Scrutatio

Saturday, 24 February 2024 - San Sergio di Cesarea ( Letture di oggi)

Secondo libro delle Cronache 17


font font righe continue righe continue righe continue righe continue font font
font

1Al suo posto divenne re suo figlio Giòsafat, che si fortificò contro Israele.2Egli mise guarnigioni militari in tutte le fortezze di Giuda; nominò governatori per le città di Giuda e per le città di Èfraim occupate dal padre Asa.
3Il Signore fu con Giòsafat, perché egli seguì la primitiva condotta di suo padre e non ricercò i Baal,4ma piuttosto ricercò il Dio di suo padre e ne seguì i comandi, senza imitare Israele.5Il Signore consolidò il regno nelle mani di Giòsafat e tutto Giuda gli portava offerte. Egli ebbe ricchezze e gloria in quantità.6Il suo cuore divenne forte nel seguire il Signore; eliminò anche le alture e i pali sacri da Giuda.
7Nell'anno terzo del suo regno mandò i suoi ufficiali Ben-Cail, Abdia, Zaccaria, Netaneèl e Michea a insegnare nelle città di Giuda.8Con essi c'erano i leviti Semaia, Natania, Zebadia, Asael, Semiraimot, Giònata, Adonia e Tobia e i sacerdoti Elisama e Ioram.9Insegnarono in Giuda; avevano con sé il libro della legge del Signore e percorsero tutte le città di Giuda, istruendo il popolo.
10Il terrore del Signore si diffuse per tutti i regni che circondavano Giuda e così essi non fecero guerra a Giòsafat.11Da parte dei Filistei si portavano a Giòsafat tributi e argento in dono; anche gli Arabi gli portavano bestiame minuto: settemilasettecento arieti e settemilasettecento capri.
12Giòsafat cresceva sempre in potenza. Egli costruì in Giuda castelli e città di approvvigionamento.
13Disponeva di molta manodopera nelle città di Giuda. In Gerusalemme risiedevano i suoi guerrieri, uomini valorosi.14Ecco il loro censimento secondo i casati: per Giuda, capi di migliaia: Adna il capo, e con lui trecentomila uomini valorosi.15Alle sue dipendenze c'era il comandante Giovanni e con lui duecentottantamila uomini.16Alle sue dipendenze c'era Amasia figlio di Zicrì, votato al Signore, e con lui duecentomila uomini valorosi;17per Beniamino, Eliada, uomo valoroso, e con lui duecentomila armati di arco e di scudo.18Alle sue dipendenze c'era Iozabad e con lui centottantamila uomini in assetto di guerra.
19Tutti costoro erano al servizio del re, oltre quelli che il re aveva stabiliti nelle fortezze in tutto Giuda.

Note:

2Cr 17,3:suo padre: il TM ha: «Davide suo padre».

2Cr 17,7:Questa missione per l'insegnamento della legge, affidata a cinque laici otto leviti e due sacerdoti, si puo difficilmente attribuire al regno di Giosafat. Essa riflette piuttosto l'epoca del cronista, quando si è sviluppata presso i leviti la funzione di istruttori, preparando l'era delle sinagoghe e dei dottori della legge.

2Cr 17,11:Non le tribù dell'Arabia, ma nomadi che si erano infiltrati nelle regioni di Edom e di Moab (cf. 2Cr 21,16).

2Cr 17,13-19:Al di là delle cifre, che sono stravaganti, queste notizie provengono da una buona fonte. Giosafat aveva un esercito di coscrizione reclutato per famiglie, distribuito in contingenti in cui Giuda e Beniamino sono distinti, e inquadrato da ufficiali. C'era anche un servizio addetto alle fortezze.