Scrutatio

Friday, 1 March 2024 - San Felice III ( Letture di oggi)

Numeri 7


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Factum est autem in die, qua complevit Moyses habitaculum et erexit illud unxitque et sanctificavit cum omnibus vasis suis, altare similiter et omnia vasa eius,1 Quando Mosè ebbe finito di erigere la Dimora e l'ebbe unta e consacrata con tutti i suoi arredi, quando ebbe eretto l'altare con tutti i suoi arredi e li ebbe unti e consacrati,
2 obtulerunt principes Israel et capita familiarum, qui erant per singulas tribus praefecti eorum, qui numerati fuerant,2 i capi di Israele, capi dei loro casati paterni, che erano capitribù e avevano presieduto al censimento, presentarono una offerta
3 munera coram Domino sex plaustra tecta cum duodecim bobus. Unum plaustrum obtulere duo duces et unum bovem singuli; obtuleruntque ea in conspectu habitaculi.3 e la portarono davanti al Signore: sei carri e dodici buoi, cioè un carro per due capi e un bue per ogni capo e li offrirono davanti alla Dimora.
4 Ait autem Dominus ad Moysen:4 Il Signore disse a Mosè:
5 “ Suscipe ab eis, ut serviant in ministerio tabernaculi conventus, et trades ea Levitis iuxta ordinem ministerii sui ”.5 "Prendili da loro per impiegarli al servizio della tenda del convegno e assegnali ai leviti; a ciascuno secondo il suo servizio".
6 Itaque cum suscepisset Moyses plaustra et boves, tradidit eos Levitis.6 Mosè prese dunque i carri e i buoi e li diede ai leviti.
7 Duo plaustra et quattuor boves dedit filiis Gerson, iuxta id quod habebant necessarium.7 Diede due carri e quattro buoi ai figli di Gherson, secondo il loro servizio;
8 Quattuor alia plaustra et octo boves dedit filiis Merari, secundum offficia sua sub manu Ithamar filii Aaron sacerdotis.8 diede quattro carri e otto buoi ai figli di Merari, secondo il loro servizio, sotto la sorveglianza di Itamar, figlio del sacerdote Aronne;
9 Filiis autem Caath non dedit plaustra et boves, quia in sanctuario serviunt et onera propriis portant umeris.
9 ma ai figli di Keat non ne diede, perché avevano il servizio degli oggetti sacri e dovevano portarli sulle spalle.
10 Igitur obtulerunt duces in dedicationem altaris die, qua unctum est, oblationem suam ante altare.10 I capi presentarono l'offerta per la dedicazione dell'altare, il giorno in cui esso fu unto;
11 Dixitque Dominus ad Moysen: “ Singuli duces per singulos dies offerant munera in dedicationem altaris ”.
11 i capi presentarono l'offerta uno per giorno, per la dedicazione dell'altare.
12 Primo die obtulit oblationem suam Naasson filius Aminadab de tribu Iudae.12 Colui che presentò l'offerta il primo giorno fu Nacason, figlio di Amminadab, della tribù di Giuda;
13 Fueruntque in ea scutula argentea pondo centum triginta siclorum, phiala argentea habens septuaginta siclos iuxta pondus sanctuarii, utraque plena simila conspersa oleo in sacrificium,13 la sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
14 acetabulum ex decem siclis aureis plenum incenso,14 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
15 bos de armento et aries et agnus anniculus in holocaustum15 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
16 hircusque pro peccato;16 un capro per il sacrificio espiatorio
17 et in sacrificio pacificorum boves duo, arietes quinque, hirci quinque, agni anniculi quinque: haec est oblatio Naasson filii Aminadab.
17 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Nacason, figlio di Amminadab.
18 Secundo die obtulit Nathanael filius Suar dux de tribu Issachar18 Il secondo giorno, Netaneel, figlio di Suar, capo di Issacar, presentò l'offerta.
19 scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos iuxta pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,19 Offrì un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
20 acetabulum aureum habens decem siclos plenum incenso,20 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
21 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum21 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
22 hircumque pro peccato;22 un capro per il sacrificio espiatorio
23 et in sacrificio pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Nathanael filii Suar.
23 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Netaneel, figlio di Suar.
24 Tertio die princeps filiorum Zabulon Eliab filius Helon24 Il terzo giorno fu Eliab, figlio di Chelon, capo dei figli di Zàbulon.
25 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,25 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
26 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,26 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
27 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum27 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
28 hircumque pro peccato;28 un capro per il sacrificio espiatorio
29 et in sacrificio pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec est oblatio Eliab filii Helon.
29 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Eliab, figlio di Chelon.
30 Die quarto princeps filiorum Ruben Elisur filius Sedeur30 Il quarto giorno fu Elisur, figlio di Sedeur, capo dei figli di Ruben.
31 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,31 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
32 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,32 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
33 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum33 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
34 hircumque pro peccato;34 un capro per il sacrificio espiatorio
35 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Elisur filii Sedeur.
35 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Elisur, figlio di Sedeur.
36 Die quinto princeps filiorum Simeon Salamiel filius Surisaddai36 Il quinto giorno fu Selumiel, figlio di Surisaddai, capo dei figli di Simeone.
37 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,37 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
38 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,38 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
39 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum,39 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
40 hircumque pro peccato;40 un capro per il sacrificio espiatorio
41 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Salamiel filii Surisaddai.
41 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Selumiel, figlio di Surisaddai.
42 Die sexto princeps filiorum Gad Eliasaph filius Deuel42 Il sesto giorno fu Eliasaf, figlio di Deuel, capo dei figli di Gad.
43 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,43 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
44 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,44 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
45 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum,45 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
46 hircumque pro peccato;46 un capro per il sacrificio espiatorio
47 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Eliasaph filii Deuel.
