Scrutatio

Wenesday, 17 July 2024 - San Alessio ( Letture di oggi)

Genesi 1


font

Creazione della materia primordiale.

1In principio Dio creò il cielo e la terra.2Or la terra era informe e vuota, e le tenebre coprivan la faccia dell'abisso, e lo Spirito di Dio si librava sopra le acque.

Primo giorno. Creazione della luce.

3E Dio disse: « Sia la luce ». E la luce fu.4E Dio vide che la luce era buona, e separò la luce dalle tenebre.5E diede il nome di Giorno alla luce e di Notte alle tenebre. Così della sera e della mattina si compì il primo giorno.

Secondo giorno. Creazione del firmamento.

6E Dio disse: « Sia il firmamento nel mezzo delle acque, e separi le acque dalle acque ».7E Dio fece il firmamento, e separò le acque che eran sotto il firmamento da quelle che eran sopra il firmamento. E così fu.8E Dio chiamò Cielo il firmamento. Così della sera della mattina si compì il secondo giorno.

Terzo giorno. Creazione delle piante.

9Poi disse Dio: «Le acque che sono sotto il cielo si radunino in un sol luogo, e apparisca l'asciutto ». E così fu.10E Dio chiamò Terra l'asciutto, e Mare l'ammasso delle acque.11Dio vide che ciò era buono. Quindi disse: «Produca la terra erba verdeggiante che faccia seme, e piante fruttifere che dian frutto secondo la loro specie ed abbiano in se stesse la propria semenza sopra la terra ». E così fu.12E la terra produsse erba ver deggiante che fa seme secondo la sua specie, e piante che dan frutto ed han ciascuna la semenza secondo la propria specie. E Dio vide che ciò era buono.13E della sera e della mattina si compì il terzo giorno.

Quarto giorno. Creazione degli astri.

14E Dio disse: « Vi sian dei luminari nel firmamento del cielo, per distinguere il giorno dalla notte e sian segni dei tempi, dei giorni e degli anni,15e risplendano nel firmamento del cielo per illuminare la terra ». E così fu.16E Dio fece i due grandi luminari: il luminare maggiore, affinchè presiedesse al giorno; il luminare minore, affinchè presiedesse alla notte; e fece pure le stelle.17E le mise nel firmamento del cielo, perchè dessero luce alla terra18se presiedessero al giorno e alla notte e separassero la luce dalle tenebre. E Dio vide che ciò era buono.19E della sera e della mattina si compì il quarto giorno.

Quinto giorno. Creazione dei pesci e degli uccelli.

20Disse ancora Dio: «Producan le acque rettili animati e viventi e uccelli che volino sopra la terra, sotto la volta del cielo ».21E Dio creò i grandi Mostri marini e tutti gli animali che hanno vita e moto, prodotti, secondo la loro specie, dalle acque, ed ogni volatile secondo la sua specie. E Dio vide che ciò era buono.22E li benedisse, dicendo: « Crescete e moltiplicatevi, e popolate le acque del mare, e si moltiplichino gli uccelli sopra la terra ».23E della sera e della mattina si compì il quinto giorno.

Sesto giorno. Creazione degli animali terrestri e dell'uomo.

24Disse ancora Dio: « Produca la terra animali viventi secondo la loro specie, animali domestici, e rettili e bestie selvatiche della terra, secondo la loro specie ». E così fu.25E Dio fece le bestie selvatiche, secondo la loro specie, e gli animali domestici, e tutti i rettili della terra, secondo la loro specie. E Dio vide che ciò era buono.26Poi Dio disse: « Facciamo l'Uomo a nostra imagine e somiglianza, chè domini i pesci del mare, i volatili del cielo, le bestie, e tutta la terra, e tutti i rettili che strisciano sopra la terra ».27Dio creò l'uomo a sua imagine, lo creò a imagine di Dio, li creò maschio e femmina.28E Dio li benedì e disse loro: « Crescete e moltiplicatevi, e riempite la terra e rendetevela soggetta, e dominate sui pesci del mare, e sui volatili del cielo, e sopra tutti gli animali che si muovono sulla terra ».29E Dio disse: «Ecco io vi ho dato tutte le erbe che fanno seme sulla terra e tutte le piante che hanno in se stesse semenza della loro specie, perchè servano di cibo a voi,30e a tutti gli animali della terra, e a tutti gli uccelli del cielo e a quanto si muove sulla terra ed ha in sè anima vivente, affinchè abbiano da mangiare ». E così fu.31E Dio vide tutte le cose che aveva fatte; ed esse erano molto buone. Così della sera e della mattina si compì il sesto giorno.