Scrutatio

Friday, 19 April 2024 - San Leone IX Papa ( Letture di oggi)

Siracide 1


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Omnis sapientia a Domino Deo est
et cum illo fuit semper et est ante aevum.
1 Ogni sapienza viene dal Signore
ed è sempre con lui.
2 Arenam maris et pluviae guttas
et dies saeculi quis dinumeravit?
Altitudinem caeli et latitudinem terrae
et profundum abyssi quis mensus est?
2 La sabbia del mare, le gocce della pioggia
e i giorni del mondo chi potrà contarli?
3 Sapientiam Dei praecedentem omnia quis investigavit?
3 L'altezza del cielo, l'estensione della terra,
la profondità dell'abisso chi potrà esplorarle?
4 Prior omnium creata est sapientia,
et intellectus prudentiae ab aevo.
4 Prima di ogni cosa fu creata la sapienza
e la saggia prudenza è da sempre.
5 Fons sapientiae verbum Dei in excelsis,
et ingressus illius mandata aeterna.
5 A chi fu rivelata la radice della sapienza?
Chi conosce i suoi disegni?
6 Radix sapientiae cui revelata est?
Et astutias illius quis agnovit?
6 Uno solo è sapiente, molto terribile,
seduto sopra il trono.
7 Disciplina sapientiae cui revelata est et manifestata?
Et multiplicem peritiam illius quis intellexit?
7 Il Signore ha creato la sapienza;
l'ha vista e l'ha misurata,
l'ha diffusa su tutte le sue opere,
8 Unus est Altissimus, creator omnipotens
et rex potens et metuendus nimis,
sedens super thronum suum et dominans, Deus.
8 su ogni mortale, secondo la sua generosità,
la elargì a quanti lo amano.

9 Ipse creavit illam in spiritu sancto
et vidit et dinumeravit et mensus est;
9 Il timore del Signore è gloria e vanto,
gioia e corona di esultanza.
10 et effudit illam super omnia opera sua
et super omnem carnem secundum largitatem suam
et praebuit illam diligentibus se.
10 Il timore del Signore allieta il cuore
e dà contentezza, gioia e lunga vita.
11 Timor Domini gloria et gloriatio
et laetitia et corona exsultationis.
11 Per chi teme il Signore andrà bene alla fine,
sarà benedetto nel giorno della sua morte.
12 Timor Domini delectabit cor
et dabit laetitiam et gaudium et longitudinem dierum.
12 Principio della sapienza è temere il Signore;
essa fu creata con i fedeli nel seno materno.
13 Timenti Dominum bene erit in extremis,
et in die defunctionis suae benedicetur.
13 Tra gli uomini essa ha posto il nido, fondamento
resterà fedelmente con i loro discendenti.
14 Dilectio Dei honorabilis sapientia;
14 Pienezza della sapienza è temere il Signore;
essa inebria di frutti i propri devoti.
15 quibus autem apparuerit, dispertit eam in visionem sui ipsius
et in agnitione magnalium suorum.
15 Tutta la loro casa riempirà di cose desiderabili,
i magazzini dei suoi frutti.
16 Initium sapientiae timor Domini,
et cum fidelibus in vulva concreata est;
cum hominibus veritatis ab aevo fundata est
et semini eorum se credet.
16 Corona della sapienza è il timore del Signore;
fa fiorire la pace e la salute.
17 Timor Domini scientiae religiositas;
17 Dio ha visto e misurato la sapienza;
ha fatto piovere la scienza e il lume dell'intelligenza;
ha esaltato la gloria di quanti la possiedono.
18 religiositas custodiet et iustificabit cor,
iucunditatem atque gaudium dabit.
18 Radice della sapienza è temere il Signore;
i suoi rami sono lunga vita.

19
19 La collera ingiusta non si potrà giustificare,
poiché il traboccare della sua passione sarà la sua
rovina.
20 Plenitudo sapientiae est timere Deum;
et inebriat eos fructibus suis.
20 Il paziente sopporterà per qualche tempo;
alla fine sgorgherà la sua gioia;
21 Omnem domum illius implebit rebus pretiosis
et receptacula thesauris illius.
21 per qualche tempo terrà nascoste le parole
e le labbra di molti celebreranno la sua intelligenza.

22 Corona sapientiae timor Domini,
repollens pacem et salutis fructum:
22 Fra i tesori della sapienza sono le massime istruttive,
ma per il peccatore la pietà è un abominio.
23 utraque autem sunt dona Dei.
23 Se desideri la sapienza, osserva i comandamenti;
allora il Signore te la concederà.
24 Scientiam et intellectum prudentiae sapientia effundit quasi pluviam;
et gloriam tenentium se exaltat.
24 Il timore del Signore è sapienza e istruzione,
si compiace della fiducia e della mansuetudine.
25 Radix sapientiae est timere Dominum,
et rami illius longaevi.
25 Non essere disobbediente al timore del Signore
e non avvicinarti ad esso con doppiezza di cuore.
26 In thesauris sapientiae intellectus et scientiae religiositas;
exsecratio autem peccatoribus sapientia.
26 Non essere finto davanti agli uomini
e controlla le tue parole.
27 Timor Domini expellit peccatum;
cum autem adsit, omnem avertit iram.
27 Non esaltarti per non cadere
e per non attirarti il disonore;
28 Nam, qui sine timore est, non poterit iustificari;
iracundia enim animositatis illius subversio illi erit.
28 il Signore svelerà i tuoi segreti
e ti umilierà davanti all'assemblea,
29 Usque in tempus sustinebit patiens,
et postea erit redditio iucunditatis.
29 perché non hai ricercato il timore del Signore
e il tuo cuore è pieno di inganno.
30 Bonus sensus usque in tempus abscondet verba illius,
et labia multorum enarrabunt sensum illius.
31 In thesauris sapientiae parabola disciplinae;
32 exsecratio autem peccatori cultura Dei.
33 Fili, concupiscens sapientiam conserva iustitiam,
et Deus praebebit illam tibi.
34 Sapientia enim et disciplina timor Domini,
et quod beneplacitum est illi,
35 fides et mansuetudo.
36 Ne sis incredibilis timori Domini
et ne accesseris ad illum duplici corde.
37 Ne fueris hypocrita in conspectu hominum
et cave a labiis tuis.
38 Ne extollas teipsum, ne forte cadas
et adducas animae tuae inhonorationem,
39 et revelet Deus absconsa tua
et in medio synagogae elidat te;
40 quoniam accessisti maligne ad timorem Domini,
et cor tuum plenum est dolo et fallacia.