1Allora cambiammo direzione e partimmo per il deserto verso il Mare Rosso, come il Signore mi aveva detto, e girammo intorno al monte Seir per lungo tempo. 2Il Signore mi disse: 3Avete girato abbastanza intorno a questa montagna; volgetevi verso settentrione. 4Da' quest'ordine al popolo: Voi state per passare i confini dei figli di Esaù, vostri fratelli, che dimorano in Seir; essi avranno paura di voi; state bene in guardia: 5non muovete loro guerra, perché del loro paese io non vi darò neppure quanto ne può calcare la pianta di un piede; infatti ho dato il monte di Seir in proprietà a Esaù. 6Comprerete da loro con denaro le vettovaglie che mangerete e comprerete da loro con denaro anche l'acqua da bere. 7Perché il Signore tuo Dio ti ha benedetto in ogni lavoro delle tue mani, ti ha seguito nel tuo viaggio attraverso questo grande deserto; il Signore tuo Dio è stato con te in questi quaranta anni e non ti è mancato nulla.
8Allora passammo oltre i nostri fratelli, i figli di Esaù, che abitano in Seir, lungo la via dell'Araba, per Elat ed Ezion-Gheber. Poi ci voltammo e avanzammo in direzione del deserto di Moab. 9Il Signore mi disse: Non attaccare Moab e non gli muovere guerra, perché io non ti darò nulla da possedere nel suo paese; infatti ho dato Ar ai figli di Lot, come loro proprietà.
10Prima vi abitavano gli Emim: popolo grande, numeroso, alto di statura come gli Anakiti. 11Erano anch'essi considerati Refaim come gli Anakiti; ma i Moabiti li chiamavano Emim. 12Anche Seir era prima abitata dagli Hurriti, ma i figli di Esaù li scacciarono, li distrussero e si stabilirono al posto loro, come ha fatto Israele nel paese che possiede e che il Signore gli ha dato.
13Ora alzatevi e passate il torrente Zered! E attraversammo il torrente Zered. 14La durata del nostro cammino, da Kades-Barnea al passaggio del torrente Zered, fu di trentotto anni, finché tutta quella generazione di uomini atti alla guerra scomparve dall'accampamento, come il Signore aveva loro giurato. 15Anche la mano del Signore era stata contro di loro, per sterminarli dall'accampamento finché fossero annientati. 16Quando tutti quegli uomini atti alla guerra furono passati nel numero dei morti, 17il Signore mi disse: 18Oggi tu stai per passare i confini di Moab, ad Ar, e ti avvicinerai agli Ammoniti. 19Non li attaccare e non muover loro guerra, perché io non ti darò nessun possesso nel paese degli Ammoniti; infatti l'ho dato in proprietà ai figli di Lot.
20Anche questo paese era reputato paese di Refaim: prima vi abitavano i Refaim e gli Ammoniti li chiamavano Zanzummim: 21popolo grande, numeroso, alto di statura come gli Anakiti; ma il Signore li aveva distrutti davanti agli Ammoniti, che li avevano scacciati e si erano stabiliti al loro posto. 22Così il Signore aveva fatto per i figli di Esaù che abitano in Seir, quando distrusse gli Hurriti davanti a loro; essi li scacciarono e si stabilirono al loro posto e vi sono rimasti fino ad oggi. 23Anche gli Avviti, che dimoravano in villaggi fino a Gaza, furono distrutti dai Kaftoriti, usciti da Kaftor, i quali si stabilirono al loro posto.
24Suvvia, levate l'accampamento e passate la valle dell'Arnon; ecco io metto in tuo potere Sicon, l'Amorreo, re di Chesbon, e il suo paese; comincia a prenderne possesso e muovigli guerra. 25Oggi comincerò a incutere paura e terrore di te ai popoli che sono sotto tutto il cielo, così che, all'udire la tua fama, tremeranno e saranno presi da spavento dinanzi a te.
26Allora mandai messaggeri dal deserto di Kedemot a Sicon, re di Chesbon, con parole di pace, e gli feci dire: 27Lasciami passare nel tuo paese; io camminerò per la strada maestra, senza volgermi né a destra né a sinistra. 28Tu mi venderai per denaro contante le vettovaglie che mangerò e mi darai per denaro contante l'acqua che berrò; permettimi solo il transito, 29come mi hanno permesso i figli di Esaù, che abitano in Seir, e i Moabiti che abitano in Ar, finché io abbia passato il Giordano per entrare nel paese che il Signore nostro Dio sta per darci. 30Ma Sicon, re di Chesbon, non ci volle lasciar passare nel suo paese, perché il Signore tuo Dio gli aveva reso inflessibile lo spirito e ostinato il cuore, per mettertelo nelle mani, come appunto è oggi. 31Il Signore mi disse: Vedi, ho cominciato a mettere in tuo potere Sicon e il suo paese; da' inizio alla conquista impadronendoti del suo paese. 32Allora Sicon uscì contro di noi con tutta la sua gente per darci battaglia a Iaaz. 33Il Signore nostro Dio ce lo mise nelle mani e noi abbiamo sconfitto lui, i suoi figli e tutta la sua gente. 34In quel tempo prendemmo tutte le sue città e votammo allo sterminio ogni città, uomini, donne, bambini; non vi lasciammo alcun superstite. 35Soltanto asportammo per noi come preda il bestiame e le spoglie delle città che avevamo prese. 36Da Aroer, che è sull'orlo della valle dell'Arnon, e dalla città che è sul torrente stesso, fino a Gàlaad, non ci fu città che fosse inaccessibile per noi: il Signore nostro Dio le mise tutte in nostro potere. 37Ma non ti avvicinasti al paese degli Ammoniti, a tutta la riva dal torrente Iabbok, alle città delle montagne, a tutti i luoghi che il Signore nostro Dio ci aveva proibito di attaccare.


