Lettera ai Colossesi - 1

1234

VULGATA N.VULGATA CEI08 MART

BIBBIA CEI 1974NOVA VULGATA
1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Timòteo,1 Paulus, apostolus Christi Iesu per voluntatem Dei, et Timo theus frater
2 ai santi e fedeli fratelli in Cristo dimoranti in Colossi grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro!

2 his, qui sunt Colossis, sanctis et fidelibus fratribus in Christo: gratia vobiset pax a Deo Patre nostro.
3 Noi rendiamo continuamente grazie a Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, nelle nostre preghiere per voi,3 Gratias agimus Deo Patri Domini nostri Iesu Christi semper pro vobis orantes,
4 per le notizie ricevute della vostra fede in Cristo Gesù, e della carità che avete verso tutti i santi,4 audientes fidem vestram in Christo Iesu et dilectionem, quam habetis insanctos omnes,
5 in vista della speranza che vi attende nei cieli. Di questa speranza voi avete già udito l'annunzio dalla parola di verità del vangelo5 propter spem, quae reposita est vobis in caelis, quam anteaudistis in verbo veritatis evangelii,
6 che è giunto a voi, come pure in tutto il mondo fruttifica e si sviluppa; così anche fra voi dal giorno in cui avete ascoltato e conosciuto la grazia di Dio nella verità,6 quod pervenit ad vos, sicut et inuniverso mundo est fructificans et crescens, sicut et in vobis, ex ea die, quaaudistis et cognovistis gratiam Dei in veritate;
7 che avete appresa da Èpafra, nostro caro compagno nel ministero; egli ci supplisce come un fedele ministro di Cristo,7 sicut didicistis ab Epaphracarissimo conservo nostro, qui est fidelis pro nobis minister Christi,
8 e ci ha pure manifestato il vostro amore nello Spirito.
8 quietiam manifestavit nobis dilectionem vestram in Spiritu.
9 Perciò anche noi, da quando abbiamo saputo questo, non cessiamo di pregare per voi, e di chiedere che abbiate una conoscenza piena della sua volontà con ogni sapienza e intelligenza spirituale,9 Ideo et nos, ex qua die audivimus, non cessamus pro vobis orantes etpostulantes, ut impleamini agnitione voluntatis eius in omni sapientia etintellectu spiritali,
10 perché possiate comportarvi in maniera degna del Signore, per piacergli in tutto, portando frutto in ogni opera buona e crescendo nella conoscenza di Dio;10 ut ambuletis digne Domino per omnia placentes, in omniopere bono fructificantes et crescentes in scientia Dei,
11 rafforzandovi con ogni energia secondo la potenza della sua gloria, per poter essere forti e pazienti in tutto;11 in omni virtuteconfortati secundum potentiam claritatis eius in omnem patientiam etlonganimitatem, cum gaudio
12 ringraziando con gioia il Padre che ci ha messi in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce.

12 gratias agentes Patri,
qui idoneos vos fecit in partem sortis sanctorum in lumine;
13 È lui infatti che ci ha liberati
dal potere delle tenebre
e ci ha trasferiti
nel regno del suo Figlio diletto,
13 qui eripuit nos de potestate tenebrarum
et transtulit in regnum Filii dilectionis suae,
14 per opera del quale abbiamo la redenzione,
la remissione dei peccati.

