Bethania


forse = Beth-Anania (Abel e W. F. Albright). - Villaggio a poco meno di 3 km. ad est di Gerusalemme (cf. Mc. 11, l; Lc. 19, 29; Io. 11, 18); luogo di ristoro e di pace per N. S. Gesù durante la sua vita pubblica (Mt. 21, 27; Mc. 11, 11); ivi - in casa di Simone il lebbroso - avvenne la celebre unzione fatta da Maria, sorella di Lazzaro, verso Gesù (Giov. 12, 1-8; Mat. 26, 6-13; Mc. 14, 3-9); ivi abitava Lazzaro e le sue sorelle Marta e Maria che spesso ebbero Gesù loro ospite (Lc. 10, 38-42; Io. 11); ivi Gesù risuscitò Lazzaro (Io. 11). Perciò, la costruzione del santuario di Lazzaro (distrutto nel XVI sec.) e l'attuale denominazione araba data al villaggio: el-'Azaije. Vi fu una chiesa dedicata a Marta e Maria; ed oggi sul luogo ove sarebbe avvenuto il colloquio tra Gesù e Maria (Io. 11, 28-36) sorge una chiesa greca. Sulla strada da Gerusalemme a B., avvenne la maledizione del fico (Mc. 11, 12 ss.; Lc. 13, 6-9) e l'ascensione di Gesù al cielo (Lc. 49, 50).

Solo Io. parla di un'altra B. al di là del Giordano, ove il Battista battezzava (1, 28) e ricevette gli inviati di Gerusalemme (1, 19-27). Origene (ca. 215 d. C.) non potendo identificare questa località, mutò B. in "Bethabara" (che interpreta «casa della preparazione» cf. Iudc. 7, 24). Ma - come riconosceva lo stesso Origene - in base ai codici greci non v'è dubbio che la lezione giusta sia B. Non è certo dove essa precisamente stesse; si crede, presso la confluenza del wadi Nimrin, un po' a nord del moderno ponte Allenby, quasi di fronte a Gerico. Nei pressi di un guado, B. qui forse = «casa della nave» (ebr. 'onijjah).
[L. M.]

BIBL. - F. M. ADEL, Géographie de la Palestine, Parigi 1938, II, pp. 266. 264 s.; G. E. WRIGHT e F. V. FILSON, Westminster historical Atlas to the Bible. London 1947, pag. 85; A. G. Barbois, in DBs, I, 968 ss.


Autore: Padre Luigi Moraldi
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 60