Scrutatio

Thursday, 18 April 2024 - San Galdino ( Letture di oggi)

Esodo 1


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Haec sunt nomina filiorum Is rael, qui ingressi sunt Aegyp tum cum Iacob; singuli cum domibus suis introierunt:1 Questi sono i nomi dei figli d'Israele entrati in Egitto con Giacobbe e arrivati ognuno con la sua famiglia:
2 Ruben, Simeon, Levi, Iuda,2 Ruben, Simeone, Levi e Giuda,
3 Issachar, Zabulon et Beniamin,3 Issacar, Zàbulon e Beniamino,
4 Dan et Nephthali, Gad et Aser.4 Dan e Nèftali, Gad e Aser.
5 Erant igitur omnes animae eorum, qui egressi sunt de femore Iacob, septuaginta; Ioseph autem in Aegypto erat.5 Tutte le persone nate da Giacobbe erano settanta, Giuseppe si trovava già in Egitto.
6 Quo mortuo et universis fratribus eius omnique cognatione illa,6 Giuseppe poi morì e così tutti i suoi fratelli e tutta quella generazione.
7 filii Israel creverunt et pullulantes multiplicati sunt ac roborati nimis impleverunt terram.
7 I figli d'Israele prolificarono e crebbero, divennero numerosi e molto potenti e il paese ne fu ripieno.
8 Surrexit interea rex novus super Aegyptum, qui ignorabat Ioseph;8 Allora sorse sull'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe.
9 et ait ad populum suum: “ Ecce, populus filiorum Israel multus et fortior nobis est;9 E disse al suo popolo: "Ecco che il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più forte di noi.
10 venite, prudenter agamus cum eo, ne forte multiplicetur et, si ingruerit contra nos bellum, addatur inimicis nostris, expugnatisque nobis, egrediatur de terra ”.10 Prendiamo provvedimenti nei suoi riguardi per impedire che aumenti, altrimenti, in caso di guerra, si unirà ai nostri avversari, combatterà contro di noi e poi partirà dal paese".
11 Praeposuit itaque eis magistros operum, ut affligerent eos oneribus; aedificaveruntque urbes promptuarias pharaoni, Phithom et Ramesses.11 Allora vennero imposti loro dei sovrintendenti ai lavori forzati per opprimerli con i loro gravami, e così costruirono per il faraone le città-deposito, cioè Pitom e Ramses.
12 Quantoque opprimebant eos, tanto magis multiplicabantur et crescebant.12 Ma quanto più opprimevano il popolo, tanto più si moltiplicava e cresceva oltre misura; si cominciò a sentire come un incubo la presenza dei figli d'Israele.
13 Formidaveruntque filios Israel Aegyptii et in servitutem redegerunt eos13 Per questo gli Egiziani fecero lavorare i figli d'Israele trattandoli duramente.
14 atque ad amaritudinem perducebant vitam eorum operibus duris luti et lateris omnique famulatu, quo in terrae operibus premebantur.
14 Resero loro amara la vita costringendoli a fabbricare mattoni di argilla e con ogni sorta di lavoro nei campi: e a tutti questi lavori li obbligarono con durezza.
15 Dixit autem rex Aegypti obstetricibus Hebraeorum, quarum una vocabatur Sephra, altera Phua,15 Poi il re d'Egitto disse alle levatrici degli Ebrei, delle quali una si chiamava Sifra e l'altra Pua:
16 praecipiens eis: “ Quando obstetricabitis Hebraeas, et partus tempus advenerit, si masculus fuerit, interficite eum; si femina, reservate ”.16 "Quando assistete al parto delle donne ebree, osservate quando il neonato è ancora tra le due sponde del sedile per il parto: se è un maschio, lo farete morire; se è una femmina, potrà vivere".
17 Timuerunt autem obstetrices Deum et non fecerunt iuxta praeceptum regis Aegypti, sed conservabant mares.17 Ma le levatrici temettero Dio: non fecero come aveva loro ordinato il re d'Egitto e lasciarono vivere i bambini.
18 Quibus ad se accersitis rex ait: “ Quidnam est hoc, quod facere voluistis, ut pueros servaretis? ”.18 Il re d'Egitto chiamò le levatrici e disse loro: "Perché avete fatto questo e avete lasciato vivere i bambini?".
19 Quae responderunt: “ Non sunt Hebraeae sicut Aegyptiae mulieres; ipsae enim robustae sunt et, priusquam veniamus ad eas, pariunt ”.19 Le levatrici risposero al faraone: "Le donne ebree non sono come le egiziane: sono piene di vitalità: prima che arrivi presso di loro la levatrice, hanno già partorito!".
20 Bene ergo fecit Deus obstetricibus, et crevit populus confortatusque est nimis;20 Dio beneficò le levatrici. Il popolo aumentò e divenne molto forte.
21 et, quia timuerunt obstetrices Deum, aedificavit illis domos.
21 E poiché le levatrici avevano temuto Dio, egli diede loro una numerosa famiglia.
22 Praecepit ergo pharao omni populo suo dicens: “ Quidquid masculini sexus natum fuerit, in flumen proicite; quidquid feminei, reservate ”.
22 Allora il faraone diede quest'ordine a tutto il suo popolo: "Ogni figlio maschio che nascerà agli Ebrei, lo getterete nel Nilo, ma lascerete vivere ogni figlia".