Godolia


(Ebr. = "grandezza di Iahweh"). Primo governatore della Giudea dopo la vittoria dei Babilonesi del 587 a. C., figlio di Ahiqam (Ier. 39, 14); fu eletto a tale ufficio, perché conosciuto come fautore di una politica filobabilonese al tempo dell'ultimo re Sedecia.
G. si stabilì in Masfa, antico centro religioso di Israele (cf. Ier. 40, 6; I Sam 7, 5 ss.), cercò di riportare l'ordine, di ricostituire almeno un'ombra di governo fra gli sbandati e di proteggere i poveri rimasti nel paese. Fu ucciso dopo soli due mesi da un gruppo di nazionalisti fanatici, guidati da un certo Ismaele e favoriti dal re degli Ammoniti (2Reg. 25, 25). La congiura era stata scoperta e denunziata da Iobanan, figlio di Caree, a G., ma questi non volle credervi (Ier. 40, 15 s.).


Autore: Sac. Angelo Penna
Fonte: Dizionario Biblico diretto da Francesco Spadafora
Visite: 61