Luciano di Antiochia, martire


38

Vita: Nacque a Samosata e fondò la scuola di Antiochia. Venne martirizzato sotto l'imperatore Massimino Daia nel 312.

Opere: Compose un breve Trattatello sulla fede, che non è giunto fino a noi. La sua maggiore importanza però risiede nel lavoro di traduttore e revisore del testo biblico.

Teologia: Da un punto di vista esegetico, Luciano ebbe un enorme valore poiché oppose un metodo storico-letterale nello studio delle Sacre Scritture a quello allegorico degli alessandrini. Tuttavia, il suo grande contributo verrà macchiato dall'accusa, mossagli dieci anni dopo la morte, da Alessandro di Alessandria, di essere stato il padre dell'arianesimo. È indubbio che Ario fu suo alunno ad Antiochia, ma è difficile credere contrariamente a quanto esposto da alcuni autori che l'origine della sua eresia si trovasse negli insegnamenti di Luciano il quale, essendo ormai morto, non poteva difendersi da quelle affermazioni. Vedi Ario.



Autore: Cèsar Vidal Manzanares
Fonte: Dizionario di Patristica (Cèsar Vidal Manzanares)


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online