1Disse ancora ai suoi discepoli: "È inevitabile che avvengano scandali, ma guai a colui per cui avvengono. 2È meglio per lui che gli sia messa al collo una pietra da mulino e venga gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno di questi piccoli. 3State attenti a voi stessi!

Se un tuo fratello pecca, rimproveralo; ma se si pente, perdonagli. 4E se pecca sette volte al giorno contro di te e sette volte ti dice: Mi pento, tu gli perdonerai".

5Gli apostoli dissero al Signore: 6"Aumenta la nostra fede!". Il Signore rispose: "Se aveste fede quanto un granellino di senapa, potreste dire a questo gelso: Sii sradicato e trapiantato nel mare, ed esso vi ascolterebbe.

7Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà quando rientra dal campo: Vieni subito e mettiti a tavola? 8Non gli dirà piuttosto: Preparami da mangiare, rimboccati la veste e servimi, finché io abbia mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai anche tu? 9Si riterrà obbligato verso il suo servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti? 10Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare".

11Durante il viaggio verso Gerusalemme, Gesù attraversò la Samarìa e la Galilea. 12Entrando in un villaggio, gli vennero incontro dieci lebbrosi i quali, fermatisi a distanza, 13alzarono la voce, dicendo: "Gesù maestro, abbi pietà di noi!". 14Appena li vide, Gesù disse: "Andate a presentarvi ai sacerdoti". E mentre essi andavano, furono sanati. 15Uno di loro, vedendosi guarito, tornò indietro lodando Dio a gran voce; 16e si gettò ai piedi di Gesù per ringraziarlo. Era un Samaritano. 17Ma Gesù osservò: "Non sono stati guariti tutti e dieci? E gli altri nove dove sono? 18Non si è trovato chi tornasse a render gloria a Dio, all'infuori di questo straniero?". E gli disse: 19"Alzati e va'; la tua fede ti ha salvato!".

20Interrogato dai farisei: "Quando verrà il regno di Dio?", rispose: 21"Il regno di Dio non viene in modo da attirare l'attenzione, e nessuno dirà: Eccolo qui, o: eccolo là. Perché il regno di Dio è in mezzo a voi!".

22Disse ancora ai discepoli: "Verrà un tempo in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell'uomo, ma non lo vedrete. 23Vi diranno: Eccolo là, o: eccolo qua; non andateci, non seguiteli. 24Perché come il lampo, guizzando, brilla da un capo all'altro del cielo, così sarà il Figlio dell'uomo nel suo giorno. 25Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga ripudiato da questa generazione. 26Come avvenne al tempo di Noè, così sarà nei giorni del Figlio dell'uomo: 27mangiavano, bevevano, si ammogliavano e si maritavano, fino al giorno in cui Noè entrò nell'arca e venne il diluvio e li fece perire tutti. 28Come avvenne anche al tempo di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; 29ma nel giorno in cui Lot uscì da Sòdoma piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece perire tutti. 30Così sarà nel giorno in cui il Figlio dell'uomo si rivelerà. 31In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza, se le sue cose sono in casa, non scenda a prenderle; così chi si troverà nel campo, non torni indietro. 32Ricordatevi della moglie di Lot. 33Chi cercherà di salvare la propria vita la perderà, chi invece la perde la salverà. 34Vi dico: in quella notte due si troveranno in un letto: l'uno verrà preso e l'altro lasciato; 35due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l'una verrà presa e l'altra lasciata". 36. 37Allora i discepoli gli chiesero: "Dove, Signore?". Ed egli disse loro: "Dove sarà il cadavere, là si raduneranno anche gli avvoltoi".


Note:

Lc 17,3b-4:Sembra che Luca abbia presente un'offesa tra due fratelli, mentre in Mt si tratta di una colpa più generica. Luca omette il ricorso alla comunità.

Lc 17,8:Confrontare questa norma umana con il paradosso evangelico (Lc 12,37; Lc 22,27; Gv 13,1-16).

Lc 17,10:Siamo poveri servi: questo qualificativo pare adattarsi molto male al contesto, sottolineando la condizione stessa di servo (cf. la fine del v); ma è la traduzione letterale (e tradizionale) del termine greco.

Lc 17,11:Per raggiungere la valle del Giordano e scendere fino a Gerico (Lc 18,35), da dove salirà a Gerusalemme.

Lc 17,21:il regno di Dio è in mezzo a voi: come una realtà già operante. Si traduce anche: «dentro di voi», ciò che non sembra direttamente indicato dal contesto.

Lc 17,22-37:Questo discorso è proprio di Luca, che ha nettamente distinto, nelle predizioni di Gesù, ciò che riguarda la rovina di Gerusalemme (Lc 21,6-24) e ciò che si riferisce al ritorno glorioso di Gesù alla fine dei tempi (Lc 17,22-37). - Alcuni passi di questo discorso si incontrano nel grande discorso escatologico di Mt 24,5-41 , che ha combinato qui, come altrove (cf. Lc 10,1+; Lc 11,39+), due fonti lasciate distinte da Luca (cf. Mt 24,1+). - Giorno: è più biblico («giorno di Jahve» cf. Am 5,18+) che il termine di Mt 24,3 , «parusia» (venuta), il quale è preso dal vocabolario ellenistico (cf. 1Cor 1,8+).

Lc 17,22:desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell'uomo: i discepoli desidereranno vedere non uno dei giorni della sua esistenza terrestre o contemplare il primo giorno della sua manifestazione gloriosa, ma godere uno solo dei giorni che la seguiranno.

Lc 17,26:All'epoca della sua manifestazione gloriosa.

Lc 17,36:BC e BJ omettono il v 36: «Due saranno nel campo: l'uno verrà preso, l'altro lasciato» (cf. Mt 24,40), aggiunto qui dalla volg. col codice di Beza.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online