Scrutatio

Domenica, 3 marzo 2024 - Santa Caterina (Katharina) Drexel ( Letture di oggi)

XXVI - Come questo benedetto ponte ha tre scaloni, per li quali si significano tre stati dell’anima. E come questo ponte, essendo levato in alto, non é pera separato da la terra. E come s’intende quella parola che Cristo dixe: “Se Io sarò levato in alto, ogni cosa trarrò a me».

Santa Caterina da Siena

XXVI - Come questo benedetto ponte ha tre scaloni, per li quali si significano tre stati dell’anima. E come questo ponte, essendo levato in alto, non é pera separato da la terra. E come s’intende quella parola che Cristo dixe: “Se Io sarò levato in alto, ogni cosa trarrò a me».
font righe continue visite 71

Alora Dio etterno per fare piú inamorare e inanimare quella anima verso la salute de l’anime, le rispose e dixe: — Prima ch’ Io ti mostri quel ch’Io ti voglio mostrare e di che tu mi dimandi, ti voglio dire come il ponte sta.

Decto t’ho che egli tiene dal cielo a la terra: cioè per l’unione che Io ho fatta ne l’uomo, el quale Io formai del limo della terra. Questo ponte, unigenito mio Figliuolo, ha in sé tre scaloni; delle quali le due furono fabricate in sul legno della sanctissima croce, e la terza anco senti la grande amaritudine quando gli fu dato bere fiele ed aceto.

In questi tre scaloni cognoscerai tre stati de l’anima, e’ quali Io ti dichiararò di sotto.

El primo scalone sonno e’ piei, e’ qualì significano l’affetto; però che come i piei portano el corpo, cosí l’affetto porta l’anima. E’ piei confitti ti sonno scalone acciò che tu possa giognere al costato, il quale ti manifesta el segreto del cuore. Però che salito in su’ piei de l’affetto, l’anima comincia a gustare l’affetto del cuore, ponendo l’occhio de l’intelletto nel cuore aperto del mio Figliuolo, dove truova consumato e ineffabile amore.

Consumato, dico, ché non v’ama per propria utilitá, però che utilitá a lui non potete fare, però che egli è una cosa con meco. Alora l’anima s’empie d’amore, vedendosi tanto amare. Salito el secondo, giogne al terzo, cioè a la bocca, dove truova la pace della grande guerra che prima aveva avuta per le colpe sue.

Per lo primo scalone, levando e’ piei de l’affetto dalla terra, si spoglia del vizio; nel secondo s’empí d’amore con virtú, e nel terzo gustò la pace.

Si che il ponte ha tre scaloni acciò che, salendo el primo e il secondo, potiate giognere a l’ultimo. Ed è levato in alto si che, correndo l’acqua, non l’offende, però che in lui non fu veleno di peccato.

Questo ponte è levato in alto, e non è separato però dalla terra. Sai quando si levò in alto? Quando fu levato in sul legno della sanctissima croce, non separandosi però la natura divina dalla bassezza della terra della vostra umanità; e però ti dixi che, essendo levato in alto, non era levato dalla terra, perché ella era unita e impastata con essa. Non era veruno che sopra el ponte potesse andare infino che egli non fu levato in alto; e però dixe egli: «Se Io sarò levato in alto, ogni cosa tirarò a me».

Vedendo la mia bontá che in altro modo non potavate essere tratti, manda’ lo perché fusse levato in alto in sul legno della croce, facendone una ancudine dove si fabricasse il figliuolo de l’umana generazione, per tollergli la morte e rivestirlo a la vita della grazia.

E però trasse ogni cosa a sé per questo modo, per dimostrare l’amore ineffabile che v’aveva, perché ’l cuore de l’uomo è sempre tratto per amore. Maggiore amore mostrare non vi poteva che dare la vita per voi. Per forza dunque è tratto da l’amore, se giá l’uomo ignorante non fa resistenzia in non lassarsi trare. Dixe dunque che, essendo levato in alto, ogni cosa trarrebbe a sé; e cosí è la veritá.

E questo s’intende in due modi. L’uno si è che, tratto il cuore de l’uomo per affetto d’amore, come detto t’ho, è tratto con tutte le potenzie de l’anima, cioè la memoria, l’ intelletto e la volontà. Acordate queste tre potenzie e congregate nel nome mio, tutte l’altre operazioni che egli fa, attuali e mentali, sonno traete piacevoli e unite in me per affetto d’amore, perché s’è levato in alto seguitando l’amore crociato. Si che ben dixe veritá la mia Verità dicendo: «Se Io sarò levato in alto ogni cosa trarrò a me», cioè che, tratto il cuore e le potenzie de l’anima, saranno tratte tutte le sue operazioni.

L’altro modo si è perché ogni cosa è creata in servigio dell’uomo. Le cose create sonno fatte perché servano e sovengano a la necessità delle creature; e non la creatura, che ha in sé ragione, è fatta per loro: anco per me, acciò che mi serva con tutto el cuore e con tutto l’affetto suo. Si che vedi che, essendo tratto l’uomo, ogni cosa è tratta, perché ogni cosa è fatta per lui.

Fu dunque di bisogno che ‘l ponte fusse levato in alto, e abbi le scale, acciò che si possa salire con piú agevolezza.

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online