14 in quo habemus redemptionem,
remissionem peccatorum;
15 Egli è immagine del Dio invisibile,
generato prima di ogni creatura;
15 qui est imago Dei invisibilis,
primogenitus omnis creaturae,
16 poiché per mezzo di lui
sono state create tutte le cose,
quelle nei cieli e quelle sulla terra,
quelle visibili e quelle invisibili:
Troni, Dominazioni,
Principati e Potestà.
Tutte le cose sono state create
per mezzo di lui e in vista di lui.
16 quia in ipso condita sunt universa in caelis et in terra,
visibilia et invisibilia,
sive throni sive dominationes
sive principatus sive potestates.
Omnia per ipsum et in ipsum creata sunt,
17 Egli è prima di tutte le cose
e tutte sussistono in lui.
17 et ipse est ante omnia,
et omnia in ipso constant.
18 Egli è anche il capo del corpo, cioè della Chiesa;
il principio, il primogenito di coloro
che risuscitano dai morti,
per ottenere il primato su tutte le cose.
18 Et ipse est caput corporis ecclesiae;
qui est principium, primogenitus ex mortuis,
ut sit in omnibus ipse primatum tenens,
19 Perché piacque a Dio
di fare abitare in lui ogni pienezza
19 quia in ipso complacuit omnem plenitudinem habitare
20 e per mezzo di lui riconciliare a sé tutte le cose,
rappacificando con il sangue della sua croce,
cioè per mezzo di lui,
le cose che stanno sulla terra e quelle nei cieli.

20 et per eum reconciliare omnia in ipsum,
pacificans per sanguinem crucis eius,
sive quae in terris sive quae in caelis sunt.
21 E anche voi, che un tempo eravate stranieri e nemici con la mente intenta alle opere cattive che facevate,21 Et vos, cum essetis aliquando alienati et inimici sensu in operibus malis,
22 ora egli vi ha riconciliati per mezzo della morte del suo corpo di carne, per presentarvi santi, immacolati e irreprensibili al suo cospetto:22 nunc autem reconciliavit in corpore carnis eius per mortem exhibere vos sanctoset immaculatos et irreprehensibiles coram ipso;
23 purché restiate fondati e fermi nella fede e non vi lasciate allontanare dalla speranza promessa nel vangelo che avete ascoltato, il quale è stato annunziato ad ogni creatura sotto il cielo e di cui io, Paolo, sono diventato ministro.

23 si tamen permanetis in fidefundati et stabiles et immobiles a spe evangelii, quod audistis, quodpraedicatum est in universa creatura, quae sub caelo est, cuius factus sum egoPaulus minister.
24 Perciò sono lieto delle sofferenze che sopporto per voi e completo nella mia carne quello che manca ai patimenti di Cristo, a favore del suo corpo che è la Chiesa.24 Nunc gaudeo in passionibus pro vobis et adimpleo, ea quae desunt passionumChristi in carne mea pro corpore eius, quod est ecclesia,
25 Di essa sono diventato ministro, secondo la missione affidatami da Dio presso di voi di realizzare la sua parola,25 cuius factus sumego minister secundum dispensationem Dei, quae data est mihi in vos, ut impleamverbum Dei;
26 cioè il mistero nascosto da secoli e da generazioni, ma ora manifestato ai suoi santi,26 mysterium, quod absconditum fuit a saeculis et generationibus,nunc autem manifestatum est sanctis eius,
27 ai quali Dio volle far conoscere la gloriosa ricchezza di questo mistero in mezzo ai pagani, cioè Cristo in voi, speranza della gloria.27 quibus voluit Deus notas faceredivitias gloriae mysterii huius in gentibus, quod est Christus in vobis, spesgloriae;
28 È lui infatti che noi annunziamo, ammonendo e istruendo ogni uomo con ogni sapienza, per rendere ciascuno perfetto in Cristo.28 quem nos annuntiamus, commonentes omnem hominem et docentes omnemhominem in omni sapientia, ut exhibeamus omnem hominem perfectum in Christo;

Note:
Gen Es Lv Nm Dt Gs Gdc Rt 1Sam 2Sam 1Re 2Re 1Cr 2Cr Esd Ne Tb Gdt Est 1Mac 2Mac Gb Sal Pr Qo Ct Sap Sir Is Ger Lam Bar Ez Dn Os Gl Am Abd Gn Mi Na Ab Sof Ag Zc Ml Mt Mc Lc Gv At Rm 1Cor 2Cor Gal Ef Fil Col 1Ts 2Ts 1Tm 2Tm Tt Fm Eb Gc 1Pt 2Pt 1Gv 2Gv 3Gv Gd Ap