1Chiedete al Signore la pioggia tardiva di primavera;
è il Signore che forma i nembi,
egli riversa pioggia abbondante,
dona all’uomo il pane,
a ognuno l’erba dei campi.
2Poiché i terafìm dicono menzogne,
gli indovini vedono il falso,
raccontano sogni fallaci,
danno vane consolazioni:
perciò vagano come un gregge,
sono oppressi, perché senza pastore.
3Contro i pastori divampa il mio sdegno
e contro i montoni dirigo lo sguardo,
poiché il Signore degli eserciti visiterà il suo gregge
e ne farà come un cavallo splendido in battaglia.
4Da lui uscirà la pietra d’angolo,
da lui il piolo, da lui l’arco di guerra,
da lui tutti quanti i condottieri.
5Saranno come prodi che calpestano
il fango delle strade in battaglia.
Combatteranno, perché il Signore è con loro,
e rimarranno confusi coloro che cavalcano i destrieri.
6Io rafforzerò la casa di Giuda
e renderò vittoriosa la casa di Giuseppe:
li ricondurrò, poiché ne ho avuto pietà;
saranno come se non li avessi mai ripudiati,
poiché io sono il Signore, loro Dio,
e li esaudirò.
7Saranno come un eroe quelli di Èfraim,
gioirà il loro cuore come inebriato dal vino,
i loro figli vedranno e gioiranno
e il loro cuore esulterà nel Signore.
8Con un fischio li chiamerò a raccolta,
quando li avrò riscattati,
e saranno numerosi come prima.
9Dopo che li avrò dispersi fra i popoli,
nelle regioni remote si ricorderanno di me,
vi alleveranno figli e torneranno.
10Li farò ritornare dalla terra d’Egitto,
li raccoglierò dall’Assiria,
per ricondurli nella terra di Gàlaad e del Libano,
e non basterà per loro lo spazio.
11Attraverseranno il mare d’Egitto,
percuoteranno le onde del mare,
saranno inariditi i gorghi del Nilo.
Sarà abbattuto l’orgoglio dell'Assiria
e rimosso lo scettro d’Egitto.
12Li renderò forti nel Signore
e cammineranno nel suo nome».
Oracolo del Signore.


Note:

Zc 10,2:gli strumenti divinatori: alla lettera «i terafim». Gli indovini e i terafim si ritrovano associati in 1Sam 15,23 . I terafim sono, qui, mezzi di divinazione (cf. Ez 21,26) . L'attività degli indovini è attestata, dopo l'esilio da Ml 3,5 (cf. Lv 19,31; Lv 20,6).

Zc 10,3-11,3:Questo difficile passo, unificato dal titolo, è un insieme curioso di brani nei quali parla il Signore (vv 3a.6.8-11) o dove si parla di lui in terza persona (3b-5.7.12; Zc 11,1-3).

Zc 10,3:dirigo lo sguardo o «visiterò» (paqad, come nello stico seguente): visita punitiva contro i monarchi stranieri che dominano il popolo santo. Il termine di «pastore» è loro applicato in Ger 25,34s; Na 3,18 (e cf. Is 44,28); ugualmente quello di «capro» in Dn 8,5s . La seconda «visita» al gregge è invece favorevole.

Zc 10,4:I capi che stanno per sorgere dal popolo.

Zc 10,9:alleveranno: wehijjû, con i LXX; il TM legge wehajû, «vivranno (con)»; BJ congettura wehawwû, «istruiranno».

Zc 10,10:L'Assiria e l'Egitto designano qui i paesi oppressori in genere. - Gàlaad fu il primo territorio conquistato dopo l'esodo (cf. Is 40,3+).

Zc 10,11:Attraverseranno: con i LXX; il TM legge: «attraverserà». - verso Tiro: in base al seguito del v, BJ congettura: «d'Egitto»; il TM legge carah, «dell'angustia» o «stretta» (LXX).

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online