Scrutatio

Saturday, 20 July 2024 - Sant'Apollinare di Ravenna ( Letture di oggi)

Iousè 1


font

1È fatto, che dopo la morte di Moisè servo di Dio parlasse Iddio Signore a Iosuè, figliuolo di Nun, ministro di Moisè, e sì gli dicesse:2Il servo mio Moisè sì è morto; lièvati suso, e passa questo (fiume) Giordano, tu e tutto il popolo (tuo) teco, nella terra ch' io darò alli figliuoli d' Israel.3Ogni luogo dove porrà il piede vostro il segno della pianta vostra (o della pianta sua) sì vi darò, come io parlai (e dissi e narrai) a Moisè.4Dal deserto e dal Libano, insino al grande fiume di Eufrate, tutta la terra degli Etei, insino al mare maggiore il quale si è dirimpetto colà dove tramonta il sole, sarà il vostro termine (e il vostro confine).5E niuna persona vi potrà contrastare tutti i di della vita vostra; siccome fui con Moisè, così sarò teco; non ti lascerò, e non ti abbandonerò mai.6Confòrtati, e sii (forte e) robusto; imperciò che tu dividerai per sorte a questo popolo la terra la quale io giurai a' suoi padri, ch' io la darei loro.7Adunque confòrtati, e sii robusto e forte, acciò che tu servi e facci tutta la legge la quale ti comandò Moisè, servo mio; non ti partire da lei, nè da mano ritta nè da mano manca, acciò che tu intenda tutte le cose (e conoschi) che tu fai.8Non si partirà il volume di questa legge della tua bocca, ma pensera'vi dentro dì e notte, acciò che tu guardi e facci ciò che v' è entro iscritto; e allora dirizzerai la tua via, e sì la intenderai (e conoscerai).9Ecco ch' io ti comando, che ti conforti e sii robusto; non avere paura e (non ti sbigottire e) non temere, imperciò che Iddio tuo Signore sì è teco in qualunque luogo tu anderai (con tutte le cose che farai).10E comandò Iosuè a tutti i principi del popolo, e disse: passate per mezzo del campo, e comandate al popolo, e sì dite:11(Raunatevi e apparecchiatevi, e ancora) di cibi provedetevi; imperciò che dopo il terzo dì voi passerete il (fiume) Giordano, ed entrerete a possedere la terra la quale Iddio vostro vi dee dare.12E disse a quelli della schiatta di Ruben, e a quelli della schiatta di Gad, e alla metà della schiatta di Manasse:13Ricordivi delle parole, le quali vi comandò Moisè servo di Dio, dicendo: Iddio vostro Signore sì v' ha dato riposo e tutta la terra (vostra).14E le vostre mogli e li vostri figliuoli e il vostro bestiame sì rimarranno nella terra, la quale vi diede (Iddio per mano di) Moisè, di là dal (fiume) Giordano; ma voi andate innanzi (alli vostri figliuoli e) alli vostri fratelli, armati tutti e buoni combattitori; e sì combatterete per loro,15d'insino a tanto che [lo Signore] dia pace e riposo alli vostri fratelli, siccome egli hae dato a voi, e sì posseggano la terra la quale Iddio vostro Signore dee dare loro; e questo fatto, sì ritornate nella terra della vostra possessione (e abitazione) e sì v' abiterete dentro; la quale vi diede Moisè servo di Dio di là dal (fiume) Giordano, dirimpetto colà dove il sole si leva (cioè dall'oriente).16E risposero costoro a Iosuè, e dissono: tutte quelle cose che ci hai comandate faremo, e dovunque tu ci manderai anderemo.17E come fummo ubbidienti a Moisè in tutte le cose (che ci comandò), così obbediremo a te; pure che il Signore sia teco, come fu con Moisè (servo suo).18Chiunque sarà quegli che avrà contradetto alla parola della tua bocca, e non avrà obbedito alli tuoi sermoni (e a quelli) che tu (dirai e) avrai comandati, sia morto; ma fa che. tu ti conforti e facci fortemente e arditamente (e valentemente ti porta nella vita tua, sicchè dopo la morte tua sia reputato compagno di Moisè, il quale fu perfetto servo di Dio).