Scrutatio

Friday, 24 May 2024 - Maria Ausiliatrice ( Letture di oggi)

Lettera ai Filippesi 1


font
NOVA VULGATABIBBIA CEI 2008
1 Paulus et Timotheus servi Christi Iesu omnibus sanctis in Christo Iesu,qui sunt Philippis, cum episcopis et diaconis:1 Paolo e Timòteo, servi di Cristo Gesù, a tutti i santi in Cristo Gesù che sono a Filippi, con i vescovi e i diaconi:
2 gratia vobis et pax a Deo Patrenostro et Domino Iesu Christo.2 grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo.
3 Gratias ago Deo meo in omni memoria vestri,3 Rendo grazie al mio Dio ogni volta che mi ricordo di voi.
4 semper in omni oratione mea pro omnibus vobis cum gaudio deprecationem faciens4 Sempre, quando prego per tutti voi, lo faccio con gioia
5 super communione vestra in evangelio a prima die usque nunc;5 a motivo della vostra cooperazione per il Vangelo, dal primo giorno fino al presente.
6 confidens hocipsum, quia, qui coepit in vobis opus bonum, perficiet usque in diem ChristiIesu;6 Sono persuaso che colui il quale ha iniziato in voi quest’opera buona, la porterà a compimento fino al giorno di Cristo Gesù.
7 sicut est mihi iustum hoc sentire pro omnibus vobis, eo quod habeam incorde vos et in vinculis meis et in defensione et confirmatione evangelii sociosgratiae meae omnes vos esse.7 È giusto, del resto, che io provi questi sentimenti per tutti voi, perché vi porto nel cuore, sia quando sono in prigionia, sia quando difendo e confermo il Vangelo, voi che con me siete tutti partecipi della grazia.
8 Testis enim mihi Deus, quomodo cupiam omnes vosin visceribus Christi Iesu.8 Infatti Dio mi è testimone del vivo desiderio che nutro per tutti voi nell’amore di Cristo Gesù.
9 Et hoc oro, ut caritas vestra magis ac magisabundet in scientia et omni sensu,9 E perciò prego che la vostra carità cresca sempre più in conoscenza e in pieno discernimento,
10 ut probetis potiora, ut sitis sinceri etsine offensa in diem Christi,10 perché possiate distinguere ciò che è meglio ed essere integri e irreprensibili per il giorno di Cristo,
11 repleti fructu iustitiae, qui est per IesumChristum, in gloriam et laudem Dei.
11 ricolmi di quel frutto di giustizia che si ottiene per mezzo di Gesù Cristo, a gloria e lode di Dio.
12 Scire autem vos volo, fratres, quia, quae circa me sunt, magis ad profectumvenerunt evangelii,12 Desidero che sappiate, fratelli, come le mie vicende si siano volte piuttosto per il progresso del Vangelo,
13 ita ut vincula mea manifesta fierent in Christo in omnipraetorio et in ceteris omnibus;13 al punto che, in tutto il palazzo del pretorio e dovunque, si sa che io sono prigioniero per Cristo.
14 et plures e fratribus in Domino confidentesvinculis meis, abundantius audere sine timore verbum loqui.14 In tal modo la maggior parte dei fratelli nel Signore, incoraggiati dalle mie catene, ancor più ardiscono annunciare senza timore la Parola.
15 Quidam quidem etpropter invidiam et contentionem, quidam autem et propter bonam voluntatemChristum praedicant;15 Alcuni, è vero, predicano Cristo anche per invidia e spirito di contesa, ma altri con buoni sentimenti.
16 hi quidem ex caritate scientes quoniam in defensionemevangelii positus sum,16 Questi lo fanno per amore, sapendo che io sono stato incaricato della difesa del Vangelo;
17 illi autem ex contentione Christum annuntiant, nonsincere, existimantes pressuram se suscitare vinculis meis.17 quelli invece predicano Cristo con spirito di rivalità, con intenzioni non rette, pensando di accrescere dolore alle mie catene.
18 Quid enim? Dumomni modo, sive sub obtentu sive in veritate, Christus annuntietur, et in hocgaudeo; sed et gaudebo,18 Ma questo che importa? Purché in ogni maniera, per convenienza o per sincerità, Cristo venga annunciato, io me ne rallegro e continuerò a rallegrarmene.
19 scio enim quia hoc mihi proveniet in salutem pervestram orationem et subministrationem Spiritus Iesu Christi,19 So infatti che questo servirà alla mia salvezza, grazie alla vostra preghiera e all’aiuto dello Spirito di Gesù Cristo,
20 secundumexspectationem et spem meam quia in nullo confundar, sed in omni fiducia, sicutsemper et nunc, magnificabitur Christus in corpore meo, sive per vitam sive permortem.
20 secondo la mia ardente attesa e la speranza che in nulla rimarrò deluso; anzi nella piena fiducia che, come sempre, anche ora Cristo sarà glorificato nel mio corpo, sia che io viva sia che io muoia.
21 Mihi enim vivere Christus est et mori lucrum.21 Per me infatti il vivere è Cristo e il morire un guadagno.
22 Quod si vivere in carne, hicmihi fructus operis est, et quid eligam ignoro.22 Ma se il vivere nel corpo significa lavorare con frutto, non so davvero che cosa scegliere.
23 Coartor autem ex his duobus:desiderium habens dissolvi et cum Christo esse, multo magis melius;23 Sono stretto infatti fra queste due cose: ho il desiderio di lasciare questa vita per essere con Cristo, il che sarebbe assai meglio;
24 permanereautem in carne, magis necessarium est propter vos.24 ma per voi è più necessario che io rimanga nel corpo.
25 Et hoc confidens, scioquia manebo et permanebo omnibus vobis ad profectum vestrum et gaudium fidei,25 Persuaso di questo, so che rimarrò e continuerò a rimanere in mezzo a tutti voi per il progresso e la gioia della vostra fede,
26 ut gloriatio vestra abundet in Christo Iesu in me, per meum adventum iterum advos.
26 affinché il vostro vanto nei miei riguardi cresca sempre più in Cristo Gesù, con il mio ritorno fra voi.
27 Tantum digne evangelio Christi conversamini, ut sive cum venero et viderovos, sive absens audiam de vobis quia statis in uno Spiritu unanimes,concertantes fide evangelii;27 Comportatevi dunque in modo degno del vangelo di Cristo perché, sia che io venga e vi veda, sia che io rimanga lontano, abbia notizie di voi: che state saldi in un solo spirito e che combattete unanimi per la fede del Vangelo,
28 et in nullo perterriti ab adversariis, quod estillis indicium perditionis, vobis autem salutis, et hoc a Deo;28 senza lasciarvi intimidire in nulla dagli avversari. Questo per loro è segno di perdizione, per voi invece di salvezza, e ciò da parte di Dio.
29 quia vobis hocdonatum est pro Christo, non solum ut in eum credatis, sed ut etiam pro illopatiamini29 Perché, riguardo a Cristo, a voi è stata data la grazia non solo di credere in lui, ma anche di soffrire per lui,
30 idem certamen habentes, quale vidistis in me et nunc auditis in me.
30 sostenendo la stessa lotta che mi avete visto sostenere e sapete che sostengo anche ora.