Allegoria


Interpretazione esauriente che non si ferma al detto narrativo che si palesa, ma cerca legami ulteriori e più profondi con la realtà (per es., l'allegoria della vigna in Is 5,1-7; Sal 80,9-17). In certi passi, san Paolo segue l'esegesi ebraica del suo tempo per interpretare allegoricamente l'AT (per es., Gal 4,21-31). A differenza degli scrittori antiocheni, Origene (circa 185 - circa 254) privilegiò il significato allegorico anziché quello letterale degli scritti narrativi dell'AT. Come altri Padri Latini, sant'Agostino (354-430) riconobbe sia il significato letterale sia quello allegorico delle Scritture. Cf Ermeneutica; Esegesi; Haggadah; Origenismo; Parabola; Sensi della Scrittura; Teologia alessandrina; Teologia antiochena.

Fonte: Dizionario sintetico di Teologia (G.O Collins, E.G. Farrugia)
Visite: 61