Scrutatio

Thursday, 13 June 2024 - Sant´Antonio da Padova ( Letture di oggi)

Apocalisse 6


font

Apertura dei primi quattro sigilli: cavalli e cavalieri

1E vidi che l'Agnello aveva aperto uno dei sette sigilli, e sentii uno dei quattro animali che diceva con voce di tuono: Vieni e vedi.2E mirai: ed ecco un cavallo bianco, e colui che v'era sopra aveva un arco, e gli fu donata una corona, e partì vincitore per vincere.3Quando aperse il secondo sigillo, sentii il secondo animale che diceva: Vieni e vedi.4Ed uscì un altro cavallo che era rosso, e a colui che v'era sopra fu dato di togliere la pace dalla terra, affinchè gli uomini s'ammazzassero fra di loro, e gli fu data una grande spada.5Quando aperse il terzo sigillo, sentii il terzo animale che diceva: Vieni e vedi. Ed ecco un cavallo nero, e chi v'era sopra aveva in mano una bilancia.6E in mezzo ai quattro animali udii come una voce che diceva: Una misura di grano per un denaro, e tre misure d'orzo per un denaro; e non toccare l'olio e il vino.7E quando aperse il quarto sigillo, sentii la voce del quarto animale che diceva: Vieni e vedi.8Ed ecco un cavallo pallido, e chi vi stava sopra si chiamava « morte » e gli teneva dietro l'inferno, e gli fu data potestà soprale quattro parti della terra per uccidere colla spada, colla fame, colla mortalità e colle bestie feroci.

Apertura del quinto sigillo: la preghiera dei martiri

9E quando aperse il quinto sigillo vidi sotto l'altare le anime di quelli che erano stati uccisi per la parola di Dio e per la testimonianza che avevan resa.10Ed essi gridarono a gran voce, dicendo: Fino a quando, o Signore santo e verace, indugerai a far giustizia e a vendicare il nostro sangue sopra coloro che abitano la terra?11E fu data a ciascuno di essi una veste bianca, e fu detto loro di darsi pace per un altro poco di tempo, fino a tanto che non fosse compito il numero dei loro conservi e dei loro fratelli che dovevano essere come loro trucidati.

Apertura del sesto sigillo: terremoto e cenni del finimondo

12E quando vidi aprire il sesto sigillo, ecco venire un gran terremoto, e il sole diventò nero come un sacco di Cilicia; e la luna diventò tutta come di sangue;13e le stelle dal cielo caddero sulla terra, come i fichi acerbi dal fico scosso da gran vento.14E il cielo si ritirò come un libro quando si ravvolge, ed ogni monte e le isole furono spostate.15E i re della terra, e i principi, e i tribuni, e i ricchi, e i potenti, e tutti quanti servi e liberi, si nascosero nelle spelonche e tra i massi delle montagne.16E dicono ai monti e ai massi: Cadeteci addosso: nascondeteci dalla faccia dell'assiso sul trono e dall'ira dell'Agnello;17perché è venuto il gran giorno della loro ira, e chi potrà reggervi?