Betsaida di Galilea


(Aramaico: «casa della pesca»). Località della Galilea, patria di Pietro, Andrea e Filippo (Io. 1, 44; 12, 21). Nelle sue vicinanze Cristo compì la prima moltiplicazione dei pani (Lc. 9, 10). Per molto tempo si ritenne che esistesse una sola B., identificabile con la B. Julias, situata sulla sponda orientale del Lago di Genezaret, ad est della foce del Giordano superiore (F. Giuseppe, Ant., XVIII, 9, 1; 4, 6), ancora in Galilea (Io. 12, 21; Tolomeo, Geogr., V, 15, 3). Più tardi (sec. XII-XV) si collocò la B. evangelica sulla riva occidentale del Lago dai pellegrini bizantini, timorosi di avventurarsi sulle malsicure sponde orientali, Sulla fine del sec. XVI si cominciò a sostenere l'esistenza di due B. evangeliche: una orientale (Lc. 9, 10 e Mc. 8, 22) corrispondente alla B. Julias; e l'altra occidentale (Mc. 6, 45.53 e altrove), nella pianura di Genezaret, nell'insenatura lacustre tra Han Minyah e Tabgah. L'argomento principale in favore di una B. occidentale era Mc. 6, 45-53 che sembra creare un'opposizione fra la riva orientale in cui si trovavano Cristo e gli Apostoli e la riva occidentale a cui erano diretti (***; B.). Però la possibilità di altre interpretazioni per Mc. (*** può riferirsi alla B. orientale, non diametralmente opposta ma raggiungibile con doppiaggio di insenature; *** può corrispondere a ***: contro, di fronte), la mancanza di testimonianze antiche storico- archeologiche in favore di una B. occidentale, l'omissione della lezione in parecchi codici (W, 1, P 45, Siro-sin.) sono in favore netto di una sola B. orientale, identificata con Hirbet el Arag a sud di et-Tell.
[A. R.]

BIBL. - F. M. ABEL, Géographie de la Palestine, II, Parigi 1938, p. 279 s.: G. M. PERBELLA, Il problema di B., in se, - 62 (1934) 656 ss.; L. VAGANAY, Essai de critique textuelle. in RE, 49 (1940) 5-32.


Autore: Sac. Armando Rolla
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 115