Scrutatio

Venerdi, 23 febbraio 2024 - San Policarpo ( Letture di oggi)

XVI - Come questa anima cognoscendo piú de la divina bontá, non rimaneva contenta di pregare solamente per lo popolo cristiano e per la sancta Chiesa, ma pregava per tutto quanto el mondo.

Santa Caterina da Siena

XVI - Come questa anima cognoscendo piú de la divina bontá, non rimaneva contenta di pregare solamente per lo popolo cristiano e per la sancta Chiesa, ma pregava per tutto quanto el mondo.
font righe continue visite 80

Alora quella anima levandosi con maggiore cognoscimento, e con grandissima allegrezza e conforto stando dinanzi a la divina Maestà, si per la speranza che ella avea presa della divina misericordia, e si per l’amore ineffabile il quale gustava vedendo che, per amore e desiderio che Dio aveva di fare misericordia a l’uomo non obstante che fussero suoi nemici, avea dato il modo e la via a’ servi suoi come potessero costregnere la sua bontá e placare l’ira sua, si rallegrava, perdendo ogni timore nelle persecuzioni del mondo, vedendo che Dio fusse per lei. E cresceva forte il fuoco del sancto desiderio, intanto che none stava contenta ma con sicurtà sancta dimandava per tutto quanto el mondo.

E poniamo che nella seconda petizione si conteneva el bene e l’utilitá de’ cristiani e degli infedeli, cioè nella reformazione della sancta Chiesa; nondimeno, come affamata, si stendea l’orazione sua a tutto quanto el mondo (si come egli stesso la faceva dimandare), gridando: — Misericordia, Idio etterno, verso le tue pecorelle, si come pastore buono che tu se’. Non indugiare a fare misericordia al mondo, però che giá quasi pare che egli non possa .piú, perché al tutto pare privato de l’unione della caritá inverso di te, Verità etterna, e verso di loro medesimi : cioè di non amarsi insieme d’amore fondato in te.



LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online