Transgiordania


Regione palestinese al di là del Giordano, compresa fra il Giordano a ovest, il deserto siro-arabico a est, il monte Rermon fino a Damasco a nord e il Wadi el Resa (Zered) a sud. È un altipiano che a ovest precipita con ciglio assai ripido verso la valle del Giordano ed è inciso da valli profondamente incassate, delle quali le tre maggiori sono quelle dello Iarmuk, Iabboc e dell'Arnon. Geograficamente e storicamente è divisibile in tre parti: la parte settentrionale (Basan) fra il monte Hermon ed il fiume Iarmuk, costellata di monti e colli conici: il Galaad calcareo e montuoso tra il Iarmuk ed il W. Resban; ed il Moab pianeggiante tra il W. Resban ed il W. el Resa. Dopo un'intensa occupazione sedentaria tra il 2300 ed il 1900 (cf. Gen. 14) l'esplorazione archeologica, in accordo con la Bibbia (Deut. 3; Ios. 12), ne attesta una seconda tra il 1300 ed il 700, costituita dai regni di Moab, Sihon, Ammon ed Og. Effettuato lo stanziamento delle tribù ebraiche di Ruben e di Gad e metà della tribù di Manasse nei distrutti regni di Sihon. Ammon e parte di Og (Ios. 13), il territorio di Ruben fu assorbito dall'ancora esistente regno di Moab nel sec. IX e quello di Gad e Manasse fu aspramente conteso agli Aramei di Damasco e agli Ammoniti.
Il programma espansionistico di David (1024·965 a. C.) e di Salomone (965·926. a. C.) culminò nel saldo dominio della Transgiordania: Moab (2Sam 8,2; 1Par. 18, 2); Ammon (2Sam 11, l; 12, 26.31). Alla dissoluzione della monarchia, la T. si liberò dal controllo israelita, ad eccezione di Moab, dominato ancora dal regno di Samaria fino allo sgancia mento nell'840 per opera del re Mesa (2Reg. 3, 4 ss.; 8, 20 ss.).
In seguito la T. fu provincia degli imperi assiro-babilonese, persiano, seleucida- tolemaico. La parte più occidentale fu poi controllata dai Maccabei (168-63 a. C.) e da Erode il Grande (40 a. C. - 4 d. C.) e discendenti. La Decapoli (v.) fu indipendente e la parte più orientale e meridionale, sotto il dominio dei Nabatei, fu assorbita nel vasto impero romano come parte delle province siriaca ed arabica (Moab).
Nella T. si svolge tanta storia delle tribù israelitiche: Balaam benedice Israele dal monte Pisgah (Num. 23, 14), muore Mosè sul Nebo (Deut. 32, 49). Pure nella T. si svolgono episodi neotestamentari: il battesimo del Battista a Bethania transgiordanica (Io. 1, 28); l'imprigionamento e martirio del Battista nella fortezza del Macheronte; il viaggio di Cristo in Perea (v.); il rifugio della primitiva cristianità a Pella per la distruzione di Gerusalemme (70 d. C.); infine l'intensa vita cristiana (chiese di Gerasa e di Madeba).
[A. R.]

BIBL. - L. SZCZEPANSKI. Geographia historica Palaestinae antiquae. Roma 1926. pp. 74-79: N. GLUECK. The other side of the Jordan. New Haven 1940.


Autore: Sac. Armando Rolla
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 123