Sabatico (Anno)


Al pari dei giorni, anche gli anni presso gli Ebrei erano divisi in cicli di sette. Ogni settimo anno si chiama s. In esso era prescritto il riposo del suolo; i prodotti spontanei erano lasciati ai poveri ed al bestiame (Ex. 23, 10 s.). In Lev. 25, 3-7 si concede il medesimo diritto anche al padrone ed al forestiero. La remissione dei debiti ed il condono generale compaiono solo in Deut. 15, 1 ss., che ne limita l'applicazione in favore dei soli Israeliti.
La legge mirava a ricordare il dominio di Dio sul suolo, che doveva riposare in suo onore, ed una completa uguaglianza fra gli uomini, che in tale anno avevano uguale diritto sui mezzi necessari alla sussistenza. È evidente il carattere idealistico della disposizione, che doveva produrre non pochi inconvenienti pratici, rilevati le varie volte in cui si menziona la sua applicazione (cf. I Mac. 6, 49-53; Flavio Giuseppe, Ant. XI, 343; XV, 7). Non sembra che essa fosse osservata nel periodo preesilico (2Par. 36-21; Neh. 10, 32).
[A. P.]


Autore: Sac. Angelo Penna
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 82