1Lo Spirito dichiara apertamente che negli ultimi tempi alcuni si allontaneranno dalla fede, dando retta a spiriti menzogneri e a dottrine diaboliche, 2sedotti dall'ipocrisia di impostori, già bollati a fuoco nella loro coscienza. 3Costoro vieteranno il matrimonio, imporranno di astenersi da alcuni cibi che Dio ha creato per essere mangiati con rendimento di grazie dai fedeli e da quanti conoscono la verità. 4Infatti tutto ciò che è stato creato da Dio è buono e nulla è da scartarsi, quando lo si prende con rendimento di grazie, 5perché esso viene santificato dalla parola di Dio e dalla preghiera.
6Proponendo queste cose ai fratelli sarai un buon ministro di Cristo Gesù, nutrito come sei dalle parole della fede e della buona dottrina che hai seguito. 7Rifiuta invece le favole profane, roba da vecchierelle.
8Esèrcitati nella pietà, perché l'esercizio fisico è utile a poco, mentre la pietà è utile a tutto, portando con sé la promessa della vita presente come di quella futura. 9Certo questa parola è degna di fede. 10Noi infatti ci affatichiamo e combattiamo perché abbiamo posto la nostra speranza nel Dio vivente, che è il salvatore di tutti gli uomini, ma soprattutto di quelli che credono. 11Questo tu devi proclamare e insegnare.
12Nessuno disprezzi la tua giovane età, ma sii esempio ai fedeli nelle parole, nel comportamento, nella carità, nella fede, nella purezza. 13Fino al mio arrivo, dèdicati alla lettura, all'esortazione e all'insegnamento. 14Non trascurare il dono spirituale che è in te e che ti è stato conferito, per indicazioni di profeti, con l'imposizione delle mani da parte del collegio dei presbiteri. 15Abbi premura di queste cose, dèdicati ad esse interamente perché tutti vedano il tuo progresso. 16Vigila su te stesso e sul tuo insegnamento e sii perseverante: così facendo salverai te stesso e coloro che ti ascoltano.


Note:

1Tm 4,1:negli ultimi tempi: su questo periodo di crisi che deve segnare gli ultimi giorni, vedi anche 2Ts 2,3-12; 2Tm 3,1; 2Tm 4,3-4; 2Pt 3,3; Gd 1,18 ; cf. Mt 24,6s; At 20,29-30 . - D'altra parte, essendo già incominciata l'era escatologica (1Tm 2,6; Mc 1,15+; Rm 3,26+), questi tempi di prova possono essere considerati come già attuali (cf. 1Cor 7,26; Ef 5,16; Ef 6,13; Gc 5,3; 1Gv 2,18; 1Gv 4,1; 1Gv 4,3; 2Gv 1,7).

1Tm 4,2:bollati a fuoco nella loro coscienza: come lo schiavo fuggiasco lo era nella sua carne.

1Tm 4,3:Costoro vieteranno il matrimonio, imporranno di astenersi da alcuni cibi: la condanna del matrimonio sarà uno dei tratti dello gnosticismo. Le interdizioni alimentari sono più propriamente giudaizzanti (cf. Col 2,16-23).

1Tm 4,8:pietà: gr. eusebeia, questa parola ritorna dieci volte nelle lettere pastorali (1Tm 2,2; 1Tm 3,16; 1Tm 4,7; 1Tm 4,8; 1Tm 6,3; 1Tm 6,5; 1Tm 6,6; 1Tm 6,11; 2Tm 3,5; Tt 1,1 ; cf. 1Tm 5,4; 2Tm 3,12; Tt 2,12). Riassume tutto l'atteggiamento religioso dei cristiani, legato alla conoscenza della fede, nodo della loro vita di comunione in Cristo Gesù.

1Tm 4,10:combattiamo: D, volg. e altri portano: «siamo oltraggiati».

1Tm 4,14:con l'imposizione delle mani da parte del collegio dei presbiteri: alcuni traducono: «l'imposizione delle mani in vista del presbiterato». L'imposizione delle mani, rito di trasmissione di una grazia o di un carisma (Eb 6,2) può essere un gesto di semplice benedizione (Mt 19,15), il mezzo per operare una guarigione (Mt 9,18p; Mc 6,5; Mc 7,32; Mc 8,23-25; Mc 16,18; Lc 4,40; Lc 13,13; At 9,12; At 9,17; At 28,8), di comunicare ai battezzati la pienezza dello Spirito santo (At 1,5+), infine il rito che consacra un uomo in vista di una funzione pubblica particolare (At 6,6; At 13,3). In quest'ultimo senso va inteso il presente v e 1Tm 5,22+ (cf. 2Tm 1,6). Fin dal giorno al quale Paolo fa allusione, Timoteo ha in sé in modo permanente un «carisma» (1Cor 12,1+) che lo consacra al ministero. Per la menzione dell'intervento profetico cf. 1Tm 1,18 .

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online