Vittore I


176

Vita: Papa (189-198). Nato in Africa, fu il primo papa latino e, indiscutibilmente, contribuì efficacemente alla romanizzazione della Chiesa. Indusse altre Chiese a seguire la celebrazione domenicale della Pasqua in opposizione a Blasto. Di fronte all'opposizione delle Chiese dell'Asia Minore, le quali non desideravano abbandonare la consuetudine storica di celebrare la Pasqua il 14 di Nisan, Vittore le scomunicò non soltanto dalla comunione romana, ma anche da quella universale. Tale posizione provocò una reazione avversa, nella quale risaltò la figura di Ireneo, il quale gli ricordò il rispetto che, in relazione a questo problema, avevano avuto i papi precedenti. Vittore decretò la scomunica anche di Teodoto di Bisanzio  il quale affermava che Cristo era divenuto Dio soltanto dopo la risurrezione  e destituì lo gnostico Florino dagli uffici sacerdotali. Fu il primo papa di cui siamo certi che ebbe relazioni con la famiglia imperiale. Non è certo, come è stato affermato in alcune occasioni, che sia morto martire.

Opere: Fu autore di varie lettere sulla controversia pasquale. Vedi Ireneo.



Autore: Cèsar Vidal Manzanares
Fonte: Dizionario di Patristica (Cèsar Vidal Manzanares)