Note:

Dt 2:Come nella fonte antica (Nm 14,25), il mare di Suf (Mare Rosso?) è indicato come prima meta, poi il Dt continua indicando un itinerario attraverso il deserto, verso Moab e Ammon. Nella sua epoca, Edom si era insediato a ovest dell'Araba e sul golfo di Aqaba (mare di Suf); qui dunque non si parla più di un rifiuto di passaggio da parte di Edom (cf. Nm 20,14-21): Israele attraverserà il suo territorio ma non ne dovrà prendere nulla. Ugualmente non riceverà nulla dai territori di Moab e di Ammon di cui la fonte antica non faceva cenno. Gli israeliti hanno effettivamente girato intorno a Moab, attraverso il deserto, ma non hanno raggiunto il territorio degli ammoniti (cf. Dt 2,19+). Il tema teologico del dono della terra promessa (Dt 1,6-8 ; cf. Dt 1,5+) si compone qui con un tema più vasto: Dio stesso distribuisce ai popoli i loro territori. Edom, Moab e Ammon, imparentati a Israele, conserveranno il loro (cf. Dt 2,5+), ma Sicon è un amorreo e Dio darà la sua terra a Israele (v 24).

Dt 2,1:girammo intorno al monte Seir: il nome di Seir, che molto spesso è messo in parallelo con quello di Edom (cf. Gen 32,4; Nm 24,18; Gdc 5,4), designa il territorio di Esaù/Edom (Gen 33,14; Gen 36,8) che si trovava in origine a est dell'Araba. Ma qui, come in Gs 11,17; Gs 12,7 , il «monte Seir» è localizzato nella regione di Kades, non molto lontano da Corma (cf. Dt 1,44). Ciò riflette la situazione dell'epoca in cui venne scritto tale testo: gli idumei avevano allora oltrepassato l'Araba (cf. Nm 20,22+). Alla rovina di Giuda, avanzeranno fino a Ebron e tutta questa regione prenderà il nome di Idumea (cf. 1Mac 5,3+; Mc 3,8).

Dt 2,5:Gli idumei, discendenti di Abramo (Gen 36), i moabiti e gli ammoniti (vv 9 e 19), discendenti di Lot (Gen 19,30s), sono stati stabiliti da Jahve, come Israele, su un territorio che apparteneva in origine ad altre nazioni. Di queste si ricordano i nomi nell'aggiunta dei vv 10-12.20s.

Dt 2,12:abitata dagli Hurriti: il termine ebraico Horim indica i famosi Hurriti o un altro gruppo etnico? BJ opta per la seconda possibilità e presenta la seguente motivazione: non c'è motivo di identificare gli «Horiti» con gli Hurriti dei documenti cuneiformi. Questi ultimi verso il 1500 a.C. arrivarono in Palestina soltanto in piccolo numero e presto si assimilarono. I nomi propri attestano la loro presenza in alcune città a ovest del Giordano, ma mai in Transgiordania. Il termine Horita sembra non essere altro che una designazione pseudo-etnica; esso applicherebbe alla regione di Edom-Seir (cf. Gen 36,20) il termine Huru, uno dei nomi egiziani della Palestina all'epoca in cui vi si stabilirono gli israeliti.

Dt 2,18:Il territorio degli ammoniti era situato a nord di quello di Sicon, sul corso superiore dello Iabbok (cf. Dt 3,16; Nm 21,24). Nonostante i legami tra Israele e Ammon, sui quali tale testo insiste (cf. v 37), questi due popoli si faranno la guerra a partire dall'epoca dei Giudici (Gdc 10,7s) e soprattutto sotto Davide (2Sam 10,6s; 2Sam 11). Più tardi gli ammoniti si estenderanno ai danni di Gad (cf. Ger 49,1) e la tradizione primitiva del Dt è loro ostile (cf. Dt 23,4).

Dt 2,23:i kaftoriti: i filistei, venuti da Creta o dall'Asia Minore (cf. Gs 13,2+).

Dt 2,26-3,7:Il Dt si ricollega qui alla fonte antica, sia per la conquista storica del regno di Sicon che per il racconto leggendario di Og.

Dt 2,26:dal deserto di Kedemot oppure «dal deserto dell'Oriente».

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online