Scrutatio

Friday, 23 February 2024 - San Policarpo ( Letture di oggi)

Proverbia 7


font
VULGATABIBBIA
1 Fili mi, custodi sermones meos,
et præcepta mea reconde tibi.
Fili,
1 Figlio mio, custodisci le mie parole
e fa' tesoro dei miei precetti.
2 serva mandata mea, et vives ;
et legem meam quasi pupillam oculi tui :
2 Osserva i miei precetti e vivrai,
il mio insegnamento sia come la pupilla dei tuoi occhi.
3 liga eam in digitis tuis,
scribe illam in tabulis cordis tui.
3 Lègali alle tue dita,
scrivili sulla tavola del tuo cuore.
4 Dic sapientiæ : Soror mea es,
et prudentiam voca amicam tuam :
4 Di' alla sapienza: "Tu sei mia sorella",
e chiama amica l'intelligenza,
5 ut custodiant te a muliere extranea,
et ab aliena quæ verba sua dulcia facit.
5 perché ti preservi dalla donna forestiera,
dalla straniera che ha parole di lusinga.
6 De fenestra enim domus meæ
per cancellos prospexi,
6 Mentre dalla finestra della mia casa
stavo osservando dietro le grate,
7 et video parvulos ;
considero vecordem juvenem,
7 ecco vidi fra gli inesperti,
scorsi fra i giovani un dissennato.
8 qui transit per plateam juxta angulum
et prope viam domus illius graditur :
8 Passava per la piazza, accanto all'angolo della straniera,
e s'incamminava verso la casa di lei,
9 in obscuro, advesperascente die,
in noctis tenebris et caligine.
9 all'imbrunire, al declinare del giorno,
all'apparir della notte e del buio.
10 Et ecce occurrit illi mulier ornatu meretricio,
præparata ad capiendas animas :
garrula et vaga,
10 Ecco farglisi incontro una donna,
in vesti di prostituta e la dissimulazione nel cuore.
11 quietis impatiens,
nec valens in domo consistere pedibus suis ;
11 Essa è audace e insolente,
non sa tenere i piedi in casa sua.
12 nunc foris, nunc in plateis,
nunc juxta angulos insidians.
12 Ora è per la strada, ora per le piazze,
ad ogni angolo sta in agguato.
13 Apprehensumque deosculatur juvenem,
et procaci vultu blanditur, dicens :
13 Lo afferra, lo bacia
e con sfacciataggine gli dice:
14 Victimas pro salute vovi ;
hodie reddidi vota mea :
14 "Dovevo offrire sacrifici di comunione;
oggi ho sciolto i miei voti;
15 idcirco egressa sum in occursum tuum,
desiderans te videre, et reperi.
15 per questo sono uscita incontro a te
per cercarti e ti ho trovato.
16 Intexui funibus lectulum meum ;
stravi tapetibus pictis ex Ægypto :
16 Ho messo coperte soffici sul mio letto,
tela fine d'Egitto;
17 aspersi cubile meum myrrha,
et aloë, et cinnamomo.
17 ho profumato il mio giaciglio di mirra,
di aloè e di cinnamòmo.
18 Veni, inebriemur uberibus,
et fruamur cupitis amplexibus donec illucescat dies.
18 Vieni, inebriamoci d'amore fino al mattino,
godiamoci insieme amorosi piaceri,
19 Non est enim vir in domo sua :
abiit via longissima :
19 poiché mio marito non è in casa,
è partito per un lungo viaggio,
20 sacculum pecuniæ secum tulit ;
in die plenæ lunæ reversurus est in domum suam.
20 ha portato con sé il sacchetto del denaro,
tornerà a casa il giorno del plenilunio".
21 Irretivit eum multis sermonibus,
et blanditiis labiorum protraxit illum.
21 Lo lusinga con tante moine,
lo seduce con labbra lascive;
22 Statim eam sequitur quasi bos ductus ad victimam,
et quasi agnus lasciviens,
et ignorans quod ad vincula stultus trahatur :
22 egli incauto la segue,
come un bue va al macello;
come un cervo preso al laccio,
23 donec transfigat sagitta jecur ejus,
velut si avis festinet ad laqueum,
et nescit quod de periculo animæ illius agitur.
23 finché una freccia non gli lacera il fegato;
come un uccello che si precipita nella rete
e non sa che è in pericolo la sua vita.
24 Nunc ergo, fili mi, audi me,
et attende verbis oris mei.
24 Ora, figlio mio, ascoltami,
fa' attenzione alle parole della mia bocca.
25 Ne abstrahatur in viis illius mens tua,
neque decipiaris semitis ejus ;
25 Il tuo cuore non si volga verso le sue vie,
non aggirarti per i suoi sentieri,
26 multos enim vulneratos dejecit,
et fortissimi quique interfecti sunt ab ea.
26 perché molti ne ha fatti cadere trafitti
ed erano vigorose tutte le sue vittime.
27 Viæ inferi domus ejus,
penetrantes in interiora mortis.
27 La sua casa è la strada per gli inferi,
che scende nelle camere della morte.