Scrutatio

Friday, 1 March 2024 - San Felice III ( Letture di oggi)

Lettera ai Galati 6


font

1Fratelli, se uno viene sorpreso in qualche colpa, voi, che avete lo Spirito, correggetelo con spirito di dolcezza. E tu vigila su te stesso, per non essere tentato anche tu.2Portate i pesi gli uni degli altri: così adempirete la legge di Cristo.3Se infatti uno pensa di essere qualcosa, mentre non è nulla, inganna se stesso.4Ciascuno esamini invece la propria condotta e allora troverà motivo di vanto solo in se stesso e non in rapporto agli altri.5Ciascuno infatti porterà il proprio fardello.
6Chi viene istruito nella Parola, condivida tutti i suoi beni con chi lo istruisce.7Non fatevi illusioni: Dio non si lascia ingannare. Ciascuno raccoglierà quello che avrà seminato.8Chi semina nella sua carne, dalla carne raccoglierà corruzione; chi semina nello Spirito, dallo Spirito raccoglierà vita eterna.9E non stanchiamoci di fare il bene; se infatti non desistiamo, a suo tempo mieteremo.10Poiché dunque ne abbiamo l’occasione, operiamo il bene verso tutti, soprattutto verso i fratelli nella fede.
11Vedete con che grossi caratteri vi scrivo, di mia mano.12Quelli che vogliono fare bella figura nella carne, vi costringono a farvi circoncidere, solo per non essere perseguitati a causa della croce di Cristo.13Infatti neanche gli stessi circoncisi osservano la Legge, ma vogliono la vostra circoncisione per trarre vanto dalla vostra carne.14Quanto a me invece non ci sia altro vanto che nella croce del Signore nostro Gesù Cristo, per mezzo della quale il mondo per me è stato crocifisso, come io per il mondo.15Non è infatti la circoncisione che conta, né la non circoncisione, ma l’essere nuova creatura.16E su quanti seguiranno questa norma sia pace e misericordia, come su tutto l’Israele di Dio.
17D’ora innanzi nessuno mi procuri fastidi: io porto le stigmate di Gesù sul mio corpo.
18La grazia del Signore nostro Gesù Cristo sia con il vostro spirito, fratelli. Amen.

Note:

Gal 6,2:adempirete: BJ, con i codici vaticano, di Beza e altri ha: «adempite».

Gal 6,10:occasione: possibile allusione al tempo che precede la parusia (cf. Rm 13,11+; 2Cor 6,2+). - operiamo: var.: «noi operiamo». - verso tutti: infatti, ogni buona azione con la quale il cristiano esprime il suo amore (Gal 5,14) riguarda gli altri: l'amore cristiano si esercita innanzitutto all'interno della comunità (Rm 14,15; 1Ts 4,9-10; 2Ts 1,3 ; ecc.), ma ha valore di testimonianza per tutti gli uomini (Rm 12,17): inoltre si deve estendere a tutti (1Ts 5,15; Rm 12,18s), anche ai nemici (Rm 12,20).

Gal 6,11:Secondo l'uso, Paolo aggiunge di suo pugno qualche parola (cf. 2Ts 3,17; 1Cor 16,21-24; Col 4,18 e forse Rm 16,17-20). Scrivere a grandi caratteri era un modo per sottolineare.

Gal 6,14:croce: cf. Gal 3,1 ; - crocifisso: (per il mondo) cf. Gal 2,19 ; il mondo della carne e del peccato (cf. Gal 1,4+; Gal 4,3+; 1Cor 1,20; 2Cor 4,4; Ef 2,2 , ecc.; Gv 1,10+).

Gal 6,15:infatti: la volg. aggiunge: «in Cristo Gesù».

Gal 6,16:l'Israele di Dio: il popolo cristiano, erede delle promesse (cf. Gal 3,6-9; Gal 3,29; Gal 4,21-31; Rm 9,6-8), in opposizione a Israele secondo la carne (1Cor 10,18).

Gal 6,17:stigmate: le cicatrici dei cattivi trattamenti sopportati per il Cristo (cf. 2Cor 4,10; 2Cor 6,4-5; 2Cor 11,23-28; Col 1,24). Agli occhi di Paolo questi segni sono più gloriosi di ogni altro segno impresso nella carne (vv 13-14; cf. 2Cor 11,18; Fil 3,7).