1Oracolo su Ninive. Libro della visione di Naum da Elcos.
2Un Dio geloso e vendicatore è il Signore,vendicatore è il Signore, pieno di sdegno.Il Signore si vendica degli avversarie serba rancore verso i nemici.
3Il Signore è lento all'ira, ma grande in potenzae nulla lascia impunito.Nell'uragano e nella tempesta è il suo camminoe le nubi sono la polvere dei suoi passi.
4Minaccia il mare e il mare si secca,prosciuga tutti i ruscelli.Basàn e il Carmelo inaridiscono,anche il fiore del Libano languisce.
5Davanti a lui tremano i monti,ondeggiano i colli;si leva la terra davanti a lui,il mondo e tutti i suoi abitanti.
6Davanti al suo sdegno chi può resisteree affrontare il furore della sua ira?La sua collera si spande come il fuocoe alla sua presenza le rupi si spezzano.
7Buono è il Signore, un asilo sicuronel giorno dell'angoscia:
8conosce quelli che confidano in luiquando l'inondazione avanza.Stermina chi insorge contro di luie i suoi nemici insegue nelle tenebre.
9Che tramate voi contro il Signore?Egli distrugge:non sopravverrà due volte la sciagura,
10poiché come un mucchio di prunisaranno consunti, come paglia secca.
11Da te è uscito colui che tramail male contro il Signore, il consigliere malvagio.
12Così dice il Signore:Siano pure potenti, siano pure numerosi,saranno falciati e spariranno.Ma se ti ho afflitto, non ti affliggerò più.
13Ora, infrangerò il suo giogo che ti opprime,spezzerò le tue catene.
14Ma contro di te ecco il decreto del Signore:Nessuna discendenza porterà il tuo nome,dal tempio dei tuoi dèi farò sparirele statue scolpite e quelle fuse,farò del tuo sepolcro un'ignominia.

123

Note:

Na 1,1-2,1:Questo salmo alfabetico (cf. Pr 31,10+) - ma la serie alfabetica è incompleta - sviluppa il tema tradizionale della collera del Signore (Nm 11,33; 2Sam 6,7; 2Sam 21,14; Sal 2,12; Sal 60,3; Sal 79,5; Sal 110,5 , ecc.) e forma così un preludio all'oracolo contro Ninive.

Na 1,2-3:Da «Il Signore si vendica»... fino a «nulla lascia impunito», abbiamo quattro stichi, che non fanno parte della serie alfabetica; sembrano un ulteriore commento del v 2a, e una spiegazione sul senso della collera divina.

Na 1,4c:Manca l'inizio dello stico (dalet).

Na 1,5:si leva (la terra): wattissa' del TM; BJ congettura wattasah, «sprofonda». - Per descrivere la collera di Dio, il poeta utilizza i temi delle cosmogonie antiche (la creazione, vittoria divina sulle acque, Gb 7,12+) e quelli della storia sacra (mar Rosso e Sinai, Sal 114,3-8; Is 51,10 , ecc.).

Na 1,8:l'inondazione: probabile allusione al diluvio (come Naum, Noè era un «consolatore», secondo Gen 5,29) . La collera divina ha un senso (vv 7-8): essa non è una furia cieca, ma un giudizio che discerne i credenti dagli empi. - chi insorge contro di lui: con i LXX; il TM legge: «il suo luogo».

Na 1,9:Che tramate... ?: si potrebbe anche tradurre: «che cosa meditate...?» oppure «che idea vi fate voi del Signore?»; o anche: «come dovete far assegnamento sul Signore!».

Na 1,10:Come un mucchio (di pruni): keja`ar, conget.; il TM legge ki`ad, «poiché fino a», e aggiunge: «e come ubriachi della loro bevanda» (?), che può essere la ripetizione deformata delle due parole precedenti.

Na 1,11:il consigliere malvagio: questo personaggio empio, uscito dall'Assiria. potrebbe essere Sennàcherib (cf. 2Re 18-19).

Na 1,14:farò... (un'ignominia): 'assimdel TM; BJ congettura 'ashshim, «devasterò».

LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online