Scrutatio

Saturday, 20 July 2024 - Sant'Apollinare di Ravenna ( Letture di oggi)

Sapienza 1


font

1Amate la giustizia, voi che giudicate la terra; sentite del Signore in bontade, e cercate di lui in simplicitate di cuore.2Però ch' egli è trovato da coloro che non lo tentano; e lui apparisce a coloro che hanno fede in lui.3Le perverse cogitazioni dividono da Dio; e la provata virtude castiga li matti.4Però che nella malevola anima non entrerae sapienza, e non abiterae nel corpo soggetto alli peccati.5Lo spirito santo della disciplina fuggirae l'uomo doppio, e torrassi dallo intelletto che è stolto, e sarà castigato delle sopravegnenti iniquitadi (sue).6Lo spirito della sapienza è (buono e) benigno; e non libererae il maladetto de' suoi labri; però che Dio è testimonio delle reni di colui, e sì è vero cercatore del suo cuore, e auditore della lingua di colui.7Però che lo spirito (di colui, cioè) del Signore sì riempiè il mondo; e quello che contiene tutte le cose ha scienza delle parole di tutti.8E per questo colui che parla cose inique, non si puote celare; e colui che corregge nel giudicio non lo lascerà impunito.9Nelli pensieri del malvagio sarà fatta domanda; l'udita delli sermoni di colui perviene a Dio, a correzione della iniquitade di colui.10Però che l'orecchio del zelo odé tutte le cose; e lo rumore de' mormoranti non si nasconderae.11Guardatevi dunque dal mormorare, lo quale nulla giova, e non consentite alla lingua di biasimare, però che la oscura parola non anderae in vôto; la lingua che mente uccide l'anima.12Non amate la morte in errore di vostra vita, e non acquistate perdimento nell' opere delle mani vostre.13Però che Iddio non fece la morte, e non si rallegra nel perdimento de' vivi.14Iddio creoe, acciò che fussono, tutte le cose; e fece sanabili le nazioni del mondo; non è in quelle medicamento di esterminio, nè in terra è regno delli infernali.15La giustizia è perpetua e immortale; (ma la ingiustizia è acquisto di morte).16Li malvagi chiamarono la morte colle mani e con le parole; estimando loro essere amica, discorsono, e puosono promissioni a quella; però ch' elli sono degni di morte coloro che sono dalla sua parte.