Scrutatio

Monday, 15 April 2024 - San Damiano de Veuster ( Letture di oggi)

Salmi 92


font
NOVA VULGATABIBBIA
1 Psalmus. Canticum. Pro die Sabbati.
1 'Salmo. Canto. Per il giorno del sabato.'

2 Bonum est confiteri Domino
et psallere nomini tuo, Altissime,
2 È bello dar lode al Signore
e cantare al tuo nome, o Altissimo,
3 annuntiare mane misericordiam tuam
et veritatem tuam per noctem
3 annunziare al mattino il tuo amore,
la tua fedeltà lungo la notte,
4 in decachordo et psalterio,
cum cantico in cithara.
4 sull'arpa a dieci corde e sulla lira,
con canti sulla cetra.
5 Quia delectasti me, Domine, in factura tua,
et in operibus manuum tuarum exsultabo.
5 Poiché mi rallegri, Signore, con le tue meraviglie,
esulto per l'opera delle tue mani.

6 Quam magnificata sunt opera tua, Domine:
nimis profundae factae sunt cogitationes tuae.
6 Come sono grandi le tue opere, Signore,
quanto profondi i tuoi pensieri!
7 Vir insipiens non cognoscet,
et stultus non intelleget haec.
7 L'uomo insensato non intende
e lo stolto non capisce:
8 Cum germinaverint peccatores sicut fenum,
et floruerint omnes, qui operantur iniquitatem,
hoc tamen erit ad interitum in saeculum saeculi;
8 se i peccatori germogliano come l'erba
e fioriscono tutti i malfattori,
li attende una rovina eterna:
9 tu autem altissimus in aeternum, Domine.
9 ma tu sei l'eccelso per sempre, o Signore.

10 Quoniam ecce inimici tui, Domine,
quoniam ecce inimici tui peribunt,
et dispergentur omnes, qui operantur iniquitatem.
10 Ecco, i tuoi nemici, o Signore,
ecco, i tuoi nemici periranno,
saranno dispersi tutti i malfattori.
11 Exaltabis sicut unicornis cornu meum,
perfusus sum oleo uberi.
11 Tu mi doni la forza di un bùfalo,
mi cospargi di olio splendente.
12 Et despiciet oculus meus inimicos meos,
et in insurgentibus in me malignantibus audiet auris mea. -
12 I miei occhi disprezzeranno i miei nemici,
e contro gli iniqui che mi assalgono
i miei orecchi udranno cose infauste.

13 Iustus ut palma florebit,
sicut cedrus Libani succrescet.
13 Il giusto fiorirà come palma,
crescerà come cedro del Libano;
14 Plantati in domo Domini,
in atriis Dei nostri florebunt.
14 piantati nella casa del Signore,
fioriranno negli atri del nostro Dio.
15 Adhuc fructus dabunt in senecta,
uberes et bene virentes erunt,
15 Nella vecchiaia daranno ancora frutti,
saranno vegeti e rigogliosi,
16 ut annuntient quoniam rectus Dominus,
refugium meum, et non est iniquitas in eo.
16 per annunziare quanto è retto il Signore:
mia roccia, in lui non c'è ingiustizia.