Amore


254

Atteggiamento della persona, che costituisce la ragione intima della sua esistenza. Determina, pertanto, il destino che uno liberamente si sceglie e che, alla morte, stabilirà la propria sorte definitiva. L'amore soprannaturale si chiama carità ed è infuso in noi dallo Spirito Santo (cf Rm 5,5 e 1 Cor 13).



Autore: Aquilino de Pedro
Fonte: Dizionario di termini religiosi e affini