Proclo di Costantinopoli


61

Vita: Il 426 fu consacrato vescovo di Cizico, ma non poté prendere possesso della sede. Rimase, per tale motivo, a Costantinopoli, pronunciando, verso il 428, il sermone nel quale disquisiva contro Nestorio chiamando Maria con il termine Theotokos (Madre di Dio). Nestorio gli rispose con un'altra omelia nella quale si dichiarava contro l'uso di questo titolo. Proclo non prese parte al concilio di Efeso. Quando fu nominato patriarca di Costantinopoli, nel 434, ordinò di riportare in città il corpo di Giovanni Crisostomo. Pose termine al conflitto relativo a Teodoro di Mopsuestia e introdusse il Trisagio nella liturgia di Costantinopoli. Morì nel 446. Vedi Giovanni Crisostomo; Nestorio; Teodoro di Mopsuestia.



Autore: Cèsar Vidal Manzanares
Fonte: Dizionario di Patristica (Cèsar Vidal Manzanares)


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online