Aborto


259

Interruzione della gravidanza per cause naturali oppure provocata da medicinali o altri mezzi, nel quale caso è un atto criminale, perché si fa morire un essere umano. Benché vi siano paesi che lo tollerano (dove si suol parlare di " depenalizzazione ") o che addirittura lo promuovono, il Diritto Canonico lo condanna con la scomunica " latae sententiae ", vale a dire che la scomunica entra in vigore senza bisogno che sia esplicitamente dichiarata (cf CIC 1398).



Autore: Aquilino de Pedro
Fonte: Dizionario di termini religiosi e affini