Anzianità


63

L'anzianità porta con sè una diminuzione delle forze vitali. Calano le capacità motorie e sensorie, specialmente la viàta e l'udito, e declina la sessualità. A cio, corrisponde nel campo psichico una riduzione degli interessi, l'abbandono di capacità oroduttive, una diminuzione generale di rendimento, una minore capacità di fissare il presente ed il passato recente, mentre si afferma un atteggiamento conservatore ed una ostilità verso ciò che è nuovo. Però, la diminuzione delle forze vitali e la riduzione di interessi non devono portare ad una diminuzione del livello di intelligenza e di personalità.

Quantunque l'anzianità cominci inevitabilmente verso i sessant'anni e porti con sé certi processi degenerativi, sia corporali che spirituali, e quantunque le infermità psicosociali siano più frequenti in questa situazione di crisi, tuttavia le manifestazioni dei fenomeni fisici e psichici dell'anzianità sono molto diverse a seconda degli individui e dei gruppi.

Si intende per pre-anzianità (5658 a 6870) quel periodo della vita in cui i processi di invecchiamento cominciati a partire dai 45 anni, sono talmente progrediti che l'aspetto dell'individuo è notevolmente cambiato, anche se, d'altra parte, lo stato delle facoltà psidofisiche permette, generalmente, l'esercizio professionale, eccetto quello che richiede un grande sforzo fisico.

L'età compresa tra i 65 e 70 anni sottopone l'uomo a varie prove, costringendolo, generalmente, a lasciare il lavoro e tante cose amate.

Dopo i 65 anni, aumenta la stanchezza; gli sforzi richiesti dalla vita professionale risultano sempre più pesanti. La diminuzione di vitalità si manifesta specialmente nella sfera sessuale. Nella donna, gene ralmente dopo il climaterio, cessano il desiderio sessuale e la facoltà di godimento sessuale. Nell'uomo, sia il desiderio che la potenza sessuale diminuiscono già verso i 55 anni, ma soprattutto dopo i 60 anni diminuiscono chiaramente la potenza e l'interesse sessuale. Appare uno stato che assomiglia a quello della pubertà, rispuntando desideri sessuali che erano allora più diffusi. L'appetito sessuale ridiventa insicuro e può portare l'anziano a perversioni e a delitti sessuali. La vita dello spirito fa da contrappeso alle tendenze istintive che vogliono rendersi indipendenti.

La vecchiaia (dopo 6870 anni) comporta la definitiva diminuzione e rovina qelle forze fisiche.

L'inizio della vecchiaia come nuova fase dello sviluppo esige un cambiamento essenziale riguardo a se stessi e al mondo. Come ogni fase critica dello sviluppo, può provocare una crisi in cui sta in primo piano il bilancio della vita anteriore. L'uomo che invecchia ha sempre avuto i suoi problemi: infermità, conflitti di generazioni, solitudine, esclusione dal mondo della produzione, preparazione alla morte, ecc. (Queste situa-zioni sono oggi più acute per il progresso moderno. Il carattere dinamico della nostra società coi suoi rapidi cambiamenti culturali supera freauentemente la lenta capacità di adattamento dell'anziano, dando luogo a sintomi depressivi. I conflitti lo portano a vari meccanismi di difesa: la negazione e il regresso della vecchiaia, il ritorno al proprio passato ed anche il ritorno a soddisfazioni istintive più primitive (mancanza di moderazione nel mangiare e nel bere, avarizia, curiosità morbosa, masturbazions, pedanteria).

Per quanto riguarda il corpo, l'anziano deve adattarsi alla nuova situazione di un calo delle capacità corporali come anche della percezione. Per il compito di adattarsi alla nuova situazione sociale, l'anziano ha bisogno di certi aiuti esterni, come una sicurezza economica e sociale per vivere, la possibilità di contatti interpersonali, come anche di una attività conveniente.

Bibl. - Aa.Vv., I problemi spirituali della vecchiaia, Ed. Fiorentina, Firenze, 1962. Auclair M., Verso una vecchiaia felice, Ed. Cittadella, Assisi, 1972. Bernage B., Gioie della terza età, Ed. Cittadella, Assisi, . Davanzo G., " Anziano ", in: Nuovo Dizionario di spiritualità, Ed. Paoline, Cinisello H., 1985, pp. 30-37. Tettamanzi D., Anche di voi oarla la Bibbia. Agli anziani, Brezzo di Bedero (Varese), 1976.



Autore: F.J. Calvo
Fonte: Dizionario sintetico di pastorale (Casiano Floristan - Juan Josè Tamayo)


LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online
Acquista la Bibbia per la Scrutatio dalla Libreria del Santo
LibreriadelSanto.it - La prima libreria cattolica online