Nuzu


Centro di civilizzazione hurrita, situato 13 km. a sud-ovest di Kerkuk. Scavi iniziati nel 1925 e completati nel 1931 hanno rivelato, in 12 strati, elementi di grande importanza storica. La città esisteva col nome di Ga-sur già nel 3° millennio: centinaia di tavolette risalgono certo ai tempi della dinastia d'Accad (2360-2180 ca.). Il più grande interesse è per la civiltà hurrita di N. rilevata nei primi due strati superiori, nei quali, accanto a templi e case ben costruite, furono trovate alcune migliaia di tavolette del sec. XV ca., documenti di grandi archivi familiari, scritte in accadico. La scorrettezza però con la quale tale lingua è usata la rivelano straniera per lo scrittore: l'analisi dei nomi propri e la fonologia dicono chiaramente che la lingua propria dei Nuziani di questo periodo doveva essere del gruppo Hurri. Mitanni; strette relazioni gli scritti attestano tra N. e Mitanni. Il valore delle tavolette per lo studio del Vecchio Testamento s'impone sempre più. C. Gordon in RB, 44. (1935).34.41 ne dà qualche saggio. In una tav. (1.19) si legge: «Se Gilimninu non concepisce, Gilimninu dovrà prendere una donna del paese di N. - Lullu come sposa di Shennima e Gilim-ninu non avrà il diritto di espellere il nato (da questa donna)». Cf. Gen. 16, l, ss.; 21, 10 (Abramo, Sara ed Agar); 30, 3 Giacobbe, Rachele e Bilhah.
Altri esempi: Labano e le sue figlie, per l'espressione di Gen. 31, 15, così resa adesso: «Perché ci ha vendute (in matrimonio; dicono le figlie) e ha goduto l'usufrutto della nostra dote» (l'antica trad. = «ed ha mangiato il nostro argento». Il caso delle figlie di Zelofehad (Num. 27, 1-11), con l'art.: «Se essa (Gilimninu) non ha un figlio, allora la figlia di Gilimninu deve avere una parte della proprietà».
Per l'anno sabatico e il giubileo (Lev. 25, 10), avremmo un parallelismo nei termini delle tavolette di N.
E l'a. conclude: «La documentazione condensata in quest'art. dimostra a qual punto le nostre vedute sul Vecchio Testamento rimarrebbero erronee senza qualche conoscenza dell'antico Oriente; e fa risaltare ancora quanto dobbiamo essere circospetti nell'assegnare date al materiale del Vecchio Testamento».
[G. D.]

BIBL. - H. LEWY. The Nuzian Feudal System. in Orientalia. 11 (1942). 1-40. 209-250. 297- 349: G. CONTENAU, Hourrites. in DEs. IV, coll. 218-38: R. T. O COLLAGHAN. Aram Naharaim Roma 1948, pp. 37-92: S. MOSCATI. L'Oriente Antico, Milano 1952, p. 59 s.


Autore: Padre Giacomo Danesi
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 128