Mammona


Termine dell'ebraico posteriore (Eccli. 31, 8; Talmud); dal v. aman "'deporre"., "confidare" (mamon, con una sola m, cf. greco, per ma'mon, aram. mamona: Dalman, Gram. p. 170; W. Gesenius proponeva la radice taman "nascondere" con una duplice m); esprime in modo espressivo il denaro cupidamente riposto. È la ricchezza (Mt. 6, 24; cf. Lc. 16-13 s.) che Gesù personifica come un Dio, un tiranno, ed oppone al vero Dio e Signore. Il cuore non può essere diviso tra due padroni irreconciliabili, bisogna scegliere tra Dio e M. (v. Avarizia).
[F. S.]

BIBL. - D. Buzy, S. Mt. (La Ste Bible. ed. Pirot, 9), Parigi, 1946, p. 84


Autore: Mons. Francesco Spadafora
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 85