47 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Eliasaf, figlio di Deuel.
48 Die septimo princeps filiorum Ephraim Elisama filius Ammiud48 Il settimo giorno fu Elesama, figlio di Ammiud, capo dei figli di Efraim.
49 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,49 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento del peso di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
50 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,50 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
51 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum,51 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
52 hircumque pro peccato;52 un capro per il sacrificio espiatorio
53 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Elisama filii Ammiud.
53 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Elesama, figlio di Ammiud.
54 Die octavo princeps filiorum Manasse Gamaliel filius Phadassur54 L'ottavo giorno fu Gamliel, figlio di Pedasur, capo dei figli di Manasse.
55 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,55 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
56 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,56 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
57 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum57 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
58 hircumque pro peccato;58 un capro per il sacrificio espiatorio
59 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Gamaliel filii Phadassur.
59 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Gamliel, figlio di Pedasur.
60 Die nono princeps filiorum Beniamin Abidan filius Gedeonis60 Il nono giorno fu Abidan, figlio di Ghideoni, capo dei figli di Beniamino.
61 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,61 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
62 et acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,62 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
63 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum63 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
64 hircumque pro peccato;64 un capro per il sacrificio espiatorio
65 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Abidan filii Gedeonis.
65 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Abidan, figlio di Ghideoni.
66 Die decimo princeps filiorum Dan Ahiezer filius Ammisaddai66 Il decimo giorno fu Achiezer, figlio di Ammisaddai, capo dei figli di Dan.
67 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,67 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
68 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,68 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
69 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum69 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
70 hircumque pro peccato;70 un capro per il sacrificio espiatorio
71 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Ahiezer filii Ammisaddai.
71 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Achiezer, figlio di Ammisaddai.
72 Die undecimo princeps filiorum Aser Phegiel filius Ochran72 L'undicesimo giorno fu Paghiel, figlio di Ocran, capo dei figli di Aser.
73 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila conspersa oleo in sacrificium,73 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
74 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,74 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
75 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum75 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
76 hircumque pro peccato;76 un capro per il sacrificio espiatorio
77 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Phegiel filii Ochran.
77 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Paghiel, figlio di Ocran.
78 Die duodecimo princeps filiorum Nephthali Ahira filius Enan78 Il decimosecondo giorno fu Achira, figlio di Enan, capo dei figli di Nèftali.
79 obtulit scutulam argenteam appendentem centum triginta siclos, phialam argenteam habentem septuaginta siclos ad pondus sanctuarii, utramque plenam simila oleo conspersa in sacrificium,79 La sua offerta fu un piatto d'argento del peso di centotrenta sicli, un vassoio d'argento di settanta sicli, secondo il siclo del santuario, tutti e due pieni di fior di farina intrisa in olio, per l'oblazione,
80 acetabulum aureum appendens decem siclos plenum incenso,80 una coppa d'oro di dieci sicli piena di profumo,
81 bovem de armento et arietem et agnum anniculum in holocaustum81 un giovenco, un ariete, un agnello dell'anno per l'olocausto,
82 hircumque pro peccato;82 un capro per il sacrificio espiatorio
83 et in hostias pacificorum boves duos, arietes quinque, hircos quinque, agnos anniculos quinque: haec fuit oblatio Ahira filii Enan.
83 e per il sacrificio di comunione due buoi, cinque arieti, cinque capri, cinque agnelli dell'anno. Tale fu l'offerta di Achira, figlio di Enan.
84 Haec in dedicatione altaris oblata sunt a principibus Israel in die, qua consecratum est: scutulae argenteae duodecim, phialae argenteae duodecim, acetabula duodecim,84 Questi furono i doni per la dedicazione dell'altare da parte dei capi d'Israele, il giorno in cui esso fu unto: dodici piatti d'argento, dodici vassoi d'argento, dodici coppe d'oro;
85 ita ut centum triginta siclos argenti haberet una scutella, et septuaginta siclos haberet una phiala, id est in commune vasorum omnium ex argento sicli duo milia quadringenti pondere sanctuarii;85 ogni piatto d'argento pesava centotrenta sicli e ogni vassoio d'argento settanta; il totale dell'argento dei vasi fu duemilaquattrocento sicli, secondo il siclo del santuario;
86 acetabula aurea duodecim plena incenso denos siclos appendentia pondere sanctuarii, id est simul auri sicli centum viginti;86 dodici coppe d'oro piene di profumo, le quali, a dieci sicli per coppa, secondo il siclo del santuario, diedero per l'oro delle coppe un totale di centoventi sicli.
87 omnes boves de armento in holocaustum duodecim, arietes duodecim, agni anniculi duodecim et libamenta eorum; hirci duodecim pro peccato.87 Totale del bestiame per l'olocausto: dodici giovenchi, dodici arieti, dodici agnelli dell'anno, con le oblazioni consuete, e dodici capri per il sacrificio espiatorio.
88 In hostias pacificorum omnes boves viginti quattuor, arietes sexaginta, hirci sexaginta, agni anniculi sexaginta: haec oblata sunt in dedicatione altaris, quando unctum est.
88 Totale del bestiame per il sacrificio di comunione: ventiquattro giovenchi, sessanta arieti, sessanta capri, sessanta agnelli dell'anno. Questi furono i doni per la dedicazione dell'altare, dopo che esso fu unto.
89 Cumque ingrederetur Moyses tabernaculum testimonii, ut consuleret oraculum, audiebat vocem loquentis ad se de propitiatorio, quod erat super arcam testimonii inter duos cherubim, unde et loquebatur ei.
89 Quando Mosè entrava nella tenda del convegno per parlare con il Signore, udiva la voce che gli parlava dall'alto del coperchio che è sull'arca della testimonianza fra i due cherubini; il Signore gli parlava.