Eusebio di Emesa


21

Vita: Nacque ad Emesa verso il 300. Fu discepolo di Eusebio di Cesarea. Studiò a Cesarea e ad Alessandria, dove strinse amicizia con l'ariano Giorgio. Venne eletto vescovo di Emesa, dopo aver rifiutato di esserlo in Antiochia come gli era stato proposto da un sinodo ariano. A causa della sollevazione popolare contro la sua nomina, giacché il popolo non desiderava un vescovo erudito, fuggì ad Antiochia e grazie all'intervento del patriarca di questa città poté ritornare ad Emesa, dove morì prima del 359.

Opere: Si sono conservati una trentina di discorsi e una parte dei suoi commenti biblici che seguono il metodo storico-letterale degli antiocheni.

Teologia: Non è facile inquadrare la teologia di Eusebio di Emesa. Girolamo lo considerò ariano. In favore di questa tesi va considerato il fatto che Eusebio sostenne che il Padre era maggiore del Figlio, ma Teodoro di Ciro mitiga tale posizione considerando l'arianesimo di Eusebio non radicale. Quasten lo ha definito, a nostro giudizio correttamente, un semiariano. Vedi Ario.



Autore: Cèsar Vidal Manzanares
Fonte: Dizionario di Patristica (Cèsar Vidal Manzanares)


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online