Ulfila


46

Vita: Nacque in una famiglia della Cappadocia catturata durante una scorribanda di Goti. Fu consacrato vescovo nel 341 da Eusebio di Nicomedia. Proprio in quest'epoca, nella quale l'arianesimo aveva scarsi appoggi in Occidente, Ulfila cominciò a predicarlo fra i contingenti di soldati barbari con un esito straordinario. Tale circostanza permise agli ariani occidentali di opporsi alle misure di Teodosio e di altri imperatori.

Opere: Ci è giunta soltanto una professione di fede in latino (Dissertatio contra Ambrosium), ma fu di enorme importanza la traduzione gotica che Ulfila fece delle Scritture.

Teologia: Benché sappiamo che Ulfila era un ariano, non ci è chiara la sua esatta posizione all'interno dell'arianesimo. Il fatto che egli abbia firmato, nel 360 a Costantinopoli, una formula simile a quella di Rimini è stato sufficiente perché alcuni studiosi lo considerano un moderato. Altri invece lo collocano nella fazione radicale a motivo del rinvenimento di alcuni frammenti della sua opera scritta. Non mancano, inoltre, coloro che gli attribuiscono addirittura un arianesimo specifico. Vedi Ario.



Autore: Cèsar Vidal Manzanares
Fonte: Dizionario di Patristica (Cèsar Vidal Manzanares)


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online