Scrutatio

Friday, 23 February 2024 - San Policarpo ( Letture di oggi)

Danielis 1


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Anno tertio regni Ioachim regis Iudae venit Nabuchodonosor rex BabylonisIerusalem et obsedit eam;1 L'anno terzo del regno di Ioiakìm re di Giuda, Nabucodònosor re di Babilonia marciò su Gerusalemme e la cinse d'assedio.
2 et tradidit Dominus in manu eius Ioachim regem Iudaeet partem vasorum domus Dei, et asportavit ea in terram Sennaar in domum deorumsuorum et vasa intulit in domum thesauri deorum suorum.
2 Il Signore mise Ioiakìm re di Giuda nelle sue mani, insieme con una parte degli arredi del tempio di Dio, ed egli li trasportò in Sennaàr e depositò gli arredi nel tesoro del tempio del suo dio.
3 Et ait rex Asfanaz praeposito eunuchorum suorum, ut introduceret de filiisIsrael et de semine regio et tyrannorum3 Il re ordinò ad Asfenàz, capo dei suoi funzionari di corte, di condurgli giovani israeliti di stirpe reale o di famiglia nobile,
4 pueros, in quibus nulla esset macula,decoros forma et eruditos omni sapientia, cautos scientia et doctos disciplina,et qui possent stare in palatio regis, et ut docerent eos litteras et linguamChaldaeorum.4 senza difetti, di bell'aspetto, dotati di ogni scienza, educati, intelligenti e tali da poter stare nella reggia, per essere istruiti nella scrittura e nella lingua dei Caldei.
5 Et constituit eis rex annonam per singulos dies de cibis suis etde vino, unde bibebat ipse, ut enutriti tribus annis postea starent in conspecturegis.5 Il re assegnò loro una razione giornaliera di vivande e di vino della sua tavola; dovevano esser educati per tre anni, al termine dei quali sarebbero entrati al servizio del re.
6 Fuerunt ergo inter eos de filiis Iudae Daniel, Ananias, Misael etAzarias.6 Fra di loro vi erano alcuni Giudei: Daniele, Anania, Misaele e Azaria;
7 Et imposuit eis praepositus eunuchorum nomina: Danieli Baltassar etAnaniae Sedrac, Misaeli Misac et Azariae Abdenago.
7 però il capo dei funzionari di corte chiamò Daniele Baltazzàr; Anania Sadràch; Misaele Mesàch e Azaria Abdènego.
8 Proposuit autem Daniel in corde suo, ne pollueretur de mensa regis neque devino potus eius, et rogavit eunuchorum praepositum, ne contaminaretur.8 Ma Daniele decise in cuor suo di non contaminarsi con le vivande del re e con il vino dei suoi banchetti e chiese al capo dei funzionari di non farlo contaminare.
9 Deditautem Deus Danieli gratiam et misericordiam in conspectu principis eunuchorum;9 Dio fece sì che Daniele incontrasse la benevolenza e la simpatia del capo dei funzionari.
10 et ait princeps eunuchorum ad Daniel: “ Timeo ego dominum meum regem, quiconstituit vobis cibum et potum; qui si viderit vultus vestros macilentioresprae ceteris adulescentibus coaevis vestris, condemnabitis caput meum regi ”.10 Però egli disse a Daniele: "Io temo che il re mio signore, che ha stabilito quello che dovete mangiare e bere, trovi le vostre facce più magre di quelle degli altri giovani della vostra età e io così mi renda colpevole davanti al re".
11 Et dixit Daniel ad custodem, quem constituerat princeps eunuchorum superDaniel, Ananiam, Misael et Azariam:11 Ma Daniele disse al custode, al quale il capo dei funzionari aveva affidato Daniele, Anania, Misaele e Azaria:
12 “ Tenta nos, obsecro, servos tuosdiebus decem, et dentur nobis legumina ad vescendum et aqua ad bibendum;12 "Mettici alla prova per dieci giorni, dandoci da mangiare legumi e da bere acqua,
13 etvideantur in conspectu tuo vultus nostri et vultus puerorum, qui vescuntur ciboregio, et, sicut videris, facies cum servis tuis ”.13 poi si confrontino, alla tua presenza, le nostre facce con quelle dei giovani che mangiano le vivande del re; quindi deciderai di fare con noi tuoi servi come avrai constatato".
14 Qui, audito sermone huiuscemodi, tentavit eos diebus decem.14 Egli acconsentì e fece la prova per dieci giorni;
15 Post diesautem decem apparuerunt vultus eorum meliores et corpulentiores prae omnibuspueris, qui vescebantur cibo regio.15 terminati questi, si vide che le loro facce erano più belle e più floride di quelle di tutti gli altri giovani che mangiavano le vivande del re.
16 Porro custos tollebat cibaria et vinum potus eorum dabatque eis legumina.16 D'allora in poi il sovrintendente fece togliere l'assegnazione delle vivande e del vino e diede loro soltanto legumi.
17 Quattuor autem pueris his dedit Deus scientiam et disciplinam in omniscriptura et sapientia, Danieli autem intellegentiam omnium visionum etsomniorum.17 Dio concesse a questi quattro giovani di conoscere e comprendere ogni scrittura e ogni sapienza e rese Daniele interprete di visioni e di sogni.
18 Completis itaque diebus, post quos dixerat rex, utintroducerentur, introduxit eos praepositus eunuchorum in conspectuNabuchodonosor.18 Terminato il tempo stabilito dal re entro il quale i giovani dovevano essergli presentati, il capo dei funzionari li portò a Nabucodònosor.
19 Cumque locutus eis fuisset rex, non sunt inventi de universistales ut Daniel, Ananias, Misael et Azarias; et steterunt in conspectu regis.19 Il re parlò con loro, ma fra tutti non si trovò nessuno pari a Daniele, Anania, Misaele e Azaria, i quali rimasero al servizio del re;
20 Et omne verbum sapientiae et intellectus, quod sciscitatus est ab eis, rexinvenit in eis decuplum super cunctos hariolos et magos, qui erant in universoregno eius.20 in qualunque affare di sapienza e intelligenza su cui il re li interrogasse, li trovò dieci volte superiori a tutti i maghi e astrologi che c'erano in tutto il suo regno.
21 Fuit autem Daniel usque ad annum primum Cyri regis.
21 Così Daniele vi rimase fino al primo anno del re Ciro.