti i regni della terra; ed ora mi ha ingiunto di edificargli una casa in Gerusalemme, nella Giudea.3Chi di voi fa parte del popolo suo? Sia con lui il suo Dio. Vada a Gerusalemme, nella Giudea, e vi edifichi la casa del Signore Iddio di Israele; è quegli il Dio che è in Gerusalemme.4E tutti gli altri, dovunque abitino, li aiutino, dal luogo ove stanno, con argento, oro, materiale, e bestiame, oltre quello che offriranno volontariamente al tempio di Dio che è in Gerusalemme -».5Allora, i capi delle famiglie di Giuda e di Beniamino, i sacerdoti, i leviti, e tutti quelli a' quali Dio toccò il cuore, si mossero per andar a riedificare il tempio del Signore che era in Gerusalemme.6E tutti quelli che abitavano nelle vicinanze li aiutarono, dando loro oggetti d'argento e d'oro, e materiale e bestiame e suppellettili, oltre quello che offrivano volontariamente.7Inoltre il re Ciro mise fuori gli arredi del tempio del Signore, che Nabucodonosor aveva portati via da Gerusalemme, e collocati nel tempio del suo Dio.8Ciro re de' Persiani li fece rendere per mani di Mitridate figlio di Gazabar, che ne fece il computo, e li consegnò a Sassabasar principe di Giuda.9Eccone il numero: trenta bacini d'oro, mille bacini d'argento, ventinove coltelli, trenta coppe d'oro,10quattrocentodieci coppe secondarie d'argento, e mille altri oggetti.11In tutto, cinquemilaquattrocento pezzi d'oro e d'argento. Sassabasar li portò tutti con sè e con quelli che dalla cattività di Babilonia ritornavano in Gerusalemme.